Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 59

Discussione: Il cimitero militare di Verona. Eroi dimenticati.

  1. #41
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    La prossima lapide rappresenta un caso analogo a quello del Tenente Benedetto Cavallini che avevamo visto nella prima parte dedicata all'altro cimitero: anche qui, nel vecchio camposanto venne sepolto un nemico onorevole, un oggi dimenticato eroe italiano, giovane ufficiale ferito nella battaglia di Custoza nel '66, e quindi raccolto in uno degli ospedali militari della Verona austriaca, dove morirà poche settimane dopo.
    La lapide meriterebbe senz'altro un restauro, visto che è sbiadita e piuttosto malandata.
    (cliccare sulle immagini per ingrandirle)

    IMG_2074.JPG

    QUI RIPOSA LA SPOGLIA MORTALE
    DI
    CARLO ALBERI
    NOBILE FIORENTINO
    CAPITANO NEL PRIMO REGGIMENTO BERSAGLIERI ITALIANI
    FERITO FRONTE A CUSTOZA IL XXIV GIUGNO MDCCCLXVI
    MORTO IN VERONA IL XVII LUGLIO SUCCESSIVO
    NELL'ETA' DI ANNI VENTINOVE
    DECORATO DELLA MEDAGLIA D'ARGENTO AL VALOR MILITARE PUGNO' DA PRODE MORI' DA CRISTIANO
    ANIMA BENEDETTA RICONGIUNTA NELLA PACE DEL SIGNORE
    ALLA TUA CARA MADRE
    PREGA PEL PADRE PEI FRATELLI PER GLI AMICI

  2. #42
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Qualche notizia reperita sul web relativa a Carlo Alberi:

    Nato a Firenze l' 8 gennaio 1837, volle intraprendere la carriera militare nonostante l'opposizione del padre. A 17 anni fu volontario cadetto nel 2° Battaglione di linea dell'Esercito del Granducato di Toscana. Militò sotto la bandiera lorenese per 5 anni, quindi dopo l'annessione della Toscana al Piemonte fu sottotenente nei Bersaglieri. Era capitano al tempo della battaglia di Custoza 1866, dove venne ferito alla testa da palla nemica. Raccolto dall'ambulanza austriaca, venne portato all'ospedale militare di Verona. Medaglia d'argento alla memoria.

    alberi_m_pag31.jpg

  3. #43
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Un altro monumento funerario dimostra come molte lapidi siano in cattive condizioni, e meritevoli di un restauro che eviterebbe che prima o poi cadano a pezzi, come in questo caso.

    IMG_2072.JPG

  4. #44
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Altra foto ricordo di un gruppo di ufficiali asburgici ripresi in qualche sede di comando a Verona, anni '60.

    kk offiziere.jpg

  5. #45
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Avevo accennato ai misteri di questo cimitero militare, la prossima lapide, una delle più belle e suggestive che vi si possono contemplare, rappresenta uno di essi.
    Segna la sepoltura di un ufficiale di nobile famiglia e di alto grado, il Tenente Colonnello Rudolph Hampel, la dedica ha la particolarità di essere in italiano. Si tratta inoltre di una tomba di famiglia, poichè raccoglie anche le ceneri della moglie, morta qualche anno dopo il consorte.
    Nella sua suntuosa semplicità classicheggiante, la lapide è arricchita dall'avere ai lati due ovali scolpiti con i ritratti dei due defunti, marito e moglie. Si tratta di uno dei pochissimi casi in cui appaiono sulle lapidi le immagini dei defunti in questi cimiteri ottocenteschi, in un'epoca in cui non si usava ancora mettere fotografie sulle pietre tombali.

    IMG_2066.JPG

    l'iscrizione:

    ALLA VENERATA MEMORIA
    DI RODOLFO NOBILE DE HAMPEL
    I.R. TENENTE COLONNELLO
    DA SUBITANEA MORTE RAPITO IL 10 FEB. 1877
    CHE ALLA SEVERITA' DELLE MILITARI VIRTU'
    I MITI AFFETTI ACCOPPIO'
    DI MARITO E DI PADRE
    LA MOGLIE E LE FIGLIE RELIGIOSAMENTE
    POSERO
    -------
    ACCANTO A QUELLE DEL MARITO
    RIPOSANO PURE IN QUESTA URNA LE CENERI
    DI ADELE BERNAREGGI-HAMPEL
    MORTA RELIGIOSAMENTE SERENA
    TRA I PIU' STRAZIANTI DOLORI IL 14 AG. 1883
    LE LORO ALME IN QUESTO CONNUBIO AVVINTE
    GIOIRANNO ETERNAMENTE IN CIELO
    PREGANDO PER LE FIGLIE OLGA ED ERMINIA
    RIMASTE QUAGGIU' ORFANE

    IMG_2069.JPG

    - - - Aggiornato - - -

    No, non è il ritratto dell'Imperatore Francesco Giuseppe, ma si può dire che il nostro tenente colonnello Hampel, da leale ufficiale asburgico, avesse una certa somiglianza col Kaiser, avendone adottato tra l'altro i tipici "favoriti", come del resto molti suoi colleghi all'epoca.
    Da notare i dettagli uniformologici, giubba monopetto con colletto rialzato, e le decorazioni, con tipico nastro triangolare austriaco, che doveva esibire nel 1877, al culmine della carriera. Chissà quali saranno state nella realtà. Un peccato non avere qualche foto d'epoca di questo ufficiale.

    (cliccare sulle foto per ingrandirle)

    IMG_2067.JPG

  6. #46
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    E questo è l'ovale col ritratto della consorte, Adele Bernareggi-Hampel, morta 6 anni dopo il marito nel 1883.

    IMG_2068.JPG

    Notare il cognome italiano della moglie, Bernareggi. Questo è indicativo del fatto che ci furono molti legami matrimoniali misti, italo-austriaci, nel Regno Lombardo-Veneto, nell'ambito delle forze armate asburgiche.

    E questo potrebbe forse avere a che fare con il mistero a cui accennavo, ovvero cosa ci faceva un alto ufficiale austriaco nella Verona del 1877, ben dieci anni dopo l'annessione della città al Regno d'Italia?

    Possibile che esistesse una legazione diplomatica miltare austriaca, in un epoca in cui non era ancora stata stipulata la Triplice Alleanza del 1882 ?

    Non credo nemmeno che Hampel fosse residente a Verona come ufficiale in pensione ritirato dal servizio, quindi all'epoca della morte privato cittadino.

    Cercando in rete non ho trovato particolari informazioni, ad eccezione della menzione nello Schematismus, la lista degli ufficiali in servizio, del 1866, dove il nostro appare come assegnato al Comando di Fortezza di Mantova, col grado di Maggiore, semprechè non si tratti di un omonimo:

    hampel schematismus 1866.jpg

  7. #47
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Ancora una foto ricordo di un gruppo di ufficiali ritratti verso il 1865, in una calda giornata estiva lungo la strada che porta al paese di Santa Lucia, nei pressi di Verona:

    strada slucia.jpg

  8. #48
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Citazione Originariamente Scritto da Festungsartillerie Visualizza Messaggio
    Un altro monumento funerario dimostra come molte lapidi siano in cattive condizioni, e meritevoli di un restauro che eviterebbe che prima o poi cadano a pezzi, come in questo caso.
    Sono tornato nel cimitero per un sopralluogo pochi giorni fa, e ho avuto la positiva sorpresa di constatare che la lapide di cui denunciavo le pessime condizioni nel post no. 43 è stata restaurata e tirata a lucido, rendendo più leggibile l'iscrizione. Merito della mia opera di sensibilizzazione? Lo escludo categoricamente, ma comunque per chi ha a cuore la storia e la cultura è una piccola soddisfazione non trascurabile.

    A proposito dell'iscrizione, si distingue per essere in latino, al posto del ben più usato nel 1864 tedesco o italiano, anno della scomparsa dell'ufficiale, Nicolaus Mossung. C'era ancora qualche classicista.

    IMG_2154.JPG

  9. #49
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Ci sono in questo cimitero militare alcune tombe che si differenziano notevolmente dalle altre per la loro maestosità: non semplici lapidi, ma autentici monumenti funerari di notevoli dimensioni, in forma di elaborato sarcofago marmoreo, vi sono sepolte alte personalità di nobile famiglia, e di elevato grado militare, feldmarescialli, generali, ecc. Queste tombe sono disposte lungo una linea mediana al centro dell'emiciclo, e oggi si trovano perlopiù in cattive condizioni di conservazione.

    Una di queste riporta la dedica anche in questo caso in latino, vi è sepolto un certo principe Guglielmo Benthelmi, nato nel 1782, morto nel 1839.

    IMG_2053.JPG

    IMG_2054.JPG

    Una particolarità di questo monumento è il ritratto scolpito del defunto, presente in un ovale su uno dei lati del sarcofago. Purtroppo questo ovale è rovinato da quello che sembra un colpo di arma da fuoco, o forse una scheggia di bomba che lo ha centrato in pieno, rendendo irriconoscibile il volto del personaggio. Un altro dei misteri di questo antico luogo dedicato alla memoria dei militari defunti.

    IMG_2055.JPG

  10. #50
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990
    Restando in tema di lapidi rovinate da ciò che potrebbe essere stato un bombardamento, o forse anche uno scontro a fuoco, ve ne sono molte in questo cimitero. Inequivocabili i segni lasciati su questa:
    (cliccare sulle foto per ingrandirle)

    IMG_2140.JPG

    Si tratta del sepolcro del tenente del Treno Militare (Fuhrwesen Corps) Joseph Penz, nato nel 1808 a Vienna, morto il 22 ottobre 1844 a Verona.
    Una stampa con le uniformi del Treno Militare austriaco verso il 1848:

    fuhrwesenscorps.jpg

Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •