Pagina 1 di 12 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 114

Discussione: katane

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    2

    Exclamation katane

    untitled1.png untitled2.png

    Vi sarei grati se mi poteste fornire informazioni in rigurdanti le katane

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    italia
    Messaggi
    2,046
    ...sono interessato anch'io all'argomento, in modo particolare su una militare da Sottufficiale, bella molto essenziale nell'aspetto di lama prestigiosa e per la quale non sia necessario svenarsi per l'acquisto, Ciao Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  3. #3
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Mi spiace,ma propio non posso esservi d'aiuto.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  4. #4
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Ho trovato un esperto di Katane


    Immagine:

    24,92*KB
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Me ne Frego
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Localitā
    Londra
    Messaggi
    675
    Ah le Katane, il loro fascino, la mia passione....
    Ho' giusto una Shin Gunto da sottufficiale, prodotta nel 1944, ovviamente periodo Showa.
    Adesso dovete perdonarmi perche' non conosco molto la terminologia in italiano ma sono piu a mio agio con quella inglese/giapponese, ma faro' del mio meglio!
    OK, come noterete dalle foto, si distingueva da quella da ufficiale in parecchi punti:
    il manico (tsuka)era, dipendentemente dal periodo di produzione, o fatto in rame o alluminio come nella mia oppure, negli ultimi mesi del conflitto pure in legno, con riprodotto il tessuto che avvolgeva il manico (Ito)di quella da ufficiale.La lama, prodotta in serie, aveva una scanalatura, mentre quella da ufficiale era in genere piena, ed aveva vicino al ricasso (Habaki)stampato il numero di serie di produzione che era anche riportato in tutti i suoi componenti, tipo gli spacers (Seppa),la guardia (Tsuba)ed il fodero (Saya), come noterete nella mia, e il marchio dell'arsenale. La lama era fissata al manico mediante due viti al contrario di quella da ufficiale che era fissata da uno/due pioletti in bamboo (Mekugi). Aveva la dragona in pelle, mentre quella da ufficiale era in tussuto di colore diverso dipendentemente dal grado. La fodera era in metallo ed aveva la draga diversa da quella da ufficiale. La lama essendo prodotta in serie e non a mano col metodo tradizionale, non presentava la classica ondulazione del lato temperato (Hamon)e non aveva la firma (Mei)del fabbro nella parte d'essa che si inseriva nel manico, non visibile quindi se non prima smontata, ovviamente in caratteri Giapponesi (Kanji). La guardia era di stile diverso dipendentemente dal periodo di produzione, le prime essendo le piu' elaborate e belle. La mia fu' prodotta verso la fine della guerra e quindi la guardia era fatta in semplice ferro senza alcuna lavorazione ma semplicemente verniciata in nero.
    Ne ho' anche una da ufficiale dello stesso periodo......la volete vedere?
    [ciao2]



    Immagine:

    57,02*KB


    Immagine:

    76,67*KB


    Immagine:

    55,34*KB


    Immagine:

    41,62*KB


    Immagine:

    30,02*KB


    Immagine:

    55,63*KB


    Immagine:

    73,12*KB


    Immagine:

    54,05*KB


    Immagine:

    66,02*KB


    Immagine:

    66,96*KB
    I love the smell of Napalm in the morning.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    Piemonte
    Messaggi
    1,130
    Affascinante
    Novara fa da se'

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Me ne Frego
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Localitā
    Londra
    Messaggi
    675
    Ecco immagini di un'altra Shin Gunto da sottufficiale prodotta all'inizio del conflitto e quindi di miglior fattura.
    Non e' mia ma se la volete...........
    Da notare i marchi d'arsenale ed il fatto che la guardia piu' elaborata e' fatta in ottone.
    [ciao2]



    Immagine:

    26,52*KB


    Immagine:

    26,73*KB


    Immagine:

    41,36*KB


    Immagine:

    36,07*KB


    Immagine:

    27,82*KB


    Immagine:

    24,75*KB
    I love the smell of Napalm in the morning.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    Piemonte
    Messaggi
    1,130
    ciao, ammetto che sono molto affascinanti, poi io amo i film giapponesi sui samurai, una curiositā*, tempo fa lessi su un giornale d'armi che in pakistan producono(oltre ad altri modelli) katane della 2gm molto ingannevoli, confermi?
    Novara fa da se'

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Localitā
    italia
    Messaggi
    2,046
    ...bella la seconda, sobria e poco orientaleggiante, essenzialmente militare,
    se pui fornirmi indicazioni, Ciao Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Me ne Frego
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Localitā
    Londra
    Messaggi
    675
    Risposta a Mal d'Africa: non sono a conoscenza di copie prodotte in Pakistan ma sono sicuro di copie dalla Cina (cos'e' che non fanno i nostri amici orientali), alcune molto crude, altre veri capolavori che comunque non fregano chi abbia un po' d'occhio, ho sentito di copie provenienti anche dall'Australia, quindi prudenza ragazzi........Bisogna considerare che l'80% delle katane fu' arreso dai giapponesi agli americani durante la loro occupazione del dopoguerra a seguito legislazione loro imposta, intenzionata a strappare loro lo spirito guerriero, Bushido, appunto rappresentato da questo strumento di guerra. Un divieto sulla loro produzione fu' anche imposto.
    Risposta a Savoia: be' non so' esattamente quale informazione cerchi,potrei scrivere volumi a riguardo. Se parliamo di katane della IIGM e quindi del periodo Showa, esse per la stragrande maggioranza erano prodotte industrialmente e temperate ad olio, di poco valore storico. Essendo il loro costo entro la portata di molti, sono le favorite dai collezionisti in generale. Se poi intendi parlare di lame prodotte nel periodo Edo o Meiji, preparati col libretto degli assegni, stiamo parlando di migliaia di euro: lame prodotto di una lavorazione a mano dai grandi maestri, partendo col battere all'incudine lastre di acciaio di diversa qualita' per ottenere una lama unica di caratteristica robustezza e flessibilita',il lato da affilare coperto in speciale argilla, rimesse sulla fonte di calore, temperate in acqua a raffreddare poi rimossa l'argilla, si rivelava il classico riflesso ondulato. La granatura della lama rifletteva il tipo di produzione, la scuola di produzione ed il suo periodo.
    Si lo so' mi sono lasciato andare, perdonatemi....sempre pero' disposto ad approfondire se interessati!!
    [ciao2]

    Ed ecco le foto della katana da ufficiale che avevo promesso.
    Anch'essa prodotta nel 1944-45 e quindi non bellissima ma comunque sempre di un certo fascino. Da notare la dragona di colore marrone/blu del grado di tenente o capitano ed il meccanismo a molla che la sicurava al fodero.



    Immagine:

    23,43*KB


    Immagine:

    41,01*KB


    Immagine:

    44,76*KB


    Immagine:

    57,25*KB


    Immagine:

    46,27*KB


    Immagine:

    59,71*KB


    Immagine:

    60,19*KB


    Immagine:

    48,84*KB


    Immagine:

    47,95*KB


    Immagine:

    45,29*KB


    Immagine:

    43,78*KB


    Immagine:

    45*KB


    Immagine:

    46,1*KB


    Immagine:

    26,64*KB


    Immagine:

    40,78*KB


    Immagine:

    44,11*KB


    Immagine:

    49,67*KB


    Immagine:

    47,37*KB


    Immagine:

    51,18*KB


    Immagine:

    50,93*KB


    Immagine:

    45,44*KB


    Immagine:

    48,23*KB


    Immagine:

    66,37*KB


    Immagine:

    70,93*KB


    Immagine:

    76,73*KB

    Il piccolo martellino e' l'attrezzo usato per rimuovere i piolini di bamboo. Ho voluto mostrare le varie fasi di smontamento del manico sino a rivelare i caratteri che indicano la data e la scuola di produzione. Questa lama ha la rara combinazione di due marchi, il primo del periodo Showa e l'altro della prefettura di Tokyo dove fu' prodotta
    I love the smell of Napalm in the morning.

Pagina 1 di 12 12311 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB č Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] č Attivato
  • Il codice [VIDEO] č Disattivato
  • Il codice HTML č Disattivato