Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Il mio bisnonno

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di EnriTS
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Trieste,Austria-Ungheria
    Messaggi
    86

    Il mio bisnonno

    Salve a tutti,volevo farvi vedere queste due foto del mio bisnonno Angelo Cristofoli,naque a San Vito al Tagliamento,oggi in provincia di Pordenone,credo nel 1889.
    Faceva parte dei Bersaglieri ed è l'unico mio bisnonno e parente in generale di tutta la mia famiglia che fece la Prima Guerra Mondiale con l'esercito italiano,tutti gli altri miei parenti,2 bisnonni e molti pro zii,combatterono per l'Austria-Ungheria.
    Dai racconti di mia nonna,so che partecipò alla battaglia del Piave.Lei si ricorda che lo sentiva parlare di quanta fame c'era nelle trincee,e soprattutto di quando in mancanza totale di cibo i soldati mangiassero...i topi.
    Mi disse anche che una volta un suo commilitone trovò una pianta di insalata e la portò al mio bisnonno che per un periodo fu anche addetto alla cucina,se così si può chiamare.
    Da bravo contadino semplice qual'era iniziò a "trattarla" probabilmente in una maniera che conosceva lui per far si che l'insalata,vista la situazione,venisse il meglio possibile,fatto sta che a molti suoi compagni non andò giù questa cosa ma non si fecero alla fine tanti problemi a mangiarla!!Ah..la fame.

    Finita la guerra tornò ovviamente a casa ma poi,durante Seconda Guerra Mondiale,credo nel 1943-1944,venne deportato in Germania per lavorare.
    Stava maggiormente a sgobbare nelle fabbriche di bombe ma ogni tanto capitava anche qualche lavoretto minore e lo mandavano a lavorare in qualche casa di famiglie tedesche più o meno facoltose.
    Quando finiva di lavorare doveva tornare nel suo campo,dove mangiavano perlopiù le bucce di patate che i soldati tedeschi lasciavano a terra,loro le raccoglievano e se le bollivano in dei grandi bidoni.
    Assisstette anche all'arrivo dell'esercito sovietico a Berlino;lo stesso esercito sovietico diede autorizzazione a quelli che si trovavano la come il mio bisnonno di prendere pure tutto quello che trovavano,piatti,posate ecc ecc.
    Intatti lui fece due valigie di roba,e,finita la guerra,mentre saliva sul treno per tornare a casa un signore gli chiese se gli serviva una mano per mettere sul treno le due pesanti valigie,il mio bisnonno accettò e mentre questo signore lo aiutava con la prima valigia arrivò qualcuno che gli rubò la seconda.
    Alla fine tornò a casa,ma stando nel campo e in fabbrica prese credo quasi tutte le malattie del mondo e morì uno o due anni dopo la fine della guerra,non lo conobbe nè mia zia nè mio padre.

    Spero che vi faccia piacere leggere questa storia e ringrazio in anticipo chi la leggerà.

    Saluti,

    Enrico
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Austria erit in orbe ultima

  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Pallara Simone
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Bad Tölz (Germania)
    Messaggi
    1,571

    Re: Il mio bisnonno

    Storia molto affascinante,povero bisnonno ne ha dovute passare propio di brutte.La storia delle bucce di patate la conosco molto bene,da racconti di gente all´epoca chiuse nei lager,trasmesse su documentari che molto spesso presentano su canali tedeschi,la povera gente internata pelava patate x i tedeschi,e loro facevano,e mangiavano i brodi con i resti.
    Una pace eterna al tuo bisnonno,e grazie delle foto,e la bellissima storia.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: Il mio bisnonno

    si putrtoppo anche un mio zio, come il tuo bisnonno, morì due anni dopo essere tornato dalla Germania;
    putroppo la prigionia (particolarmente dura dato che era un ufficiale dei CCRR)gli aveva minato il fisico.
    nche un altro zio venne deportato in Germania ma fu più fortunato e anche lui mangiava le bucce delle patate

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di EnriTS
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Trieste,Austria-Ungheria
    Messaggi
    86

    Re: Il mio bisnonno

    Citazione Originariamente Scritto da garand
    si putrtoppo anche un mio zio, come il tuo bisnonno, morì due anni dopo essere tornato dalla Germania;
    putroppo la prigionia (particolarmente dura dato che era un ufficiale dei CCRR)gli aveva minato il fisico.
    nche un altro zio venne deportato in Germania ma fu più fortunato e anche lui mangiava le bucce delle patate
    Pensa che tanti anni dopo che il mio bisnonno era morto,a mia bisnonna arrivo` dalla Germania una piccola pensione per il periodo in cui il mio bisnonno lavoro` li`.
    Austria erit in orbe ultima

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Il mio bisnonno

    Grazie per aver condiviso con noi i ricordi e la testimonianza del tuo avo

    Ciao,
    Arturo
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di EnriTS
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Trieste,Austria-Ungheria
    Messaggi
    86

    Re: Il mio bisnonno

    Citazione Originariamente Scritto da Arturo A.
    Grazie per aver condiviso con noi i ricordi e la testimonianza del tuo avo

    Ciao,
    Arturo
    E' stato un piacere

    Ciao,
    Enrico
    Austria erit in orbe ultima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato