Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 38

Discussione: IL SEMOVENTE DI LONATE POZZOLO

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    6
    per cocis49, il libro di cui parli io l'ho letto era di mio nonno che era comandante di un semovente 75/18 a el alamein, il libro è molto bello perchè racconta della vita dei carristi (dalla parte inglese!)i quali si lamentavano dei loro carri, ma se avessero vissuto per 5 minuti la vita dei nostri non so se avrebbero accettato il combattimento.
    io sto cercando ormai da anni senza successo il libro "nei giardini del diavolo" di dino campini, mio nonno aveva quel libro ma non so che fine ha fatto, se sai dove posso trovare una copia ti sarei molto grato.

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao luca412 come vorrei poterti dire dove trovarlo. Quel libro tanti anni fà* penso di averlo letto in quanto sono appassionato dei mezzi corazzati. Credo trattasse dell'Ariete, della Centauro e della Littorio. Posso solo dirti dopo alcune ricerche che il libro è dell'editore Longanesi del 1969 della collana Cammeo spero che almeno questo possa aiutarti un pò nella tua ricerca.
    Come dici credo proprio che gli inglesi non avrebbero accettato lo scontro nelle nostre scatole di sardine.
    Posto un pò di foto tratte da un libro sulla guerra d'Africa sempre del carro citato.

    Immagine:

    136,94*KB

    Immagine:

    98,44*KB

    Immagine:

    115,14*KB

    Immagine:

    89,9*KB

    Immagine:

    88,56*KB

    Immagine:

    54,13*KB

    Immagine:

    71,3*KB
    luciano

  3. #13
    Per la verità* il Semovente da 75/18 era una valida arma Controcarro.

    Non dimentichiamo che sino la 1942 le "bare di fuoco", contro i 5cm e i 7.5cm tedeschi (e non solo L/43, ma anche L/24) erano proprio i carri inglesi, armati di un mediocre 4lbs, mediocre protezione (a parte il Matilda), scarsa affidabilità* (Valentine e primi Crusader), ripartizione equipaggio non funzionale, dottrine tattiche inadeguate sia a livello di piccole unità* (tiro con il carro in movimento) sia a livello di Comandi superiori.

    In realtà* sino al Lee/Sherman, anche i nostri M 13/40 con il 47mm vs il citato 4lbs non erano così inferiori ai carri inglesi.

    Un Capopezzo di Semoventi che conobbi, Peroni, deceduto qualche hanno fa, era stato insignito della MAVM in Tunisia per aver distrutto diversi carri inglesi (tra i quali Sherman) con il 75/18, ingaggiandoli dai 1.000 sino ai 300 metri (a questa distanza si ingaggiava, come consuetudine nella Campale, mirando... attraverso l'anima del cannone![II])

  4. #14
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Si quanto hai detto è vero almeno nella prima parte delle battaglie d'africa. Il cannone del semovente era buono ma le corazzature chiodate non offrivano una gran protezione. Dell'M 13/40 ne furono costruiti circa 2000 esemplari comprese le versioni migliorate e per tutto il 1942 il carro offrì delle buone prestazioni belliche e rispetto a quelli inglesi , aveva una maggiore velocità* in combattimento e la sua potenza di fuoco controbilanciava lo scarso spessore delle sue corazze. Soltanto quando dalla parte avversaria entrarono in servizio i carri con pezzi da 75mm. il nostro m 13/40 fù superato in potenza e corazzatura e in seguito potè essere considerato alla stregua di un normale carro leggero. Un carro leggero inglese era anche lo Stuart. Un piccolo passaggio storico:
    La XXII Brigata corazzata si scontrò con i carri dell'Ariete nel saliente di Bir El Gobi con un violento combattimento che durò tutta la giornata. Mentre i reparti inglesi attaccavano convinti di disperdere facilmente i carri italiani questi ultimi effettuarono un veloce contrattacco con una doppia manovra a tenaglia, gli inglesi dovettero ritirarsi velocemente per evitare la distruzione totale. Il loro sganciamento fù favorito dalla maggiore velocità* rispetto agli italiani. La battaglia era costata agli inglesi 70 carri tra distrutti o danneggiati, oltre diversi automezzi. L'Ariete subì la perdita di 34 carri tra L.3/35 e M.13/40 molti dei quali recuperabili questo dimostrò che l'M.13/40 poteva tenere testa al Crusader prima di essere dotati del nuovo cannone da 57/45.
    Qualche foto.
    TERMINAL CATENA DI MONTAGGIO IN PRIMO PIANO A SINISTRA GLI M. 13/75
    SEMPRE A SINISTRA AUTOBLINDO AB.41 E GLI M.13/40


    Immagine:

    130,13*KB

    Immagine:

    90,02*KB

    VERSIONE MIGLIORATA DELL'M13/40 CON NUOVO MOTORE PIU' POTENTE SEMPRE DISEL DA 145CV IL PARACINGOLI ERA LIMITATO SOLO ALLA PARTE ANTERIORE
    Immagine:

    109,09*KB

    DANNEGGIATO

    Immagine:

    93,38*KB

    Immagine:

    71,31*KB

    CARRO STUART

    Immagine:

    103,53*KB

    CRUSADER COLPITO

    Immagine:

    85,52*KB
    luciano

  5. #15
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    Comunque io penso che un'arma così importante e rara (e anche il pezzo da 75/27-12) non serva a molto messa all'aperto; starebbe molto meglio in un museo, con esposte tutte le bellissime informazioni che state fornendo qui. Magari ambientato in un diorama.
    La canna con sfera si trova(va) a Bormio, al Forte Oga.

    [ciao2]
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

  6. #16
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Ne ho trovato un altro!Questo è un pò una chicca,nel senso che non è accessibile a tutti.E' custodito all'interno di una caserma ed è visitabile solo in particolari occasioni che stanno diventando sempre più rare.
    Si tratta di una carro L6-40,nella versione con cannone(fortunatamente originale).E' mantenuto abbastanza bene,anche perchè viene periodicamente manotenuto.


    Immagine:

    145,91Â*KB


    Immagine:

    141,96Â*KB


    Immagine:

    152,46Â*KB
    Il portellone laterale,che serviva per il pilota,è ancora aperto e permette l'accesso al mezzo.Scommetto che anche il portellone nel cielo della torretta è funzionante,ma per ora non ho osato chiedere troppo.
    Ecco l'interno della camera di combattimento svuotato,ma che conserva ancora le leve di comando del mezzo.


    Immagine:

    125,28Â*KB


    Immagine:

    88,75Â*KB
    Ed in fine il portello posteriore.
    Attendo come al solito le vostre preziose informazioni a corredo delle foto,sperando di vedere qualche mezzo delle vostre zone.Io ne ho ancora un paio.


    Immagine:

    144,98Â*KB
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  7. #17
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao 128legio molto bello questo servizio con anche l'interno bravo.
    Non puoi immaginare il piacere che mi ha dato vedere un NOSTRO mezzo in queste ottime condizioni. Dalle mie parti non ne ho visti posso solo mettere una foto da libro.

    Immagine:

    94,14*KB
    luciano

  8. #18
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Per ora ho messo solo una foto "rubata" dell'interno.Se riesco,più avanti"chiedo se posso fotografarlo meglio.Tra l'altro non dovrebbe essere un mezzo molto comune a vedersi
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  9. #19
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Molto bene i corazzati sono la mia passione. Credo e spero che ti lasceranno fotografare.
    luciano

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    470
    BEllissime le foto dell'L6/40, Daniele!

    Si tratta dell'esemplare che fino ad un paio d'anni fa si trovava presso la caserma "Cadorna" di Legnano, posto su un cippo all'ingresso del complesso. Credo che l'arma in torretta sia una riproduzione della mitragliera Breda da 20mm originaria.

    Paolino
    Cerco una coppia di mostrine dei Gruppi Carri Veloci del Regio Esercito II Guerra Mondiale

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato