Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Info identificare

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    3

    Info identificare

    Salve, qualcuno può darmi informazioni in merito a questo oggetto.
    Grazie
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Così al volo ti dico che è un dispenser per submunizioni chiamato anche "bomba a grappolo".
    Rimane da riconoscere la nazionalità ed il tipo di submunizione che trasportava...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    3
    Grazie per la risposta
    Potrebbe essere una M29 Cluster Bomb?

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Magari con qualche misura e con un'indicazione di eventuali marchi e scritte.........
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    Vediamo un po' anche se per ora non abbiamo le dimensioni, per tutta una serie di elementi dovrebbe essere un Dispenser M16 della classe delle 500 lb.

    Questo dispositivo era un contenitore aviolanciabile concepito per aprirsi durante la traiettoria di caduta e rilasciare il carico al suo interno.
    La natura del carico determinava la funzione e la denominazione del sistema: M29 se caricato con sub-munizioni M83, M105 se caricato a manifestini, ecc. ecc.

    Da quel poco che si può vedere dalle stampigliature, una delle poche che si legge bene è un "90 BOMBS"; ora , visto che il carico bellico della Cluster Bomb M29 era proprio di 90 sub-munizioni M83, si può ragionevolmente pensare che in effetti sia il contenitore M16 di una spezzoniera M29.

    Ora visto che la risposta l'hai ricevuta, potresti cortesemente darci una conferma su dimensioni e stampigliature dell'oggetto, come pure la conferma che non ci sono più elementi pericolosi al suo interno ?

    Inoltre potresti, sempre cortesemente, completare la tua presentazione che mi sembra alquanto scarna ?

    Grazie.
    stecol
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    ...e daje co sta spezzoniera...

    Ciao a tutti.
    Questo materiale è stato trattato ampiamente ed estesamente in questo topic...Bomba a farfalla americana

    Per evitare confusioni e non per puntualizzare la chiara descrizione dell'oggetto che ha fatto il buon Stecol, bisogna dire che il contenitore in realta' è una vera e propria bomba d'aereo che il vettore (l'aereo) sgancia e successivamente dopo un tempo predeterminato, durante la caduta, si apre, operazione disposta dalla spoletta a tempo meccanico posta sul naso dell'ordigno, che ne permette contestualmente la dispersione delle submunizioni o bombette o in inglese cluster-bomb/bomblets.
    Questo ordigno attualmente si chiama Cluster Bomb Units ma in origine nel secondo conflitto si chiamava Cluster o Cluster Adapter, per distinguerlo dalle bombe d'aereo classiche.
    I dispenser sono dei congegni che contengono le munizioni da disperdere, sono agganciati alle ali, alla carlinga o nel vano bombe ma disperdono semplicemente le bombette/submunizioni, rimangono agganciati al vettore e vengono successivamente riutilizzati.
    Infine il termine tutto italico di spezzoniera è relativo al sistema che conteneva le bombette, al tempo gli italiani le denominavano spezzoni, ovviamente per complicare le cose chiamavano con lo stesso termine sia gli ordigni di caduta che disperdevano le bombette che i veri e propri dispenser riutilizzabili.
    Arcano spiegato...spero.
    Ultimo particolare, come per le granate d'artiglieria alleate ( da 105mm aericane e da 25libbre inglesi) che disperdevano volantini e che erano semplici adattamenti campali di munizioni fumogene a base emissione, anche per questo sistema di dispersione impiegato dai velivoli, le prime dispersioni sono avvenute modificando in maniera campale i cluster adapter e solo successivamente ne sono stati sviluppati sistemi dedicati.
    Ciao Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    Come ho scritto prima i cluster sono stati impiegati modificando quelli che contenevano le M83 Butterfly...posto due foto tratte da un manuale dell'epoca e successivamente una che ritrae un addetto al caricamento dei volantini che inserisce gli stessi negli alloggiamenti del cluster... nella porzione di sinistra si puo' identificare dalle scritte come un M29 che originariamente conteneva le suddette M83 Butterfly.
    Ciao Francesco
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato