Pagina 3 di 354 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 3532

Discussione: La maschera antigas tedesca e i suoi accessori

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    151
    Salve,

    ho visto il dettaglio di portamaschera inviato da Btgak47; quello con le due spade incrociate ed i numeri 56/50/2: è un marchio d'ispezione dell'esercito Cecoslovacco, anni 50-60: quelle forze armate usarono un'enorme quantità* di materiale ex-Wehrmacht (che sotto l'occupazione germanica essi stessi tra l'altro producevano), che unito a quello simil-sovietico tipico degli eserciti del Patto di Varsavia, creava dei simaptici pot-pourri uniformologici. L'aviazione Cecoslovacca usò anche le macchine aerofotografiche Zeiss del tempo di guerra: alla fiera dell'elettronica di Pordenone ne comprai una nel 1990, con marchi di carico dell'aviazione Cèca, anni '70, accanto ai vecchi timbri della Luftwaffe.

    Altra nota molto interessante è che sempre i Cecoslovacchi, per un certo tempo (almeno fino a metà* degli anni '60) utilizzarono marcare i prodotti destinati alle forze armate con gli stessi codici-fabbrica trilitteri, noti sui materiali Wehrmacht (intendo quelli tipo "byf"; "kwg"; "cag" ecc.). Ciò ha creato molta confusione tra i collezionisti principianti e molti guadagni a chi aveva diciamo così "capito il trucco".

    A presto,

    Elmar Lang

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Salve a tutti! per Btgak47, il secondo postato con le scritte identificano il cognome del proprietario e il suo numero di matricola.
    Si i portamaschera sono simpatici peccato che se in buone condizioni, completi di cinghie e/o mimetici costano un occhio!!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683
    Io li ho acquistati pagando cifre tra i 5 e i 60 euro (inclusa la maschera)!!
    Tutto sommato una cifra accettabile anche se possa trattarsi di materiale riutilizzato in epoca post bellica!!
    E poi fanno la loro bella figura su una mensola di uno studio!!![][][][]
    Vi dirò poi che quella su cui nutro meno dubbi circà* la sua autencità* (anno 1939) è proprio quella che ho pagato di meno!!!![^][][]
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Toscana
    Messaggi
    213
    Io no dubito della loro autenticita' []
    Uno l'ho trovato di persona (quello rovinato),gli altri due mi sono stati venduti in un lotto piu' ampio di "ciarpame"...venduti come "portabottiglie" [)]

    ciao,gabriele
    "Mentre la storia per un certo periodo può
    essere scritta dai vincitori, che per un po'
    se la tengono stretta, essa non si lascia mai
    governare a lungo."

    Reinhart Koselleck

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    98
    Ciao INCUTE, voglio dire gia' erano belli cosi quando sono stati comprati oppure hai dato una mano d'olio ???? Ciao.

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Toscana
    Messaggi
    793
    ma quasi tutti li ho spolverati e unti e comprati,tranne il mimetico che venti venticinque anni fa venne regalato a mio padre da un suo amico che abitava in zona gotica,e disse di averlo tolto di dosso a dei morti tedeschi alla fine della guerra o subito dopo adesso non ricordo, insieme a tutto ciò che gli poteva servire.

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    151

    La "Optische Gasmaske" Draeger

    Salve,

    oggi vorrei postare le foto di un pezzo della mia collezione, che ho trovato molti anni fa in Alto Adige.

    Credo sia ormai piuttosto difficile da trovare completa degli accessori.

    Sarò grato a quanti potranno darmi ulteriori informazioni.

    Immagine:

    95,36 KB


    Immagine:

    80,28 KB


    Immagine:

    111,58 KB


    Immagine:

    116,87 KB


    Immagine:

    134,78 KB


    Immagine:

    147,94 KB


    Immagine:

    159,54 KB

    Scusate per le dimensioni dei files...

    A presto,

    Elmar Lang

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Elmar, gran bel pezzo........ bravo.
    Gli autoprotettori (concetto di funzionamento diverso dalla comune maschera antigas) come il Draeger nascono durante la prima guerra mondiale per fare fronte a delle esigenze ben precise che vanno oltre la semplice protezione dal gas asfissiante.
    Cercherò di spiegarmi meglio:
    Sviluppato dalla combustione della povere da sparo e dalle esplosioni delle granate d'artiglieria, l'ossido di carbono è letale in concentrazioni superiori allo 0,1 %. Infatti anche durante lo scavo di caverne e gallerie per mezzo di esplosivi è sempre possibile che si sviluppino degli incendi, con la conseguente produzione di ossido di carbonio. In ambienti saturi di fumi o di gas tossici l'effetto filtrante delle normali maschere antigas risulta quasi completamente inutile.
    Per sopperire alla necessità* militari furono adottati gli autorespiratori già* in uso nelle miniere e presso i corpi dei pompieri. Questi apparecchi non filtravano l'aria esterna, ma riciclavano l'ossigeno della respirazione eliminandone l'anidride carbonica attraverso una cartuccia di potassio.
    Uno degli autorespiratori più diffusi nelle due guerre mondiali ed adottato da numerosi eserciti era il Draeger.

    Ciao
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    151
    Salve walzorzi,

    questa maschera, in effetti non è un autorespiratore (che tedeschi ed austraici chiamavano "Selbstretter") e che era dotato di un "polmone" alimentato da una bombola d'aria o miscela rspirabile: come tu hai notato, gli autorespiartori più diffusi nascono da un brevetto della Draeger, ditta specializzata nelle apparecchiature di protezione da agenti nocivi.

    In questo caso, la Draeger ha creato una maschera antigas da essere usata in collegamento ad apparecchiature ottiche, dotandola di oculari a distanza regolabile con vite micrometrica e vetri pianparalleli; di giunto per collegarvi il microfono ed una serie di "anelli adattatori" per unire la maschera ai principali tipi di ottica (addirittura per il "banale" Dienstglas 8x30!). Interessanti sono le istruzioni, applicate nel coperchio, che dicono di collegare il tubo flessibile al filtro individuale o quello collettivo.

    Della "Optische Gasmaske" esiste una foto e poche righe di spiegazione nel manuale USA sulla Wehrmacht, edito a fine guerra. Di più non so.

    Il mio pezzo lo trovai nel 1972 a Sciaves (Schabs), sopra Bressanone nella rimessa-fienile dietro l'albergo dove andavamo in vacanza. Il contadino mi disse che era lì dalla guerra (ovvio, dico io!), lasciato da soldati che si cambiarono in abiti civili.

    A presto,

    Elmar Lang

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    49
    Un pezzo veramente molto interessante,è il primo che vedo anzi è la prima volta che ne sento parlare, non sarebbe male poterne sapere di più.

Pagina 3 di 354 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato