Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 33

Discussione: Il vero Falso od il Falso vero

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Beh,un po' si,altrimenti non sarei Mulon[self][]
    Ma tutto passa,se ci si capisce,ma noi non ci capiamo,ed io non capisco più niente.....

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    906
    perfetto, allora siamo in due[][][]
    Non prendere la vita troppo sul serio.....comunque vada non ne uscirai vivo...

  3. #23
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775
    Nessuno ha la verità* in tasca....si dovrebbe fare opinione e limitarsi a quella. ciao!!![incazz]e non datemi in testa.

  4. #24
    Utente registrato L'avatar di Alpino X
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Angolo Terme (BS)
    Messaggi
    3,368
    Io ho una mia opinione che evito spesso di esternare per non attirarmi le ire della gente.
    Ho notato diverse volte giudicare falsi dei pezzi che a mio modestissimo parere erano originali. Io ho esperienza pressochè nulla, ma mi riesce difficile pensare che per es. un elmetto che ha un piccolo difetto di decal sia falso, questo perchè la guerra non si faceva con le decal e una produzione in serie di milioni di esemplari ammetteva (e ammette tutt'oggi) dei difetti micro o macroscopici che siano, ovviamente i pezzi su cui si riscontrano quest'ultimi vengono scartati.
    Questo per dire: ok le "regole" di smascheramento dei falsi, ma ricordiamoci che chi produceva quegli oggetti era umano e quindi nessuno elmetto (sempre per riprendere l'esempio) è identico ad un altro.
    Un saluto
    <<< Nec videar dum sim >>>

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Toscana ( Gotenstellung ) Mugello
    Messaggi
    4,175
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea58

    Vi ringrazio per le risposte ma non tutti hanno l'amico che ha militato nell'esercito tedesco, perciò chiedo quali sono gli elementi da guardare per primi e che qualificano un falso.
    Se uno dovesse farsi la giusta esperienza prima di comprare farebbe a tempo a diventare vecchio. Alcune cose sono evidenti anche a me che non ho mai comprato niente. E' logico che un'elmetto arrugginito con una decal nuova sia tarocco però leggendo i vari forum ho visto mettere in dubbio talmente tanti oggetti che a questo punto non ci si dovrebbe neanche fidare della propria mamma.
    Cito Mulon "Poi,come ho detto,una volta che ti sono passati decine o centinaia di originali beccarne uno falso,anche se fatto da opera d'arte,non dovrebbe essere un problema" e mi sta bene ma prima che uno accumuli esperienza necessaria staremo a discutere sull'autenticità* del casco di Dart Fener.
    Forse il mio errore deriva dal tipo di collezione che pratico, le munizioni. Se è perfetta ne possiamo parlare ma se è rovinata la prendo in considerazione solo se fosse quasi impossibile trovarla. Vi faccio un esempio pratico, io ho un bossolo di 13x92 R tankgewer del 1918 che è un poco schiacciato. Ne ho anche uno attuale integro. Il 18 è costato di più dell'altro ma mi soddisfa meno perchè è rovinato.La differenza tra i due però non è cosi forte come tra gli elmetti. Per capirci il nuovo 10€ il vecchio 20€ e quando troverò quello completo d'epoca saranno magari 50€.
    Per gli elmetti invece le differenze sono molto più marcate. Si va dagli 80/100€ per un guscio rovinato fino alle stelle. Attenzione però che il guscio non è paragonabile come condizioni al vecchio Tankgewer.
    Da qui tutti i miei dubbi.
    Adesso la finisco di scocciarvi e vado a lucidare un poco di ottone.
    Ciao a tutti
    Ti voglio dire solo una cosa, pensi che le vernici usate più di sessant'anni fa siano le stesse di oggi? Pensaci un pò su e questo è soltanto un elemento che distingue un falso da un'originale........
    [ciao2]

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Ti voglio dire solo una cosa, pensi che le vernici usate più di sessant'anni fa siano le stesse di oggi? Pensaci un pò su e questo è soltanto un elemento che distingue un falso da un'originale........
    [ciao2]
    [/quote]
    Alcune si purtroppo, le vernici nitro come detto già* in altro forum risalgono a prima della guerra, ma a parte un elmetto che avesse odore di solvente nitro troppo evidente il ragionamento di Alpino X non fa una grinza. Le variabili sono cosi tante che probabilmente non esiste modo di smascherare falsi che non siano smaccatamente tali.
    Comunque io vado tranquillo perchè l'elmetto che cerco io è cosi fetente che si vergognerebbero a falsificarlo e grazie a dio cartucce false non credo ne facciano ancora.
    Ciao
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  7. #27
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775
    Green...pensi non sia possibile trovare della vernice con le caratteristiche "conoscendole" di 60 anni fà*....mi ricordo di amici collezionisti di mezzi militari e non che se le facevano fare,erano talmente impallinati che distinguevano la vernice FORD dalla WILLIS !!CIAO.

  8. #28
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Non ho mai visto una collezione grande o piccola,di un neofita o di un navigato collezionista,che sia esente dall'avere un falso!
    Personalmente nutro alcuni dubbi su pezzi che ho in collezione.
    Il problema sta,più che altro,nella psicologia umana.
    Quando una persona si convince di una cosa,non perchè gli sia stata spiegata o documentata,ma perchè la sua psiche l'ha comprovata,difficilmente si riesce a convincerlo del contrario o a farlo desistere dai propri propositi;e,naturalmente,non solo in campo collezionistico.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  9. #29
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    Ciao Andrea , ora ti racconto una storiella , ero con il banco ad una fiera di militaria e al venerdì vedo sul banco di un amico collega un kriegsmarine biscudo da far svenire ... gli chiedo quanto vuole e lui mi dice" Nicò ..lascialo stare che non fa per te!" era un bellissimo tarocco e io non mi ero accorto del trabocchetto....
    al sabato mattina viene un mio amico toscano al mio banco con in mano il krigsmarine e mi dice " l'ho appena acquistato per soli 800 eurozzi ,ho fatto un bel colpaccio!!!" io non ho avuto il coraggio di dire niente notare che l'acquirente (il mio amico tosco) ha più di 110 "crucchi " in collezione e che dovrebbe avere una certa esperienza.... eppure .....l'inc....a l'ha presa pure lui...
    non vi dico l'imbarazzo in cui mi sono trovato, non sapevo se dirgli che era una fregatura e che l'avevano fregato( e litigare di conseguenza con l'amico venditore) o se lasciar correre....
    ho lasciato correre.
    questo per dire che ci sono in giro dei tarocchi che non si riescono a distinguere...neanche da chi di elmi ne ha visti e toccati con mano a centinaia...
    ciao a tutti
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  10. #30
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Citazione Originariamente Scritto da coloniale

    Ciao Andrea , ora ti racconto una storiella , ero con il banco ad una fiera di militaria e al venerdì vedo sul banco di un amico collega un kriegsmarine biscudo da far svenire ... gli chiedo quanto vuole e lui mi dice" Nicò ..lascialo stare che non fa per te!" era un bellissimo tarocco e io non mi ero accorto del trabocchetto....
    al sabato mattina viene un mio amico toscano al mio banco con in mano il krigsmarine e mi dice " l'ho appena acquistato per soli 800 eurozzi ,ho fatto un bel colpaccio!!!" io non ho avuto il coraggio di dire niente notare che l'acquirente (il mio amico tosco) ha più di 110 "crucchi " in collezione e che dovrebbe avere una certa esperienza.... eppure .....l'inc....a l'ha presa pure lui...
    non vi dico l'imbarazzo in cui mi sono trovato, non sapevo se dirgli che era una fregatura e che l'avevano fregato( e litigare di conseguenza con l'amico venditore) o se lasciar correre....
    ho lasciato correre.
    questo per dire che ci sono in giro dei tarocchi che non si riescono a distinguere...neanche da chi di elmi ne ha visti e toccati con mano a centinaia...
    ciao a tutti
    Il tuo racconto mi ha allargato il cuore, vado tranquillo perchè forse alla fine quello che conta veramente è il piacere che si prova quando si trova "l'oggetto". Forse il detto occhio non vede è applicabile anche qui.
    Senza neanche stare a discutere sulla liceità* di certi atteggiamenti.
    Ciao
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato