Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: ITA M33 nero M.V.S.N.

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    80

    ITA M33 nero M.V.S.N.

    Ciao a tutti, di recente sono venuto in possesso di questo bel M33 Milizia nero con fregio giallo in uso dal 1938.
    Di questi esemplari se ne vedono valanghe di FAKE, ma esaminando questo a me sembra buono ed e per questo che sarei grato di ricevere vostri PARERI ed OPINIONI!!!

    Il guscio marcato sulla falda posteriore T117 è verniciato in nero con una sola passata di vernice sia all`esterno che all`interno e non vi sono tracce di altre tinte sotto. Sia la vernice del guscio che quella del fregio hanno superato il test dell`olfatto, dell`ultravioletto e dell`acetone. Il cerchione interno e le placchette reggisoggolo sono sempre verniciate in nero e a mio avviso non presentano segni di manomissione. Il fregio, credo dipinto a mascherina misura 7,5cm in altezza e 6,5cm in larghezza e presenta al tatto un leggerissimo scalino. L`imbottitura è di spessa fattura e colore biancastro con passanti in ferro, presenta la cucitura posteriore a file parallele = e non è marchiata in nessun posto, se non con il nome del Milite. I rivetti che uniscono l`imbottitura al cerchione non presentano segni di manomissione, sono in ferro con capocchia bombata ed hanno prodotto una leggera ossidazione al contatto con la pelle. Il soggolo grigioverde non marchiato è sorretto dagli anelli a rettangolo.
    I bulloni d`aerazione sono tutti del tipo bombato con foro d`aerazione grande e senza scalino, ma le linguette posteriori nella parte interna che si apre a fiore sono diverse in quanto uno è formato da 8, l`altro da 5 e l`altro ancora da 4 linguette. Solo nel caso da 8 le linguette sono tutte uguali e regolari, mentre nel caso delle 5 e 4 sono irregolari. Anche se all`interno vi è una bella patina e sia le linguette che il cerchione non presentano i tipici segni di manomissione, questa dei bulloni d`aerazione è l`unica parte che mi lascia perplesso!

    A voi le foto per le vostre conclusioni!! In attesa del vostro parere, tanti saluti a chi parte, a chi torna e a chi non si è mosso!!

    Immagine:

    79,94*KB

    Immagine:

    134,71*KB

    Immagine:

    73,16*KB

    Immagine:

    136,06*KB

    Immagine:

    163,46*KB

    Immagine:

    170,25*KB

    Immagine:

    117,84*KB
    Tanti saluti .
    Marco S.
    -P.S.: CERCO MATERIALE WWII E VENTENNIO -

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    66
    Con tutto il rispetto mi sembra una riproduzione...
    Stefano

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991
    spiega pero'quali sono i punti che ti fanno pensare ad una repro,altrimenti il discorso non si sviluppa.saluti

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    274
    mah, difficile sopratutto per me che non è il mio campo, ma ho notato che, nel fregio, in basso a sinistra, il colore giallo copre un'escoriazione dell'elmo stesso, non so se mi spiego, sembra che il fregio a mascherina sia stato applicato su di un elmo gia rovinato! poi ovviamente è solo una mia impressione[][vedo]
    dario

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    66
    Come dice Dario, ci sono parti di fregio che sembrano essere stati spruzzati direttamente sopra a dei punti dove manca la vernice.Ma questo non è sempre un indizio valido al 100%.Però questo particolare si somma ai rivetti che sembrano del dopoguerra ed aperti all'interno come negli anni 50, il liner si vede che è stato smontato dal fatto che i ribattini sono schiacciati(indice di smontaggio con martello),il soggolo sotto al nero presenta colorazione che sembra kaki ed i suoi ribattini sono simili a quelli che posso comprare dal mio ferramenta...Comunque una ispezione con l'oggetto in mano è sempre migliore!!!
    E'solo un mio punto di vista non vi arrabbiate!!![:X]

    Immagine:

    125,17*KB

    Immagine:

    126,42*KB

    Immagine:

    164,54*KB

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683
    A me è capitato un fake grigioverde che in foto sembrava OK ma poi dal vivo ad occhio ho capito che qualcosa non andava.
    Cmq non ci ho perso niente perchè col venditore siamo arrivati a un accordo bonario con la restituzione di buona parte della somma sborsata.
    Una cosa che ho fatto (dopo una attenta analisi visiva) è stata quella di applicare nella parte interna dell'elmo una striscia di scotch che poi ho staccato ed è venuta fuori la vernice kaki.
    Poi con un po di sverniciatore ho completato l'opera.
    Infatti le vernici "recenti" si staccano subito con lo sverniciatore mentre quelle vecchie e secche (tipo la kaki) sono più dure ad andar via.
    Una volte mi è capitato un elmo M40 tedesco nero: ho usato lo sverniciatore e il nero è andato via mentre il grigioverde tedesco originale sottostante è rimasto lì nonostante diversi passaggi con il prodotto.
    Cmq sono convinto che l'unico modo certo per stabilire se un oggetto è un falso o meno è quello di conoscerne la storia e la provenienza: ci sono oggetti nuovissimi che hanno magari più di cento anni o oggetti che sembrano averne 70 ma magari sono dei fake invecchiati.
    Senza questa certezza il grado di originalità* di un pezzo si può calcolare, a mio parere, solo in via approssimativa.
    Per quanto riguarda gli M33 della milizia ho rinunciato ad acquistarne proprio per i troppi fakes in giro.
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    80
    GRAZIE A TUTTI PER I VOSTRI INTERVENTI!
    Penso proprio che ora, trascorso il ferragosto, contattero il venditore e gli restituirò l'elmo!
    Tanti saluti .
    Marco S.
    -P.S.: CERCO MATERIALE WWII E VENTENNIO -

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: ITA M33 nero M.V.S.N.

    Peccato questo elmetto sia stato rovinato cosi'. Il codice "I" della falda posteriore, infatti, e' estremamente raro. Ciao.

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di Tobruk1964
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    252

    Re: ITA M33 nero M.V.S.N.

    Sarebbe bastato vedere i fori d'areazione per capire che è un fake, e poi quel fregio a mascherina dai contorni così irregolari...!

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato