Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: La costruzione degli accampamenti nell'esercito romano

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Localitā
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    La costruzione degli accampamenti nell'esercito romano

    L'organizzazione contraddistingueva ogni aspetto della vita militare dei legionari. Per gli accampamenti vigevano delle regole precise. Riferisce lo storico greco Polibio (206 a.c. - 124 a.c.) nelle sue "Storie" che quando l'esercito deve accamparsi, un tribuno e il centurione che ne hanno l'incarico precedono gli altri per prendere visione del luogo in cui l'esercito deve accamparsi. Presa dunque visione del luogo fissano in esso il punto in cui deve essere innalzata la tenda del console e stabiliscono poi con quale orientamento e lungo quale fianco della tenda del console si debbano collocare gli altri alloggiamenti. Dopo di che stabiliscono l'area del pretorio, poi stabiliscono la linea su cui dovranno essere collocate le tende dei tribuni infine tracciano la linea parallela a questa su cui dovra' essere collocata la prima fila delle tende dei legionari. Allo stesso modo stabiliscono dette misure e luoghi dall'altra parte della tenda del console. Queste operazioni, dice Polibio, vengono compiute in breve tempo perche' le distanze e le misure sono sempre le stesse quindi la misurazione e' facile. Fatte queste misurazioni viene fissata una insegna nel luogo dove deve essere innalzata la tenda del console, poi viene fissata una seconda insegna nel lato scelto per gli alloggiamenti, poi una terza insegna in mezzo alla linea su cui devono essere collocate le tende dei tribuni, poi una quarta su quella lungo la quale devono essere collocate le tende dei legionari. Queste insegne sono rosse tranne quella del console che e' bianca. Per gli altri luoghi vengono collocate delle lance oppure insegne di altri colori. Fatto questo indicano la misura dei singoli quartieri e piantano una lancia nella posizione di ciascuno di essi. Cosi' quando l'esercito arriva e' facile per ciascuno orientarsi sull'innalzamento delle tende e sulla costruzione dei quartieri perche' ciascuno occupa nell'accampamento sempre lo stesso posto e sa esattamente in quale quartiere o in quale punto del quartiere deve attendarsi. In questo modo l'esercito entra nel luogo dell'accampamento e si distribuisce in maniera molto ordinata. La struttura dell'accampamento romano, conclude Polibio, e' sempre la stessa, nota a tutti nonche' facile e rapida da costruirsi. Ciao.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Localitā
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Interessante, non conoscevo questi dettagli...
    Non doveva essere facile individuare il luogo adatto tenendo conto che almeno in Europa all'epoca la foresta copriva ininterrotta la gran parte del territorio...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    Č tempo di morire. (Blade Runner)

  3. #3
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Localitā
    GENOVA
    Messaggi
    5,795
    credo usassero principalmente zone facilmente difendibili e se possibile collinari inoltre a volte per fortificazioni stabili usavano tagliare la legna in loco.
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Localitā
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519
    Una immagine schematica reperita nel web di un accampamento romano "tipico".
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  5. #5
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Localitā
    GENOVA
    Messaggi
    5,795
    Ottimo gertro, ecco qui altre imamgini sempre prese dalla rete che aiutano molto su come fosse un accampamento romano:

    accampamento.jpg come da sito della treccani

    accampamento romano come descritto da Polibio.jpg come indicato da Polibio

    Castrum_romano_accampamento_tipo_castrum_Roma_Lazio_Italia_A_Va_castrum1.jpg tipico castrum romano

    filename-img-1569-jpg.jpg il castrum romano davanti a Masada, credo ancora visibile oggi

    accampamento-romano-di-aquis-querquennis_151247.jpg resti dell'accampamento di Aquis Querquennis Aquis Querquennis - Wikipedia, la enciclopedia libre

    img44.jpg resti di accampamento romano nel Northumbeland

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di leandro53
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Localitā
    Pieve di Cadore
    Messaggi
    662
    in fase si scavo archeologico al passo Montecroce Comelico (giā postato poco tempo fa)
    misura 63x63 metri circa (al momento sembra l'unica trovata in Italia)
    scoperta una fortezza vichinga in Danimarca
    Visita www.katubrium.it

  7. #7
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Localitā
    Prov. TO
    Messaggi
    6,569
    Grazie Gertro e grazie a tutti per le preziose integrazioni!!
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •