Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: KATANE e TRADIZIONE .

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    KATANE e TRADIZIONE .

    DSCN7400.JPGMi sono sempre incuriosito del fatto che le Katane poste sul mercato costassero relativamente poco rispetto al ruolo trascendentale che viene loro attribuito, curiosando qua e là alla ricerca di notizie, mi sono imbattuto in una discussione di appassionati ed in parte ho capito il perchè.

    Alla fine della guerra gli americani occupavano il suolo nipponico usando la carota ed il bastone ( la carota era la coca-cola e l'occidentalizzazione il bastone la spoliazione dei beni ) tra questi beni vi erano le pregiate Katane, che mandate a casa come trofei riempirono ben presto i solai delle abitazioni statunitensi ........
    Questa spoliazione era aiutata dal fatto che, per fiaccare e cancellare definitivamente la fiera tradizione orientale gli abitanti del sol levante dovevano consegnare alle autorità tutte le Katane in loro possesso ( tanto importante era la spada nella cultura e tradizione giapponese ) ........... esse ammontavano a centinaia di migliaia, quelle più dozzinali ( la stragrande maggioranza ) furono rottamate, le altre andarono a far bella mostra sui caminetti Yankee in collezioni stratosferiche e nei musei d'oltreoceano .

    Quindi il mercato post bellico potè contare su tantissimi " pezzi " interessanti a prezzi contenuti........ fortunatamente per i Japu esiste una associazione che cerca di recuperare almeno i pezzi importanti per riportarli in patria.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,576
    E purtroppo non è l'unica delle oscenità perpetrate dagli USA rispetto al popolo del sol levante....
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  3. #3
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796
    Citazione Originariamente Scritto da maxtsn Visualizza Messaggio
    E purtroppo non è l'unica delle oscenità perpetrate dagli USA rispetto al popolo del sol levante....
    come non quotare???
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075
    Va' pero' notato che dopo Pearl Harbour e fino ad agosto del 1945, se non lanciavano le due bombe, la guerra si sarebbe protratta fino agli anni '50. Sino ad Agosto del 1945 gli USA persero quasi mezzo milione di soldati in quel teatro e l'idea di perderne almeno altrettanti per invadere il Giappone, non li allettava tanto. Si, di magagne enormi ne hanno fatte senza rispetto per nessuno, ma nel giudizio a posteriori, vanno considerate un mucchio di cose...non ultime le spade che erano in un certo senso il
    simbolo del Tenno, che sino ad all'ora non aveva mai perso una guerra.PaoloM

  5. #5
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796
    vero Paolo ma meglio anni 50 che tanti civili morti...................la guerra è e deve essere fatta da i militari e non dai i civili, purtroppo rimangono comunque coinvolti ma lanciare le due bombe atomiche è stato un atto spregevole non un atto bellico, almeno questo è il mio pensiero.

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  6. #6
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775
    Credo che la questione sia un' altra gente ............ Il Giappone era in ginocchio, il suo crollo era imminente ...... la questione va vista in base alle nuove geopolitiche che già si prefiguravano ........ l' Armata Rossa stava avanzando rapidamente travolgendo le divisioni nipponiche, il pericolo era che arrivasse prima a Tokio come già era arrivata prima a Berlino ...... davanti a questa prospettiva il " farla finita " per gli americani era inprescindibile, inoltre "testare" effettivamente la nuova arma e dare un AUT -AUT ai nuovi antagonisti avrebbe pesato non poco sul tavolo delle trattative per la " spartizione del mondo " .................. sinceramente credo che delle bombe atomiche se ne sarebbe potuto fare a meno ............ era questione di settimane, non di anni.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Scusa Mirco, riguardati bene i tempi: i russi dichiararono guerra al Giappone dopo le due bombe atomiche, non prima.

    Tra l'altro noi italiani veniamo sempre vituperati per la "pugnalata alla schiena" ai francesi, però nessuno ricorda mai questo identico comportamento russo.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #8
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775
    Vero ...... l' URSS intervenne l' 8 agosto, Hiroschima fu il 6 e Nagasaki il 9, ma questo non cambia il discorso ............ crediamo mica che i sovietici il 6 cascassero dal pero, e che gli uni non sapessero le intenzioni degli altri ............... era una corsa a chi arrivava prima anche questa.

    In quanto alla questione guerra .... ricordiamoci che nel 1939 i sovietici ed i giapponesi aprirono le ostilità in Mongolia, rimanendo poi con il " fucile al piede " fino al 45, poichè i loro " interessi " erano volti altrove ed a nessuno dei due conveniva aprire un secondo fronte.

  9. #9
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Non liquiderei la vicenda in modo semplicistico.
    In realtà moltissime spade sono considerate "tesoro nazionale" e sono considerate come reliquie. Di queste ben poche sono giunte negli USA...
    Le lame venivano tramandate per generazioni, curate e rispettate per secoli.... la gran parte delle più pregiate sono sfuggite ai predatori, nascoste in ogni dove, perfino nelle tombe.
    Se costano relativamente poco è perché quelle di qualità media e bassa sono oggetti relativamente comuni.
    Ma queste considerazioni vanno contestualizzate: le lame di maestri leggendari, di epoca d'oro, costano decine se non centinaia di migliaia di dollari.

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •