Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: La canzone delle mele

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    La canzone delle mele

    ______________________________

    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele
    vi voglio mostrar!

    Nella strada sento giā
    quella voce che ti fa: Oooooooh!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!

    Col suo vecchio carrettin
    vende frutta quell'omin: Oooooooh!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!

    La gente intorno vuol comprar
    e l'omino seguita a cantar:

    Che mele, che mele,
    son dolci come il miele,
    son toste, son grosse,
    son pronte da mangiar.

    Chi mangia le mele
    va sempre a gonfie vele
    son buone, fan bene,
    le dita fan succhiar.

    Vendo frutta e le banane,
    il cocco e l'ananas,
    tutta frutta prelibata
    che vien da Caracas.

    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele
    vi voglio mostrar!

    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele
    vi voglio mostrar!

    Nella strada sento giā
    quella voce che ti fa: Oooooooh!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!

    Col suo vecchio carrettin
    vende frutta quell'omin: Oooooooh!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!

    La gente intorno vuol comprar
    e l'omino seguita a cantar:

    Che mele, che mele,
    son dolci come il miele,
    son toste, son grosse,
    son pronte da mangiar.

    Chi mangia le mele
    va sempre a gonfie vele
    son buone, fan bene,
    le dita fan succhiar.

    Vendo frutta e le banane,
    il cocco e l'ananas,
    tutta frutta prelibata
    che vien da Caracas.

    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele!
    Che mele, che mele, che mele
    vi voglio mostrar!

    __________________________
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Questa canzone, popolarissima nei primi anni '40, deriva da uno spettacolo di rivista, genere teatrale allora in voga e divenne tra il '43 ed il '45 canzone di marcia "ufficiosa" del Btg. Arditi Forlė della Rsi.
    Il reparto, caratterizzato da assoluto volontarismo, nacque dopo l' armistizio dell' 8 settembre attorno ad un consistente nucleo di piloti e avieri romagnoli che - rimasti senza aeroplani - si adattarono a combattere come fanteria, venendo aggregati stabilmente ad una Divisione della WH.
    Oltre a cantarla durante gli spostamenti, gli arditi avevano una singolare abitudine: durante le sfilate marciavano affardellati e perfettamente inquadrati a passo romano finchč, approssimandosi alla tribuna dellle autoritā, invece del regolamentare "Attenti a..." ricevevano il comando "Meleee...".
    A quel punto tutto il reparto cantava le parole, ripetendo con perfetta sintonia i passi di danza e le sinuose movenze delle ballerine d' avanspettacolo, quasi un flash-mob ante litteram.
    Allontanandosi poi, riprendevano il regolare passo romano.
    Ciō seminava sgomento e costernazione fra i legnosi generali teutonici, ma era tollerato dal loro divisionario che ben conosceva lo spirito combattivo di quei sanguigni romagnoli.
    In combattimento contro gli angloamericani erano infatti equiparati alle migliori truppe tedesche, tanto che ebbero le migliori armi a disposizione (MG 42, Panzerfaust, kar.98 k)...
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di gotica68
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Localitā
    toscana
    Messaggi
    1,421
    bella spiegazione e molto interessante grazie!

  4. #4
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Localitā
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,396
    Grazie per questa notizia di cui ci hai fatto partecipe e che non conoscevo minimamente.
    sven hassel
    duri a morire

  5. #5
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Ne parla Giorgio Pisanō nel suo ULTIMI IN GRIGIOVERDE...
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •