Pagina 4 di 11 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 107

Discussione: Il soldato tedesco durante la 2gm, mezzi ed equipaggiamento.

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    [attachment=3:3k0w2bw6]Immagine 194.jpg[/attachment:3k0w2bw6]
    [attachment=2:3k0w2bw6]Immagine 304.jpg[/attachment:3k0w2bw6]
    [attachment=1:3k0w2bw6]Immagine 301.jpg[/attachment:3k0w2bw6]

    per finire riporto in aggiunta alle fonti già* citate delle nuove:

    The Panzer Division
    Osprey - Men at arms series.

    German Commanders of WWII
    Osprey - Men at arms series.

    Reportage di guerra 1939 - 1945
    Hobby & Work - Editrice Italiana.

    Blitzkrieg - Ricardo Recio Cardona
    Auriga Publishing International.

    dimenticavo........
    c'erano anche loro, ancora Infanterie Regiment , ma cresceranno.

    [attachment=0:3k0w2bw6]Immagine 310.jpg[/attachment:3k0w2bw6]

    Ciao
    Roberto
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    Ottime note tecniche!
    Infanterie Königin aller Waffen

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    Seguo tutto quello che fai con estremo interesse.
    Grazie Roberto

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    L`argomento trattato da Roberto ha compreso molteplici aspetti inerenti l`equipaggiamento e i mezzi in dotazione all`esercito tedesco con particolare approfondimento sulle mimesi usate ed il loro sviluppo, a tal proposito vorrei integrare con le foto a colori di un R.PzB 54 (Raketenpanzerbüchse 54) meglio conosciuto come Panzerschreck o Ofenrohr, il famoso bazooka tedesco impiegato in particolare sul finire della guerra nella strenua difesa del Reich come arma controcarro. L`esemplare in ottime condizioni mostra un mimetismo opaco realizzato a quattro toni che sembra sia stato adottato a partire dal 1945..

    [attachment=0:31kq5i25]a.jpg[/attachment:31kq5i25]
    Foto tratta dal n°92 di U&A
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Infanterie Königin aller Waffen

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    Salve,
    come da rito, prima di iniziare a postare, la canonica introduzione:
    Continua la ricerca che sto realizzando sull`esercito tedesco, sul suo equipaggiamento, sulle colorazioni, ect. ect. , per quanto mi sforzi, ciò non vuol dire che tale lavoro sia esente da inesattezze o lacune, del resto si sa ... nessuno è perfetto, quindi ogni tipo di integrazione e di aiuto è e sarà* ben accetta.
    Un ringraziamento particolare (in rigoroso ordine alfabetico) a: Andrea "Heer X" , Giancarlo "Mulà³n" , Luca "Lucas" , Luciano "cocis 49" e Pino "Unorosso", per le foto che gentilmente mi hanno fornito per questo lavoro, un grazie anche a Bigget e Lucas per alcune delucidazioni.
    Una gentilezza, vi chiedo cortesemente, per eventuali commenti, di attendere che abbia finito di postare il tutto.

    ...... eravamo più o meno arrivati a questo punto.
    [attachment=24:u4ce4ajb]Immagine 358.jpg[/attachment:u4ce4ajb]

    L`equipaggiamento personale alla fine del 1940.
    [attachment=23:u4ce4ajb]Immagine 380.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    Come già* abbiamo visto l`elemento cardine, non solo ornamentale, dell`equipaggiamento personale del soldato tedesco è il cinturone con fibbia, Koppel und Koppelschloβ, studiato appositamente per essere messo e tolto con la massima facilità* e rapidità*.
    [attachment=22:u4ce4ajb]Immagine 563.jpg[/attachment:u4ce4ajb][attachment=21:u4ce4ajb]Immagine 564.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La fibbia, Koppelschloβ, della Wehrmacht Heer introdotta dalla circolare militare HV36 N°114 del 24 gennaio 1936, (HV – Heeresverordnungsblatt), riprende il disegno base di quella adottata dalla Reichswehr, con la scritta "Got Mitt Uns" e ne sostituisce l`aquila con quella della Wehrmacht "Wehrmacht Adler" , con gli artigli dell`aquila a ghernire la svastica simbolo del Partito Nazional-Socialista.
    [attachment=20:u4ce4ajb]Immagine 622.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=19:u4ce4ajb]Immagine 654.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La pattina in cuoio, assente su quelle in due pezzi in alluminio considerate da parata, è presente sulle fibbie in alluminio o in ferro "da combattimento", concepita per dare spessore alla fibbia rispetto al cinturone e sopratutto a creare una naturale condizione di antiscivolamento della fibbia stessa, anche se pratica alquanto diffusa era il toglierla.
    [attachment=18:u4ce4ajb]Immagine 652.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La fibbia delle prime produzioni era realizzata in alluminio con l`inizio delle ostilità*, l`alluminio viene sostituito dal ferro, così come molti altri finimenti in alluminio dell`equipaggiamento tedesco, ciò è dovuto principalmente alla necessità* di dirottare il prezioso alluminio verso l`industria militare aereonautica.
    [attachment=17:u4ce4ajb]Immagine 612.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=16:u4ce4ajb]Immagine 615.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    Le Patronenkasten Modell 1911, derivate dal Modell 1909 della Prima Guerra Mondiale la cui capienza era di 60 colpi per singola cartucciera tripla (120 colpi complessivi nella normale dotazione di numero due Patronentaschen), nella Patronentaschen Modell 1911 viene ridotta la capienza esattamente alla metà*, portando a 30 colpi la portata per singola cartucciera tripla, per complessivi 60 colpi.
    [attachment=15:u4ce4ajb]Immagine 623.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    Le Patronenkasten venivano indossate dai soldati aventi in dotazione la carabina K98, con uniforme da campo, da parata e da servizio di guardia.
    [attachment=14:u4ce4ajb]Immagine 588.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=13:u4ce4ajb]Immagine 589.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=12:u4ce4ajb]Immagine 590.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    Realizzate inizialmente in 22 pezzi in cuoio granulato specialmente per le parti a vista, per eliminare i riflessi luminosi, avevano un sistema per l`aggancio e lo sgancio rapido, questo accorgimento rendeva possibile il montaggio e lo smontaggio di queste senza dover togliere o rimuovere il cinturone o altri componenti dell`equipaggiamento.
    [attachment=11:u4ce4ajb]Immagine 560.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=10:u4ce4ajb]Immagine 561.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=9:u4ce4ajb]Immagine 562.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La circolare militare HM34 N°83 (allgemeine Heeresmitteilungen) del 1 novembre 1934, introduce la modifica sulla Feldbluse Modell 33 modificata Modell 34, che insieme alle apposite Tragegurte, bretelle in canapa interne riceve quattro Seitenhaken, ganci per il sostegno del cinturone.
    [attachment=8:u4ce4ajb]Immagine 378.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=7:u4ce4ajb]Immagine 359.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La circolare militare HM35 N°156 del 3 aprile 1935, dispone la non distribuzione delle Tragerriemen für patronenetaschen, bretelle di sospensione per giberne, alle unità* che avevano ricevuto la nuova giubba.
    Con la circolare militare HM40 N°554 del 25 aprile 1940, viene introdotto un nuovo modello di gallone di grado a in rayon grigio a bassa visibilità* su panno feldgrau, tale circolare fa protendere l`introduzione della Feldbluse Modell 40, nella primavera del 1940 , le modifiche rispetto alla Modell 36 riguardano soprattutto l`uso del soppanno bluverdastroscuro che viene abolito dal colletto e dalle spalline (rimane al momento solo sul distintivo nazionale, per poco), anche se non di rado si potrà* osservare molti ibridi.
    Tale decisione nasce da due fondamentali fattori il primo è risparmiare, semplificare e velocizzare la produzione, il secondo, è per rendere meno visibile la blusa, nel suo insieme.
    [attachment=6:u4ce4ajb]Immagine 256.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    Tecnicamente la Feldbluse Modell 40 riprende in pieno il concetto di blusa concepita per il combattimento come la sua antenata la Modell 33, unica differenza la presenza sulla parte anteriore della Modell 40 dei fori per i ganci di sostegno per il cinturone.
    [attachment=5:u4ce4ajb]Immagine 603.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=4:u4ce4ajb]Immagine 604.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=3:u4ce4ajb]Immagine 681.jpg[/attachment:u4ce4ajb]
    La circolare militare HV38C N°344 del 22 aprile 1938, stabilisce una lista di effetti dell`equipaggiamento da portare durante il combattimento, ma senza definire precisamente le modalità* di trasporto, solo un anno dopo sarà* regolamentato il tutto.
    La circolare HM39 N°328 del 18 aprile 1939, dispone l`introduzione del Gepäckerleichterung der Schützen-Kompanien der Infanterie, pacchetto di equipaggiamento leggero per compagnie-fucilieri di fanteria, ossia il trapizio dorsale a A o anche basto in canapa a A.
    L`introduzione tra i capi dell`equipaggiamento del Gefechtsgepäck für Infanterie Schützenkompanien , telaio in canapa ad A per equipaggiamento compagnie di fanteria fucilieri e/o d`assalto , con cinghie in cuoio, fece si che tornassero indispensabili le bretelle a Y, con la circolare militare HM39 N°328 del 18 aprile 1939, se ne decreta l`adozione, con la denominazione di: Koppeltraggestell aus leder mit hilfstrageriemen, bretelle di sospensione in cuoio per il cinturone con bretelle ausiliarie, con la circolare militare HM40 N°216 del 15 febbraio 1940, vengono ufficializzate come bretelle di supporto e si abolisce il discorso delle bretelle interne e dei relativi ganci di sostegno, la prima denominazione verrà* semplificata dalla circolare militare HM40 N°431 del 2 aprile 1940, in: Koppeltraggestell für Infanterie, bretelle di sospensione per il cinturone per fanteria.
    [attachment=2:u4ce4ajb]DSCN8271.JPG[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=1:u4ce4ajb]DSCN8268.JPG[/attachment:u4ce4ajb]
    [attachment=0:u4ce4ajb]DSCN8263.JPG[/attachment:u4ce4ajb]


    segue
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAME

    [attachment=24:3bhl5b3f]DSCN8265.JPG[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=23:3bhl5b3f]DSCN8274.JPG[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=22:3bhl5b3f]DSCN8278.JPG[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=21:3bhl5b3f]DSCN8280.JPG[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=20:3bhl5b3f]Immagine 642.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=19:3bhl5b3f]Immagine 643.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=18:3bhl5b3f]Immagine 644.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    Beutel Zum Gefechtsgepäck für Infanterie Schützenkompanien, zainetto per equipaggiamento companie di fanteria fucilieri e/o d`assalto da attaccare al telaio in canapa ad A, realizzato in canapa in colore verde oliva-marrone o grigio, misura cm28 x cm 13 x cm 8,5. Conteneva di solito la corda per lo Zeltbahn, una camicia o maglietta di riserva, razioni alimentari, il Fettbüsche, utensili per mangiare, il fornellino Esbit con le piastrine di combustibile solido e altri oggetti che potevano variare da soldato a soldato a secondo delle proprie necessità* e delle disponibilità* del momento.
    [attachment=17:3bhl5b3f]y straps A Frame 022.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=16:3bhl5b3f]y straps A Frame 017.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=15:3bhl5b3f]y straps A Frame 018.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=14:3bhl5b3f]y straps A Frame 019.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=13:3bhl5b3f]y straps A Frame 020.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=12:3bhl5b3f]y straps A Frame 021.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=11:3bhl5b3f]y straps A Frame 023.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=10:3bhl5b3f]y straps A Frame 025.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=9:3bhl5b3f]Immagine 655.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=8:3bhl5b3f]Immagine 656.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=7:3bhl5b3f]Immagine 534.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=6:3bhl5b3f]Immagine 531.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=1:3bhl5b3f]foto A.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    Beutel Zum Gefechtsgepäck für Infanterie Schützenkompanien , zainetto per equipaggiamento companie di fanteria fucilieri e/o d`assalto da attaccare al telaio in canapa ad A, con parti e rinforzi in cuoio, risulta che proprio nel 1940 la ditta viennese fornì una cospicua partita di questi zainetti, marcato: C. Budischowsky Wien 1940.
    Budischovsky Carl & Söhne, Österreichische Lederindustrie A.G., Wien, Österreich.
    [attachment=5:3bhl5b3f]Immagine 532.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=4:3bhl5b3f]Immagine 529.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=3:3bhl5b3f]Immagine 533.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=0:3bhl5b3f]foto B.jpg[/attachment:3bhl5b3f]
    [attachment=2:3bhl5b3f]Immagine 536.jpg[/attachment:3bhl5b3f]


    segue
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    [attachment=24:1euc70go]Immagine 537.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=23:1euc70go]Immagine 538.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=22:1euc70go]Immagine 539.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=21:1euc70go]Immagine 571.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=20:1euc70go]Immagine 572.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=19:1euc70go]Immagine 657.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=18:1euc70go]Immagine 658.jpg[/attachment:1euc70go]

    Il Tornister Modell 1934, lo zaino caratterizzato dalle bretelle verrà* modificato nel Modell 1939, verranno tolte le bretelle e al loro posto verranno messi dei ganci per affardellarlo sulle bretelle a Y.
    [attachment=17:1euc70go]Immagine 558.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=16:1euc70go]Immagine 557.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=15:1euc70go]Immagine 565.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=14:1euc70go]Immagine 632.jpg[/attachment:1euc70go]
    Da annoverare anche il Rucksack für Artillerie, zaino specifico per artiglieria, introdotto su disposizione della circolare militare HM40 N°298 del 21 febbraio 1940, per truppe non montate dei reparti d`artiglieria, inizialmente la produzione e la distribuzione fu limitata alla specifica specialità*.
    [attachment=13:1euc70go]Immagine 554.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=12:1euc70go]Immagine 556.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=11:1euc70go]Immagine 555.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=10:1euc70go]Immagine 660.jpg[/attachment:1euc70go]
    Fettbüsche, entra in vigore su ordine della circolare militare HV38B N°203 del 1 giugno 1938, realizzato in bachelite, di norma in colore arancio e nero, ma se ne realizzarono anche varianti in altri colori meno usuali, come il rosso scuro, marrone, bianco, verde e beige.
    [attachment=9:1euc70go]Immagine 629.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=8:1euc70go]Immagine 574.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=7:1euc70go]Immagine 432.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=6:1euc70go]Immagine 433.jpg[/attachment:1euc70go]

    [attachment=5:1euc70go]Immagine 440.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=4:1euc70go]Immagine 439.jpg[/attachment:1euc70go]

    Essbesteck, combinazione coltello, forchetta, cucchiaio e apriscatole.
    Teoricamente questo kit doveva essere in dotazione a ogni soldato, ma molti preferirono il più semplice e pratico "Göffel" , ossia la combinazione Gabel/Löffel , cucchiaio/forchetta.
    [attachment=3:1euc70go]Immagine 573.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=2:1euc70go]Immagine 434.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=1:1euc70go]Immagine 435.jpg[/attachment:1euc70go]
    [attachment=0:1euc70go]Immagine 436.jpg[/attachment:1euc70go]


    segue
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    [attachment=17:3alysdwh]Immagine 438.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=16:3alysdwh]Immagine 437.jpg[/attachment:3alysdwh]

    Una variante del Brotbeutel Modell 1931, nel periodo sotto esame i finimenti metallici sono in ferro e il colore è in verde oliva marrone.
    [attachment=15:3alysdwh]Immagine 549.jpg[/attachment:3alysdwh]

    Il fornelletto da campo Esbit, accessorio sempre presente nel Brotbeutel o nel Beutel zum Gefeschtgepäck, veniva alimentato con delle piastrine di combustibile a base di alcool solido.
    [attachment=14:3alysdwh]Immagine 509.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=13:3alysdwh]Immagine 429.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=12:3alysdwh]Immagine 430.jpg[/attachment:3alysdwh]

    Per quanto concerne le Feldflasche Modell 1931 borracce e le Kochgeschirr Modell 31 gavette, è degna di nota la circolare militare HM41 N°435 del 23 aprile 1941, che dispone il colore verde oliva medio per i Trinkbecker, gavettini delle borracce (fino a quel momento tinti in nero) e per le gavette (tinte in feldgrau scuro), altra modifica, questa dettata dal risparmio dell`alluminio, fu il realizzare in ferro il manico della parte superiore della gavetta.
    [attachment=11:3alysdwh]Immagine 619.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=10:3alysdwh]Immagine 586.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=9:3alysdwh]Immagine 587.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=8:3alysdwh]Immagine 582.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=7:3alysdwh]Immagine 585.jpg[/attachment:3alysdwh]
    Verso la fine del 1941 si cominciano a realizzare i Trinkbecker, bicchierini per le borracce in bachelite nera, nel corso del conflitto ne saranno prodotti anche varianti di altro colore, per quanto concerne le dotazioni al personale dei reparti della sanità*, generalmente si aveva una borraccia per equipaggiamento personale e un`altra per uso da soccorso con bicchierino di diverso colore per distinguersi dall`altro.
    [attachment=6:3alysdwh]Immagine 630.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=5:3alysdwh]Immagine 631.jpg[/attachment:3alysdwh]

    Viene realizzato lo Stahlhelm Modell 40, l`elmetto modello 40, di struttura più robusta rispetto al Modell 35, la colorazione è in feldgrau scuro, stessa tinta in cui vengono ridipinti i Modell 35 il cui verde mela risulta troppo visibile, oltre alla disposizione già* citata dell`eliminare la decal con il tricolore imperiale.
    [attachment=4:3alysdwh]Immagine 628.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=3:3alysdwh]Immagine 591.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=2:3alysdwh]Immagine 592.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=1:3alysdwh]Immagine 595.jpg[/attachment:3alysdwh]
    [attachment=0:3alysdwh]Immagine 625.jpg[/attachment:3alysdwh]


    segue
    solo una breve pausa.....
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    Lo Zeltbahn Modell 1931 , anche conosciuto come Heeres Splitter Muster 1931, realizzato in tela di cotone artificiale impermeabile denominata Makostoff, stampato su ambo i lati con la livrea mimetica a schegge con effetto pioggia, tipica della Heer, aveva un lato più chiaro, ciò per meglio mimetizzarsi nelle varie situazioni ambientali.
    Nelle prime produzioni bottoni e occhielli per le asole sono in alluminio sabbiato, poi successivamente in zinco e poi in ferro, nelle ultimissime produzioni sarà* anche cambiato il verso delle asole per i bottoni.
    [attachment=24:2ht8vt8m]Immagine 570.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    L`equipaggiamento completo dello Zeltbahn, denominato Zeltausrüstung 31, comprende:
    Zeltzubehörtasche, sacchetta porta picchetti e paline.
    Zeltseil Modell 1892, una corda modello 1892, lunga due metri e di quattro millimetri di sezione, realizzata in canapa e generalmente tinta in nero.
    Drei Zeltstock Modell 1901, un elemento di sostegno modello 1901 in legno di Frassino con rinforzi alle estremità* in ferro.
    Zeltpflock Modell 1929, due picchetti modello 1929, in alluminio, poi realizzati in ferro, ce ne sono anche in resina realizzati per il teatro Nord-Africano e in legno eredità* della Prima Guerra Mondiale.
    [attachment=23:2ht8vt8m]set zeltbahn mulon.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=22:2ht8vt8m]Immagine 649.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=21:2ht8vt8m]Immagine 650.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=20:2ht8vt8m]Immagine 552.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=19:2ht8vt8m]Immagine 553.jpg[/attachment:2ht8vt8m]

    La Gasmaske Modell 1930 e la Gasmaske Modell 1938 furono i modelli standard in dotazione all`esercito tedesco durante il periodo bellico.
    [attachment=18:2ht8vt8m]Immagine 593.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=17:2ht8vt8m]Immagine 594.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    La maschera facciale della Gasmaske M30 era realizzata in tela gommata in colore verde oliva contornata da una cornice di morbida pelle di cuoio e gomma con funzione di intelaiatura e di tenuta ermetica, i visori di 8 cm. di diametro compresa la struttura metallica portante, anch`essa generalmente in verde oliva, sono smontabili con l`ausilio di una apposita chiave con uncini, questo per poter sostituire le lenti rigide esterne, le lenti interne sono in un derivato della celluloide, lo Zellon, facilmente sostituibili dall`interno rimuovendo il fermo metallico, la funzione della doppia lente era l`antiappannamento delle lenti stesse, ciò era possibile per lo spazio tra le due lenti che creava una camera d`aria.
    [attachment=16:2ht8vt8m]Immagine 674.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    La Gasmaske M38 era in gomma sintetica in colore verde o nero, decisamente più conveniente nella fase di produzione, dimostrava essere anche più pratica e robusta della M30, anche la M38 aveva il sistema delle doppie lenti, solo che la struttura portante del visore, di 7,5 cm. di diametro, era a graffe e questo richiedeva un intervento un po` più articolato per la sostituzione delle lenti esterne rigide, rimaneva invariato il sistema di supporto delle lenti interni.
    Ambedue i modelli erano prodotti in tre misure, dalla 1, la più grande, alla 3, la più piccola, disponevano anche di una tracolla, Tragband, per essere portate pronte all`uso.
    [attachment=15:2ht8vt8m]Immagine 678.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=14:2ht8vt8m]Immagine 679.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    Il canister (contenitore della gasmaske) destinato alla nuova Wehrmacht è modificato nel 1936 e consisteva in un un cilindro metallico corrugato verticalmente al fine di dare robustezza e chiuso in alto da un coperchio cernierato con all`interno una scatolina quadrata metallica per le lenti interne anti-appannamento di riserva, tinto in feldgrau, la tonalità* più chiara è classica dei primi modelli.
    Alto 25 cm. e 12,5 cm. di diametro, il canister subisce un ulteriore modifica nel 1938 quando l'altezza è portata a 27,5 cm.
    Su disposizione della circolare militare HM42 N°414 del 22 aprile 1942 è prescritto l`uso dei contenitori da 27,5 cm. alle unità* combattenti, mentre la tipologia da 25 cm. è destinata alle truppe di riserva o di retrovia, comunque sia, disposizioni militari a parte, la distribuzione del tipo alto non fu così rapida e capillare e almeno fino al 1942 inoltrato ci troviamo di fronte a truppe del medesimo reparto impiegate in prima linea equipaggiate con tutte e due i modelli, alto e basso.
    [attachment=13:2ht8vt8m]gm hx 5.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=12:2ht8vt8m]GM HX 1.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=11:2ht8vt8m]Immagine 675.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=9:2ht8vt8m]Immagine 576.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=10:2ht8vt8m]Immagine 676.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=8:2ht8vt8m]Immagine 677.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    Come per il resto dell`equipaggiamento nel 1938/39 erano in studio le varie modalità* di portare la Gasmaske, nel 1 giugno 1939 venivano redatte le prime prescrizioni "provvisorie".
    [attachment=7:2ht8vt8m]Immagine 671.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=6:2ht8vt8m]Immagine 673.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=5:2ht8vt8m]Immagine 672.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=4:2ht8vt8m]Immagine 683.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    Con la disposizione da circolare militare AWA del 26 novembre 1941 i contenitori saranno rinforzati nella saldatura verticale e sul fondo quindi contrassegnati con una "D" (gedichtet) sullo stesso, talvolta potrà* esserci una guarnizione all`interno del coperchio presumibilmente per preservare il contenuto dall`umidità* (foto a dx, collezione cocis 49).

    [attachment=0:2ht8vt8m]a.jpg[/attachment:2ht8vt8m]

    Il numero, spesso in colore bianco, che compariva sui contenitori e sulla maschera facciale, era una matricola di assegnazione e che veniva riportata anche sul Soldbuch.
    [attachment=3:2ht8vt8m]Immagine 670.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=2:2ht8vt8m]GM HX 2.jpg[/attachment:2ht8vt8m]
    [attachment=1:2ht8vt8m]GM HX 3.jpg[/attachment:2ht8vt8m]


    Segue
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: IL SOLDATO TEDESCO DURANTE LA 2GM, MEZZI ED EQUIPAGGIAMENTO.

    [attachment=23:2kzvkhog]GM HX 4.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    Il Gasplane, era un telo di protezione contro i gas, misura circa 200 x 120 cm. e poteva variare sia di fattura che di colore a seconda del periodo di produzione e del teatro operativo.
    [attachment=22:2kzvkhog]Immagine 618.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    Il modo corretto di portare la tasca per il Gasplane era quello di tenerlo attaccato alla tracolla del contenitore della Gasmaske mediante i due appositi passanti posti dietro la tasca, tale metodo però causava lo scivolamento della tasca lungo la tracolla creando qualche disagio, una direttiva della circolare militare HM49 N°381 del 18 marzo 1940, suggeriva di passare due volte la cinghia della tracolla nei passanti della tasca al fine di evitare scivolamenti.
    [attachment=21:2kzvkhog]Immagine 682.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=20:2kzvkhog]Immagine 567.jpg[/attachment:2kzvkhog]

    Alla fine del 1940, tra contratti con paesi amici, annessioni e territori conquistati, molto materiale riguardante armi veniva incamerato o fatto preda bellica e destinato ad equipaggiare i soldati della Wehrmacht, anche perché, ed è bene ricordarlo, nonostante i successi e l`apparente efficienza teutonica, l`industria bellica tedesca in realtà* rendeva al massimo il 60% delle sue possibilità* e questo fino al 1943, quando le redini dell`industria bellica passarono sotto il diretto controllo di Albert Speer.
    à? bene menzionare tra le pistole: le cecoslovacche VZ 24, VZ 27 e VZ 38 , l`austriaca Steyr-Pistole M12 in calibro 9 mm. , la polacca Pistole 35(p) o VIS wz.35 Radom , le belghe Mle. 10/22 e la Pistolet GP 9mm. , la francese Pistolet Mle 35A (SACM Petter) in calibro 7,65 mm. , la spagnola Astra 400 in calibro 9 mm. , la norvegese Browning m/1012 e m/1914 ed infine l`italiana Beretta Mo. 1934 in 9 mm.e la Mo 1935 in 7,65 mm.
    Ho tenuto particolarmente a citare le pistole in quanto queste andavano ad equipaggiare tutti quei soldati che per specifici compiti non avevano in dotazione la carabina K98, come ad esempio i carristi, i mitraglieri, gli addetti alle segnalazioni, i paracadutisti (i quali erano dotati della sola pistola nei lanci), ect.
    La produzione delle pistole d`ordinanza la Luger P08 e la Walther P38 non riusciva a compensare la reale necessità*.
    Vanno però debitamente menzionati tra la produzione tedesca la Walther P38, in calibro 9x19, la produzione ha inizio nel 1939, più semplice nella realizzazione, il suo compito è quello di sostituire la Luger P08, come pistola d`ordinanza, sebbene tecnicamente molto più affidabile della P08, molti soldati furono ritrosi al cambiamento, mantenendo la Luger P08 fino alla fine del conflitto.
    [attachment=19:2kzvkhog]Immagine 566.jpg[/attachment:2kzvkhog]

    Maschinenpistole 40 MP40 , calibro 9 x 19, caricatore o serbatoio da 32 colpi con un ritmo di tiro di 500 colpi al minuto, concepito come arma per i carristi fu messo subito nella produzione ad ampio raggio.
    Con l`esperienza maturata sul campo, i soldati non caricavano tutti e 32 i colpi, ma solo 27, in quanto i rimanenti e ultimi 5 colpi, oltre che rendere dura l`operazione di ricarica del serbatoio, con una lunga permanenza mettevano sotto stress la molla del serbatoio creando così problemi durante l`uso.
    [attachment=18:2kzvkhog]Immagine 577.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=17:2kzvkhog]Immagine 578.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=16:2kzvkhog]Immagine 382.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=15:2kzvkhog]Immagine.jpg[/attachment:2kzvkhog]

    [attachment=14:2kzvkhog]Immagine 645.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=13:2kzvkhog]Immagine 646.jpg[/attachment:2kzvkhog]


    I BALCANI E AFRICA SETTENTRIONALE

    Tutto fondamentalmente ha inizio all`alba del 28 ottobre 1940 quando truppe italiane dislocate in Albania varcano il confine Greco, ma già* il 31 ottobre la spinta offensiva si è esaurita, tant`è che l`8 novembre il Comando Italiano sul Fronte Greco/Albanese è costretto a diramare l`ordine di ritirata.
    Tale iniziativa italiana non fu ben accetta da Hitler il quale aveva piani ben diversi, era infatti nei suoi progetti iniziali, una volta spinto il pericolo a ovest il più lontano dai confini tedeschi, concentrarsi sull`invasione dell`Unione Sovietica prevista ad inizio primavera, ma slittata a quasi fine giugno, ciò dovuto alla crepa nella sicurezza che si era venuta a creare a sud.
    Il 20 novembre 1940 l`Ungheria aderisce al Patto Tripartito, seguita immediatamente dalla Romania e dalla Slovacchia.
    Il 13 dicembre 1940 viene messa allo studio ed elaborata da Hitler e dall`OKW la direttiva "Marita" per l`invio di 24 Divisioni tedesche nei Balcani.
    Nel frattempo in Africa Settentrionale gli italiani il 17 dicembre perdono a causa degli inglesi Sidi Omar e Sollum.
    Il 21 gennaio 1941 truppe britanniche attaccano Tobruk e il 22 gennaio lo occupano, il 3 febbraio il Generale Graziani a seguito dell`offensiva britannica ordina la ritirata generale e il ripiego delle truppe verso la Tripolitania.
    [attachment=12:2kzvkhog]Immagine 289.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    La situazione instabile che si era venuta a creare sul versante mediterraneo, portò Hitler ad intervenire, il 6 febbraio 1941, l'Oberkommando der Wehrmacht (OKW), decide l`invio di reparti tedeschi in Libia, denominata Operazione "Sonnenblume" (girasole), il cui comando è affidato al Generale Erwin Rommel.
    [attachment=11:2kzvkhog]Immagine 296.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=10:2kzvkhog]Immagine 295.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    Il 14 febbraio 1941 le prime truppe tedesche sbarcano a tripoli,
    [attachment=9:2kzvkhog]Immagine 277.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    ne fanno parte la 5° Leichte Division formata da elementi 3ª Panzer Division che iniziarono l`addestramento dal luglio 1940 in Slesia per prepararsi ad un probabile impiego nel teatro Nord Africano, ben al di sotto dell`organico convenzionale per una Panzer Division, contava solo su una Brigata Panzer, disposta su due battaglioni per un totale di 150 carri armati, aveva un supporto di tre battaglioni di fanteria, tre di artiglieria e del 3° Reparto Esploratori.
    [attachment=8:2kzvkhog]Immagine 274.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    Il 19 febbraio 1941, viene ufficialmente denominato il corpo tedesco di spedizione in Africa : Deutsche Afrika Korps.
    [attachment=7:2kzvkhog]Immagine 278.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=6:2kzvkhog]Immagine 637.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=5:2kzvkhog]Immagine 665.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    In aprile, la 5ª Leichte Division venne raggiunta in Africa dalla 15ª Panzer Division (formata alla fine del 1940), che però non arrivò prima che Rommel si fosse già* ripreso la gran parte della Cirenaica e subito attestato su posizione di difesa.
    [attachment=4:2kzvkhog]Immagine 663.jpg[/attachment:2kzvkhog]

    In quel momento, l'Afrika Korps consisteva di due divisioni più diverse unità* di supporto, ed era ufficialmente subordinato alla catena di comando italiana in Africa (anche se Rommel condusse l'offensiva senza alcuna autorizzazione).
    [attachment=3:2kzvkhog]Immagine 294.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=2:2kzvkhog]Immagine 280.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=1:2kzvkhog]Immagine 288.jpg[/attachment:2kzvkhog]
    [attachment=0:2kzvkhog]Immagine 298.jpg[/attachment:2kzvkhog]


    segue
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 4 di 11 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato