Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21

Discussione: la mamma dei cretini...

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    573
    commentare questi fatti è sempre triste,mandare in rovina il lavoro fatto con passione da altri,solo per puro divertimento o noia è da stupidi,
    concordo nel fatto che un bell'annetto di militare farebbe bene ai ragazzi di oggi,come fu utile per noi in altri tempi,

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    4,665
    Dopo venti anni di televisione commerciale che ha imposto ai giovani il modello del coatto furbetto, disonesto e opportunista come modello positivo e vincente non credo proprio che fare un anno di militare possa servire a qualcosa...
    Nel mio caso durante il servizo militare, per sopravvivere, ho imparato a imboscarmi, a scansare le responsabilità, a fregare il prossimo a livello industriale... e erano gli anni 80.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    372
    Citazione Originariamente Scritto da Klaudio Visualizza Messaggio
    Io un commento invece lo aggiungo volentieri ...

    Personalmente, da quando hanno tolto l' anno obbligatorio di leva purtroppo, ho notato un graduale e progressivo "rincoglionimento" giovanile.
    Valori come patriottismo, divisa e bandiera ( già ... dimenticavo ! Le partite di calcio della Nazionale ... li si guai a non conoscere il nostro Inno ! ) sono oramai dimenticati ...
    Avrebbero avuto l'opportunità di far parte di qualcosa di + serio e forte che non una chat di gruppo ...
    Avrebbero imparato a rifarsi il letto, a curarsi ed a curare, a rispettare i + anziani ( una ruota che gira, questa ... non l hanno capita ma la capiranno ... ) ad apprezzare di più il Paese natio dopo un anno intero di permanenza fuori casa, a ripulire bene dove si sporca ...
    Son figli d questi tempi dove il nulla e l' apparenza imperano, son figli di queste trasmissioni televisive orripilanti dove ti fanno capire che più zoxxola sei e meglio ti piazzerai nella vita e di questi "idoli" ( i calciatori ) dalle loro crestine multicolori e dai corpi ipertatuati ...
    Con questi "ideali" dove credete che andremo a finire ?
    Si annoiano .... so ragazzi ... poveri noi.
    Quoto in pieno.
    Per non dimenticare

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Messaggi
    16
    sono d'accordo con Kleiner Pal. Non è un anno di militare a fare un uomo, ma i precedenti 18/20 anni con la famiglia. Io ho fatto il militare negli anni 80, ma non è stato quest'anno ad insegnarmi le buone maniere ed a essere indipendente. Mi madre ci ( inserisco anche mio fratello ) ha insegnato a gestire la nostra vita fin da ragazzi e ci ha resi indipendenti e rispettosi degli altri. Non è un professore ad insegnarti l'onesta ed il rispetto con l'educazione civica, ma i tuoi genitori con le loro azioni di tutti i giorni. Non è un ufficiale ad insegnarti il rispetto delle regole, ma un padre ed una madre che ti danno l'esempio di vita sociale.

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di Deutschland Ely
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Pavia
    Messaggi
    190
    Io sono troppo giovane, sono nata in un'epoca senza leva militare e senza il rispetto per le cose e per le persone. Lo vedo tutti i giorni, con i ragazzi della mia scuola, e fare l'insegnante è dura con questi giovincelli: non sanno nemmeno che cos'è il rispetto, neanche il concetto hanno. Tutto è dovuto, tutto è loro. Siccome tutto è loro, tutto si può sfasciare, danneggiare, incendiare ecc ecc.

    Non sanno come divertirsi, la droga e l'alcol sono ormai a buon mercato, che facciamo sta notte? Massì, sfasciamo quel rifugio che non serve a nulla...

    Non li giustifico, ma secondo me il problema qui prima di tutto sono i genitori, la famiglia, che è quasi sempre assente o troppo protettiva ("mio figlio? No, è un bravo ragazzo, sono gli altri"; oppure "ma sono ragazzi, che vuoi che sia!"), poi la società che invece che responsabilizzare fa passare sempre questo modello del furbetto, dello scansafatiche che comunque ottiene tutto, del ragazzo che è giovane e si deve divertire, che le cose vecchie sono vecchie e quindi possono essere distrutte.

    Gli ideali non esistono più, i valori nemmeno, non in Italia, non per i giovani.

    E', purtroppo, un dato di fatto.

    Detto ciò, come minimo gli farei ricostruire tutto sotto la neve e il gelo.
    "Sapessimo prima di quando partiamo, che il senso del viaggio è la meta."

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    292
    ma di stiamo a parlare? e continuiamo a chiamarli ragazzi? e i genitori? vogliamo parlarne? l'anno scorso il preside di un liceo di roma aveva dato disposizione che ad una certa ora il portone venisse chiuso, semplicemente per far rispettare l'orario delle lezioni e per rispetto verso gli studenti che arrivavao in orario. bene, chi ha scatenato il pandemonio con le solite stronzate tipo liberta', autogestione e amenita' varie. i ragazzi? macche', I GENITORI!!!!!. e qualche giorno fa che sempre questi buffoni di pseudogenitori (che dovrebbero essere i primi educatori !?!?!?) hanno denunciatoe richiesto un risarcimento di 35.000 euro ad una maestra che aveva rimproverato la loro piccola cocca di mamma che non si comportava bene in classe. vedete voi e aete le conclusioni... ma di stiamo parlando? io vedo qui a chieti gli studenti(per modo di dire) e le stufdentesse (per modo di dire) universitarie che sono tutte le notti ubriachi a tirare calci e rovesciare tutto cio' che incontrano nel loro girovagare.... ma questa gioventu' prima o poi sulla loro pelle capira' che le pale del mulino girano da sinistra verso destra se il vento viene da una certa direzione, ma se il vento cambia le pale possono girare anche da destra verso sinistra.. e allora la pacchia finira' e saranno c..zi loro..

  7. #17
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,312
    ...(.....)..ma la cosa più importante è che il nostro Codice Penale venisse reso più severo..(...).
    il codice Penale è specificamente progettato per trattare con la loro ignoranza e con le loro teste calde.
    ...(.....) perchè il Codice è fatto per difendere la società.
    ...(....) ..e quando scoprono che il nostro Codice è invece fatto per difendere il cittadino, si sentono liberi di sfrenare tutti i loro bassi istinti.

    (Giuseppe "Joe" Petrosino, rapporto sulla criminalità italiana a New York, 1908 )

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    262
    Citazione Originariamente Scritto da ANABASI Visualizza Messaggio
    ma questa gioventu' prima o poi sulla loro pelle capira' che le pale del mulino girano da sinistra verso destra se il vento viene da una certa direzione, ma se il vento cambia le pale possono girare anche da destra verso sinistra.. e allora la pacchia finira' e saranno c..zi loro..
    Quanto hai ragione.. nel frattempo, ahimè, le fanno girare al loro prossimo..

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    TORINO
    Messaggi
    156
    Presto questi "bravi" ragazzi saranno genitori, che scempio! possiamo solo immaginare i valori che avranno quei figli....ma credo che le basi fondamentali di vita, siano forgiate alla base dell'istituzione del passò in cui si vive. L'Italia ora come ora non partorirà più una sana educazione e valori fondamentali come il rispetto e l'amore per il proprio paese, per gli altri e per se stessi. I nostri genitori, parlo per me che ho 50anni suonati, avevano ancora le basi date dai nostri nonni e uno Stato molto più severo e rispettoso. Non esiste una soluzione per rimediare, se non drastica, molto drastica e drammatica! ma ormai ci reprimono anche questo pensiero. Quanti di noi ha detto in varie occasioni..."la rivoluzione! ci vorrebbe la rivoluzione!" ebbene continuando di questo passo, non esisterà neanche più il termine "rivoluzione" ne tanto meno trincee, mausolei o altari in ricordo degli alpini caduti o di cos'altro. Saluti a tutti

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di DONITZ
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    159
    Di questi tempi le cose vanno sempre peggio,i genitori sono assenti,mettono al mondo i figli,poi se ne fottono..
    le scuole sono allo sfascio,mi basta vedere come scrivono sui social,la grammatica non esiste,sbagliano i verbi più semplici come il verbo avere,
    anarchia totale,ciarpame...
    cosa si può pretendere da bestie del genere?
    gli animali sono più intelligenti e rispettosi.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •