Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 13 di 13

Discussione: Katyn

  1. #11
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    Re: Katyn

    Citazione Originariamente Scritto da odilo
    Citazione Originariamente Scritto da EnzoLuca
    Ho appena visto su Sky il film Katyn.
    Una storia che non conoscevo e che mi ha colpito molto.
    Tra l'altro ha mostrato come la Polonia uscita da una occupazione ne ha subito subita un'altra.
    E se al posto degli Americani fossero arrivati i Russi anche da noi?
    Noi a Trieste abbiamo avuto per 40 giorni l'occupazione delle truppe di Tito. Giorni di paura dove le persone sparivano solamente perchè erano italiani (ma anche per vendette trasversali e vecchi regolamenti di conti personali, sia beninteso), la pulizia etnica da noi è stata applicata buttando le persone nelle cavità* carsiche chiamate "foibe". Li in quei giorni finiva tutto e tutti. La più famosa è quella di basovizza dove vennero trovati anche distintivi neozelandesi e del commowealth..... oltre a metri e metri cubi di resti umani decomposti.
    Se invece c'erano i russi non succedeva questo ma: oltre alle esecuzioni sommarie direttamente in strada durante le prime ore di occupazione seguivano il saccheggio in massa e la violenza carnale su tutte le donne dai 14 ai 90 anni oltre alla deportazione in russia dei nemici del popolo....



    Questo non è un giudizio politico o morale ma è solamente una esposizione dei fatti sia beninteso per tutti e non cominciate a rompere con controbattere con nazisti e fascisti che di porcherie ne han fatte anche loro, roba da far vomitare il maiale ma questa è ancora un altra storia, specie nelle nostre terre dove si è sofferto prima,durante e dopo.
    N° 1 nelle foibe ci sono finiti anche esponenti della resistenza e partigiani comunisti "stalinisti"
    Questo rientra nlla necessità* di Tito di "limpienza" sul territorio onde potersi barcamenare tra oriente e occidente, in previsione di garantirsi il ruolo di stato-cuscinetto.
    N° 2 nessuno può fare congetture sui sovietici, ciò che accadde in Germania (comportamento inumano) non accadde in nessun' altro paese aggressore dell' URSS. Romania, Ungheria, ecc...ecc...che mantennero durante l'occupazione un atteggiamento molto meno bestiale.
    N°3 Non è un'altra storia, decine di anni di " italianizzazione forzata " ce li vogliamo dimenticare...

    Lungi da me scusare o sminuire la violenza titina o sovietica, ma nel dare giudizi esistono anche le attenuanti, e 20 milioni di morti solo in URSS senza contare il resto d' Europa dopo una guerra di conquista e sottomissione ( alla quale anche i triestini hanno partecipato ) fanno incazzare !

    Per il moderatore....non stò facendo politica, questi sono fatti storici. grazie!

  2. #12
    Moderatore L'avatar di Italien
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Genova e Massa Carrara
    Messaggi
    4,855

    Re: Katyn

    E visto che i fatti storici, così come la politica fanno "incazzare" gli animi (e questo nel forum non possiamo permetterlo)... non c'è due senza tre.
    Topic chiuso. Agli admin la decisione se riaprirlo o meno.
    LA MIA PAGINA "FORTIFICATA" SU FACEBOOK©: http://www.facebook.com/pages/Italien/323925510817

    Nel mezzo del cammin di questa vita, mostrassi alfin la truce metà oscura...
    ché la pazienza mia era finita, e lo baston calassi su ogne testa dura.


    Fatti non fummo, a viver come inermi... bensì pello inimico, far divorar dai vermi.


  3. #13
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: Katyn

    Posso dire solo una cosa?

    Ciò che nella storia è stato fatto, da sempre, in maniera più o meno efferata, più o meno programmata, più o meno feroce e spietata è successo quando i nazionalismi, le ideologie, le presunte fedi religiose o qualche altro tarlo sociale si è insinuato nei popoli, è avvenuto perché si creano divisioni, odi e rancori, basati sull'appartanenza ad uno od un altro gruppo che si considera allo stesso tempo superiore e nel contempo minacciato, quando addirittura non perseguitato.

    Se oggi si continua a creare "schieramenti" è inutile parlare di storia e portarla sempre ad alibi e paravento delle nostre argomentazioni.

    E' dalla testa di ognuno di noi, non c'entrano governi o partiti politici o -ismi, è dalla testa, e dal cuore, di ciascuno di noi che queste divisioni devono essere superate.

    Altrimenti, la storia che presuntuosamente portiamo sempre a nostro favore, peggio ancora perché noi, da appassionati, ci vantiamo di conoscerla, dicevo, la storia non ci ha insegnato davvero nulla.

    O meglio, lei ci ha provato, ma noi lo rifiutiamo, evidentemente, perché continuamo ad ascoltare di più la nostra superbia e presunzione.

    E continueremo per l'eternità* a scannarci allegramente, gli uni con gli altri, convinti di essere comunque dalla parte giusta, convinti che noi siamo i "buoni" ma comunque si "debba" fare.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •