Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 27 di 27

Discussione: K.u.K. Schutzen Regiment nr.5

  1. #21
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    Ciao Andrea, cortesemente dovresti passare nella sezione PRESENTAZIONI

    Grazie.

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26
    Caro Plinio, la foto di un militare del 5° rgt. Schützen composto in gran parte di sudditi italiani della monarchia austriaca non è certo banale. Il rgt. in questione figura nell'organico della 112ª brigata di fanteria Landsturm di guarnigione nella base navale di Pola all'inizio dell ostilità nel 1915 (generale Szentgyörgyi). Truppe di seconda linea dunque perché gli austriaci non sapevano ancora come avrebbero reagito le popolazioni locali all'intervento in guerra dell'Italia, non a fianco degli Imperi centrali con i quali era alleata fino al giorno prima, ma dell'intesa.
    Vorrei dare un mio contributo circa le definizioni di impero e regno della monarchia austriaca che tanta confusione genera tra gli appassionati desiderosi di chiarezza. Innanzitutto suggerisco di non prendere tutto per oro colato ciò che proviene dalle varie enciclopie informatizzate di tipo “Wiki” (ormai tutti vi scrivono), però mi rendo conto che studi specifici da parte di ricercatori di espressione romanza, e non, sono rari e non defitivi, per cui ci si aggrappa a quello che si trova in rete sull'argomento.
    Ricordo brevemente che l'imperatore d'Austria era anche imperatore dell'antchissimo Sacro Romano Impero istituzione abolita con la forza da Napoleone I nel 1806 dopo sfolgorante vittoria di Austerlitz dell'anno prima. I soldati austriaci continuarono però a chiamarsi “imperiali” per antonomasia e nell'impero tutto era “kk” (ka-ka), esercito, istituzioni, amministrazioni ecc. fino al 1867, anno dell'Ausgleich, quando venne assunto il termine di k.u.k. In Italia si usa associare all'impero d'Austria anche l'Ungheria, ma quaest'ultima era un regno, come la Boemia, la Croazia e il Lombardo-Veneto prima ancora, ed è errato definire austro-ungarici gli “imperiali”. La questione meriterebbe maggiori approfondimenti, fuori luogo qui. Mi limito a precisare che dal 1867 l'esercito comune era k.u.k., la milizia territoriale tedesca k.k. (Landwehr), quella ungherese k.u. (Honvéd), intendendo la prima “imperiale-reale”, la seconda “reale ungherese”. Prima di quell'anno era tutto k.k. anche in Ungheria. Pur nella complessità l'amministrazione austriaca si è rivelata una delle più efficienti d'Europa.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Non confondiamo l'i.r. reggimento di fanteria n. 5 "Pola" (k.k. Landwehrinfanterieregiment Nr. 5 "Pola") dell'i.r. esercito nazionale austriaco (k.k. Landwehr) con l'i.r. reggimento di fanteria n. 5 "Pola" (k.k. Landsturminfanterieregiment Nr. 5 "Pola") dell'i.r. esercito (o milizia) territoriale austriaco (k.k. Landsturm).
    Al momento della leva, le reclute venivano sorteggiate per prestare il servizio militare nell'esercito detto "comune" (k.u.k.Heer), nell'i.r. esercito nazionale austriaco (k.k. Landwehr) se Cisleitani, o nell'r.u. esercito nazionale ungherese (m.k. Honved) se Transleitani.
    Il fiume Leitha segnava buona parte del confine tra i due paesi.
    Le reclute in soprannumero venivano mandate a casa, obbligate al servizio nell'esercito territoriale corrispondente.
    Oltrepassata l'età idonea per il servizio militare attivo, tutti i cittadini entravano a far parte dell'esercito territoriale, che non avrebbe dovuto essere impiegato in prima linea.
    La storia sarà diversa, e i "vecchietti", viste le perdite dell'esercito "comune" e degli eserciti nazionali nel primo anno di guerra, andranno in trincea come gli altri.

    Nel 1917 i reggimenti della Landwehr saranno rinominati Schützen.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26
    Citazione Originariamente Scritto da plinio Visualizza Messaggio
    Buonasera.
    Tempo fà* durante uno sgombero ho recuperato alcune fotografie relative al primo conflitto mondiale.
    Nel postare la prima vorrei avere alcune notizie riguardo lo K.u.K. Schutzen Regiment nr.5.
    Il perchè verrà* svelato con la seconda fotografia fronte-retro.
    Grazie Plinio
    Torno a commentare l'interessante foto del militare di Pola. Da notare la grafia del tedesco imitata in tutti i particolari ma evidentemente non corrente per chi scriveva (l'impegno di scrivere in stampatello è notevole e forse deriva dal un'istruzione scolastica) con l'errore di “bai” anziché il corretto “bei” (presso) e con la precisazione di OÖ (Oberösterreich) di cui Linz è capoluogo. Le formazioni d'assalto (Sturmtruppen) sorsero sul finire del 1916, a imitazione di quelle germaniche, riunendo i volontari ritenuti idonei di tutte le unità di fanteria. Famosa la scuola di Levico dove si tenevano i corsi di formazione per l'11ª Armata (1° corso sal 12 dic. 1916 al 15 gen. 1917). Il retro della foto è ancor più interessante perché riporta il timbro della compagnia mitragliatrici I (M.G.), dopo che, a partire da ottobre 1916, ogni btg. ne ebbe una su 4 armi (prima erano 2 riunite in un “reparto”), poi portate a 6 e quindi a 8 (1917). La MG-Komp. I apparteneva naturalmente al 1° btg.
    In merito alla confusione sui reggimenti Schützen, questa è generata perché prima appartenevano alla k.k. Landwehr (austriaca) e il n. 5 perse la denominazione k.k. Landwehrinfanterieremgiment “Pola” n. 5 (ex “Trieste”) per diventare semplicemente k.k. Schützenregiment n. 5 (marzo 1917).
    Nel 1918 il 5° rgt. Schützen (3 btg.) era inquadrato nell'Armata dell'est (Ostarmee) del gen. Krauss, 54ª div. Schützen (25° Corpo d'A.) 108ª brigata Sch., che operava sul fronte russo-rumeno. Nel settore italiano IV (Alpe di Fassa – Pordoi) il II/5° Schützen era in organico alla 13ª brigata di montagna (20° Corpo, 90ª div. di fant.).

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Come già detto, le Sturmtruppen non erano volontari, ma i reparti raggruppavano gli ultimi uomini atti al combattimento dei reggimenti AU.
    Gli altri militari facevano numero, buoni per presidiare e difendere una trincea, ma non certo abili per correre all'attacco.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26
    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal Visualizza Messaggio
    Come già detto, le Sturmtruppen non erano volontari, ma i reparti raggruppavano gli ultimi uomini atti al combattimento dei reggimenti AU.
    Gli altri militari facevano numero, buoni per presidiare e difendere una trincea, ma non certo abili per correre all'attacco.
    “Il 10 aprile (1917) a Levico, con gli elementi che si presentarono volontariamente da ogni singolo plotone d'assalto di queste compagnie scuola, venne formata la compagnia d'assalto n. 4.”
    Ernst Wißhaupt, Die Tiroler Kaiserjäger im Weltkriege 1914 – 1918, Wien 1936/2 p. 361

    Il Pal Piccolo, 17 giugno 1916.
    15476294 Pal Piccolo.jpg

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    “Il 10 aprile (1917) a Levico, con gli elementi che si presentarono volontariamente da ogni singolo plotone d'assalto di queste compagnie scuola, venne formata la compagnia d'assalto n. 4.”
    Ernst Wißhaupt, Die Tiroler Kaiserjäger im Weltkriege 1914 – 1918, Wien 1936/2 p. 3
    Forse qualcuno all'inizio... ma la realtà era ben diversa.

    Inoltre un libro ufficiale celebrativo del 1936 certe cose non le poteva (e non le voleva) dire.

    Sempre tutti eroi, da una parte e dall'altra.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •