Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: IL SENSO DELLO STATO

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    467

    IL SENSO DELLO STATO

    Cari amici,
    (perche' tali io vi penso),

    questa volta, e contrariamente alle mie abitudini ,sento impellente,
    e perdonatemi se potete questo mio fuori topic....
    provare a dire,fors'anche solo a ricordare a me stessa,
    cosa vuol dire per me la festa nazionale dello stato italiano,il 2 Giugno.

    Non e' mia intenzione promuovere una sterile discussione: PRENDO ATTO che e' normale se non auspicabile che altri possano pensare diversamente da me,


    percio' vi prego se leggete in queste mie righe anche solo un accenno di giudizio o di arroganza o di saccenza,
    sappiate che non era cio' che intendevo ,
    considerate che non sono brava a parlare di cio' che sento e che le parole per chi non e' poeta,per chi e' persona concreta come me,sono strumenti poveri e fallaci.........


    In tutti i documenti e le ricerche fatte e le persone sentite ,che hanno vissuto nel secolo scorso,mi sono convinta che quando
    Il 2 giungo del 1946, con un libero voto gli italiani scelsero,peraltro con misero scarto la Repubblica anziche' la Monarchia,non scelsero semplicemente l'ordinamento da dare al nuovo stato ,ma sulla scia del Risorgimento,scelsero L'UNITA' della Patria.
    In realta' anche chi voto' Monarchia,sentiva l'esigenza unitaria di ricostruire il paese dopo l'esperienza della guerra,di rinsaldare quello che la guerra civile aveva spezzato.
    Fu' questo penso, il sentimento maggiormente sentito.

    La storia di questi ultimi decenni ha visto come questo sia stato difficile;anzi come sia ancora difficile ;
    se non diamo la possibilita' "all'altro " di esprimersi,se non riusciamo a cogliere che nonostante il nostro bisogno di schematizzare o etichettare la realta', gli esseri umani non sono riducibili a un modello.

    Abbiamo la possibilita' di sbagliare,di cambiare idea mille volte senza che nessuno debba giudicarci per questo,di crescere o di essere persone diverse,da quello che siamo oggi.
    E' la nostra possibilita' di creare il mondo nel quale viviamo e se possibile di migliorarlo a beneficio nostro e degli altri.



    Credo fermamente,che se non consolidiamo prima di tutto la nostra IDENTITA`,la consapevolezza di essere italiani,quale valore condiviso,

    per rafforzare il sentimento nazionale di appartenenza a un Paese che e' unico al mondo,
    per la sua storia,
    per le sue bellezze,
    per il suo patrimonio di civiltà*,

    non potremo nulla ,soli, contro il declino MORALE e civile di una societa' ,che nella fretta dimentica troppo spesso il proprio passato.
    Piu' volte vi ho letto ed ho letto in voi questa comune preoccupazione!



    IO HO GIURATO ,
    come sapete ,
    "di fronte alla repubblica italiana,...di osservare lealmente le sue leggi ......e di adempiere .....con coscienza......"
    ed ho sentito come intimamente vera,ed ho abbracciato ogni parola pronunciata ,come un debito di sangue,

    di fronte a coloro,
    che hanno dato la propria vita per proteggere la legalità* delle istituzioni nelle quali hanno creduto,e dal cui coraggio dobbiamo prendere tutti esempio, per poter essere sul serio orgogliosi di essere Italiani.

    Se non lo dobbiamo al sangue che fu versato,non inutilmente,da tutti coloro, siano essi uomini politici, artisti, forze dell' ordine, uomini di legge o semplici ragazzi che hanno creduto in un ideale,quale che fosse,
    se non lo dobbiamo al futuro che vorremmo,...........

    Per questo,

    LASCIATEMI DICHIARARE IL MIO AMORE PER LA MIA PATRIA.

    IL 2 giugno,ogni giorno e sempre.
    VALCHIRIA76
    ad excelsa tendo
    ne' con speranza ne' con paura

  2. #2
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Carissima Valchiria,hai espresso il tuo pensiero in maniera impeccabile e con parole che si sentono nascere dal cuore.
    Purtroppo,siamo rimansti in pochi a credere in certi valori!Dico siamo perchè anch'io come te,giurai e lo feci veramente,non risparmiandomi quando c'era da dare;e se pur per poco tempo,ho pagato il mio giuramente,ma con estrema serenità*!
    Nella società* di oggi ,purtroppo,i valori in cui crediamo noi non hanno più molto peso.Troppo spesso siamo considerati sorpassati e anacronistici,da chi vede il mito in un calciatore,in una velina o nel manager furbetto di turno;in chi accumula ricchezza a discapito degli altri,in chi frega il prossimo,in chi è disposto a vendersi(in tutti i sensi)ai detentori del potere illusi che sia la loro personalità* ad affascinare e non la loro posizione!
    Viene coltivato e allevato il culto dell'apparire piuttosto che dell'essere.Il senso del rispetto è soffocato dalla voglia di arrivare ad ogni costo e con il minor sforo possibile,non guardando in faccia a nessuno e a niente.
    Il senso del possesso ha sorpassato il senso del sacrificio per ottenere il risultato.
    In questo stato di cose,diventa difficile difendere e capire i valori che hai giustamente esposto.
    Ma è proprio qui che il nostro compito prende vita.
    Cercare di educare le nuove generazioni al culto dei valori veri della vita e dimostrare a chi ci snobba la nostra caparbietà* nel difendere i nostro stile di vita.
    Nella storia,la strada della verità* è sempre stata in salita ed è sempre costata sangue e sacrifici.
    Chi come noi legge e colleziona la storia,non per il senso del possesso,ma per il gusto della conoscienza e della riconoscienza queste cose le sa e le apprezza.
    I veri miti hanno solide basi consolidate sulla roccia del lavoro,del sacrificio e del dolore,gli altri sono effimeri abbagli e prima o poi si scontrano e si dissolvono contro la roccia.
    Intanto,oggi,comincio bene la gionata leggendo il tuo messaggio e sentendomi un pò meno solo nella condivisione dei miei ideali!
    BRAVA!!!!!!
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Buongiorno a tutti!!

    Sarò brevissimo!:

    GUAI A CHI MI TOCCA LA RES PUBBLICA!!!

    Un saluto fedelmente repubblicano!
    Ivano

  4. #4
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Valchiria capisco il tuo sfogo e non posso che sottoscrivere ogni tua singola parola scritta..
    128Legio praticamente mi ha rubato le parole dalla tastiera e riassunto e fotografato la società* di oggi (ed è stato buono poichè ci sarebbe da andare giù pesanti ma questo non è il luogo ed il momento).. Che dire.. prestare Giuramento alla Stato Italiano sembra una cerimonia come tante altre ma non è così (almeno per chi crede in certi Valori).. Io credo nello Stato e nella Giustizia anche se purtroppo alcune volte sembra che questi ti voltino le spalle ma una persona non deve perdersi d'animo e andare avanti per la sua strada e con i suoi Valori.. La società* di oggi viaggia in maniera frenetica insegue falsi miti che vengono sparati dai mass media e che durano certe volte come una stagione poichè subito dopo sotituiti da un clone.. poi per come il tutto sta girando alla rovescia basta vedere l'importanza che hanno dato a certi personaggi che si sono macchiati di delitti orrendi e così via.. Bisognerebbe azzerare alcune cose e ripartire con certi valori ed educazione civica dalla famiglia e dalla scuola.. Hai fatto bene ad esprimere il tuo pensiero ed esternare i tuoi Valori che sono condivisi dal sottoscritto.. ciao
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  5. #5
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Dimenticavo.. mi auguro che i toni di questa discussione rimangano calmi e pacati senza eccessi e con il rispetto di tutto e di tutti..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Concordando con le ultime parole di Viper,quoto tutto quanto detto da Voi fino ad ora.
    E,aggiungo,nell'ottobre del 93 gridai a gran voce:LO GIURO!
    E,sulle note dell'Inno Nazionale Italiano,mi emozionai.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Ricordo il "LO GIURO!!!" come se fosse oggi ed invece già* qualche annetto è passato da quel giorno.Mi viene ancora un brivido pensando al nostro Inno Nazionale,a quella massa di Ragazzi perfettamente schierati che all'unisono urlarono a voce spiegata la loro volontà* di fedeltà* alla Patria.Scusate,mi sono lasciato trasportare dai ricordi.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Italien
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Genova e Massa Carrara
    Messaggi
    4,855
    Quelle fatidiche parole, non le ho mai pronunciate (altri lo fecero x me), ma non era necessario... quando le cose si sentono dentro, non c'è alcun bisogno di gridarle.
    Quoto tutti (e tutto).
    LA MIA PAGINA "FORTIFICATA" SU FACEBOOK©: http://www.facebook.com/pages/Italien/323925510817

    Nel mezzo del cammin di questa vita, mostrassi alfin la truce metà oscura...
    ché la pazienza mia era finita, e lo baston calassi su ogne testa dura.


    Fatti non fummo, a viver come inermi... bensì pello inimico, far divorar dai vermi.


  9. #9
    Collaboratore
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Cicagna-Genova
    Messaggi
    871
    eh, il mio " LO GIURO " è un pò più lontano nel tempo ma lo ricordo come fosse ieri !!!
    e mi fa arrabbiare vedere la mia Patria, che per me è sacra in tutti i suoi confini, maltrattata a questa maniera e la mia, dico mia perchè tale la sento, bandiera così dimenticata e villipesa da troppi !! ( a parte quando ci sono i campionati del mondo di calcio, allora mettono fuori tutti la bandiera !!! ).
    Ancora adesso, quando sento il nostro inno, porto la mano al cuore e canto le parole con emozione, come al giuramento di mio figlio, in marina, che ho seguito in ogni momento partecipando con orgoglio con il mio basco amaranto in testa e le lacrime agli occhi !!

    anche io quoto tutti e tutto quanto letto fino ad ora.
    un saluto a tutti
    socio del Coordinamento Ligure Studi Militari ( C.L.S.M. )

    della folgore l'impeto !

    imparate a rispettare le donne Guerrieri, nelle mani di una donna nasciamo e nelle mani di una donna moriamo !!!!!

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    E' bello leggere queste cose, rinfranca il cuore e non ti fà* sentire una mosca bianca...
    Anche io ho gridato il mio "LO GIURO!" poco più di un anno prima di Mulon e l'emozione mista all'orgoglio era fortissima!
    Ma l'ho gridato anche una seconda volta quando, nell'ufficio del Comandante della Caserma Cavalleri di S. Giorgio a Cremano giurai di fronte alla Bandiera Italiana ricevendo i gradi da Sergente!
    Il mio dovere come cittadino in armi l'ho eseguito con il necessario impegno e senso di responsabilità*, carico di quei valori che Valchiria ha saputo esprimere così bene....
    Non ne ho mai parlato in pubblico del mio amore per l'Italia e dell'orgoglio di essere italiano. Oggi sembra un'anacronismo relegato a passati tempi eroici, i valori di oggi, come avete testimoniato, sono altri e più voluttuari, aimé.
    Leggendo le cronache nazionali non posso fare a meno di pensare a coloro che hanno donato la vita per consentirci di avere un mondo più libero e sicuro... e regolarmente mi viene un magòne misto a rabbia vedendo come viene ripagata la memoria di queste persone.
    Grazie Valchiria per quanto hai scritto e grazie a chi è intevenuto con la propria testimonianza.
    Riccardo
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •