Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 22

Discussione: la mattina del 5 d'agosto......

  1. #11
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal
    E' l'unica Italia che abbiamo, cerchiamo di migliorarla invece di affossarla.
    BRAVO! ecco una cosa sensata!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    A me sembra sia normale pensare così, tutto il resto è solamente folklore.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  3. #13
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Citazione Originariamente Scritto da Rawa Ruska
    A me non interessa... da un certo punto di vista ti dò ragione, ma così si tira a campare. Diciamo che noi di zona soffriamo molto queste situazioni... particolari e inspiegabili. Un esempio? per il mondo la guera inizia nel 1914 (2014 cent'anni) per la Regione Friuli Venezia Giulia nel 1915 (2015 cent'anni) e chi se ne frega della storia.... W l'Italia e il maggio radioso e pace per quei 50.000 cretini italiani, sloveni e croati partiti dal Litorale nel '14 per Serbia e Russia....
    E dato che l'Italia è unita in Trentino invece è il 1914 (2014) l'anno cruciale....

    Rawa Ruska

    Con tutto il rispetto per i nostri connazionali sudditi di Cecco Peppe, mandati a morire un anno prima, da compiangere e commemorare, come quelli di cittadinanza italiana e come tutti i digraziati che sono morti o che hanno ucciso per la propria patria, ma noi eravamo sul fronte opposto e la guerra, per l'Italia, inizia nel '15.
    Non dico che sia giusto così, ma neanche mi stupisco o mi indigno per questo....
    Per noi la Grande Guerra è il 15/18. Morivamo, da una parte e dall'altra, anche per mano di fratelli e di vicini di casa, ma così è la storia: beffarda e crudele...

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Hai ragione, la storia è beffarda e crudele... è la politica che è cieca.

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  5. #15
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Citazione Originariamente Scritto da Rawa Ruska
    Hai ragione, la storia è beffarda e crudele... è la politica che è cieca.

    Rawa Ruska
    Beh... parliamoci chiaro: siamo in democrazia, ma se in altri tempi a qualche buontempone fosse saltato in mente di commemorare il 1914 e non il 1915..avrebbe passato un brutto quarto d'ora...
    Quindi ringrazierei il Cielo di avere la libertà di opinione e di critica e di poterci esprimere... piuttosto..
    Ritengo che la cosa vada tanto più apprezzata quando si esprime un'opinione del tutto minoritaria...
    Sbaglio?

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    mozzo
    Messaggi
    128

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    mi son fatto fraintendere...io amo l'italia odio la politica italiana odierna.
    ol raspa poler de berghem

  7. #17
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Chiedo scusa, forse ho capito male...
    In sintesi, state criticando il fatto che il governo italiano non commemori la partenza in guerra DEL NOSTRO NEMICO?
    Se così fosse.. sarebbe roba da pazzi farlo... altro che...

    Per L'ITALIA la grande guerra inizia nel 1915.

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    La tua mancanza di sensibilità, dopo un secolo, è terribile.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Quale nemico? il governo italiano, o meglio quello della regione FVG non ha sufficiente sensibilità (o temo sensibilità culturale) per ricordare un alto numero di militari italiani d'Austria partiti per la guerra nel 1914 e CIO' CHE I PIU' ignorano o dimenticano o fanno finta di, in un momento nel quale il Regno d'Italia era un paese alleato. O no?
    Per la gnte comune questa era la realtà e gli italiani d'Austria sono partiti per i loro fronti di guerra NELLA CERTEZZA di avere a fianco poi l'esercito italiano.
    Chi è che ha poi cambiato le carte in tavola?
    Non la buttiamo in rissa. A Trieste nel luglio agosto '14 si manifestava al suono della marcia reale in attesa dll'intervento italiano.
    Vi ricordo la scena galiziana in montagne in fiamme di L. Trenker: quando il sergente dice alla truppa che l'Italia ha dichiarato la guerra un soldato inizia a lanciare degli Hurrà! e il sergente lo blocca dicendogli sciocco.... è a noi che hanno dichiarato la guerra... Nel film i soldati in oggetto sono di Cortina.
    INsomma un brutto pasticcio che in questa occasione doveva venire sanato.
    A disposizione per ogni ulteriore civile chiarimeto.

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  10. #20
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: la mattina del 5 d'agosto......

    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal
    La tua mancanza di sensibilità, dopo un secolo, è terribile.
    Qualcuno mi faccia l'esempio di un paese tanto sensibile da aver mai commemorato la partenza in guerra di un nemico.
    Che nel 1914 l'impero austriaco fosse alleato cambia poco o nulla. lo schieramento successivo fu forse più coerente con la realtà storica, anche se i governi dell'epoca non brillarono per coerenza e pragmatismo, visto che dopo aver vinto la guerra riuscimmo a farci trattare come se l'avessimo persa...

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •