Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 46

Discussione: La mia collezione di repliche

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: La mia collezione di repliche

    Citazione Originariamente Scritto da Cercio
    .....Per fare un effetto realistico io uso un muro esterno alla casa, e le passo un paio di volte.....

    ....I legni invece vanno grattati, e passati sul famoso muro per fare le imperfezioni.....


    Un ottimo rimedio per dare quel tocco di rustico anche alla casa!

    Scerzi a parte, complimenti per le tecniche Cercio!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    32

    Re: La mia collezione di repliche

    Citazione Originariamente Scritto da Cercio
    ciao!
    bella collezione, niente da dire!

    il telino lo trovi nel sito del pm che ti ho appena inviato
    No, a parte il 3d con le mie armi e quelle di presentazione non c'è altro, ma a breve posterò un paio di bombe

    Io per invecchiare divise e buffetterie fondamentalmente le uso ogni domenica in campo, ma qualche piccolo accorgimento per aiutare un pò madre natura ci sta.
    La roba non occorre lavarla con la pietra pomice, ma basta lavarla una decina di volte, e lasciarla asciugare un pò in disordine, così prende delle pieghe che tendono a scolorisi sulla sommità*, e danno un tocco molto realistico.
    Per le buffetterie ho notato che su tutte le foto le parti più frugate sono ovviamente i bordi. Per fare un effetto realistico io uso un muro esterno alla casa, e le passo un paio di volte.
    Inoltre, se ne hai la possibilità*, lascia sempre la roba al sole finchè non si scolora fino al punto che vuoi te. Le buffetterie in tela le puoi anche cacciare in lavatrice, massimo una volta o due.

    Discorso differente per le armi. Vanno sverniciate completamente, passate con brunitore a freddo (in armeria, circa 10 euro la boccetta, occhio che è velenoso ho scoperto) e le lasci asciugare. Poi le sciacqui con acqua, e le lasci asciugare. Infine passa un pò di olio per armi, lascia riposare il tutto per un 3 giorni, che il ferro butti fuori l'umidità*.
    I legni invece vanno grattati, e passati sul famoso muro per fare le imperfezioni, e poi passati con impregnante scurente (ciliegio va benissimo), 3 mani lasciando asciugare. Poi alla fine passa l'olio di lino cotto
    una bomba!
    Si' e' vero, non c'e' nulla di meglio dell' invecchiamento naturale con il tempo e le intemperie, per le altre tecniche alla fine siamo li' con quelle che uso io come ad esempio i trattamenti delle armi softair.

    Grazie dei consigli e alle prossime...

    Forza Cercio !

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    32

    Re: La mia collezione di repliche

    Finalmente dopo alcuni mesi di attesa dell' arrivo dei vari pezzi da collezione ho finito un ulteriore esempio replica, questa volta ho scelto un soldato d' elite, uno Sturmann (caporale, vedi il gallone nella manica), della 1° Div. Waffen SS (LAH), ma in tenuta piu' invernale, potrei definire periodo 43-44 data la fattura della roba indossata...anche se replica credo puo' fare la sua figura.... accetto commenti, domande, osservazioni, ecc..
    Fra un po' credo di fare anche una variante con altri capi invernali mimetici....

    Grazie.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: La mia collezione di repliche

    Ci stai dando sotto di brutto, complimenti per la tua scelta mirata e perseguita con costanza

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: La mia collezione di repliche

    L'effetto non è male, abbastanza realistico. Se lasci passare 50 anni li vendi per veri.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    32

    Re: La mia collezione di repliche

    Grazie,

    mi e' venuta in mente una domanda da rivolgere a voi esperti che mi e' sorta dopo avere montato il tutto e denominato in questo caso il manichino, come si' caporale, ma di fanteria si puo' definire ?
    Perche' in particolare montando le spalline.... la bordatura e' bianca quindi da fanteria, ma essendo la maggior parte delle divisione d' elite fanteria panzergrenadier non dovrebbe essere di colore verde la bordatura ? Osservando anche film di rilievo e molte divise in rete si nota che raramente ho riscontrato (credo in un caso proprio sulle spalline di un greatcoat) spalline con bordatura verde per la fanteria meccanizzata delle Waffen SS, qual' e' il motivo particolare per cui sono bianche ?

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1,230

    Re: La mia collezione di repliche

    vorrei sottolineare come le mie parole non abbiano il benché minimo intento polemico, ma solo quello di sollevare un interrogativo di tipo, per così dire, "filosofico": il collezionismo di militaria è strettamente legato alla storia, e agli uomini che hanno fatto quella storia. Il possesso di un pezzo autentico è parte di quella storia, di quegli avvenimenti, direttamente o indirettamente riguarda chi quegli eventi li ha vissuti (se il pezzo è unissued, non avrà* visto i combattimenti, ma chi lo ha prodotto prendeva direttamente parte allo sforzo bellico ecc. ecc.). Il collezionismo di repliche tutto questo non lo offre: non ha valore storico, non ha valore di testimonianza, è semmai una testimonianza del livello più o meno alto di qualità* dell'industria cinese o pakistana dei nostri giorni. E' chiaro che per costruirsi una collezione di uniformi del genere autentiche occorrerebbe un capitale, che assai difficilmente avrà* una persona giovane, ma - per fare un esempio personale - io ho iniziato la mia collezione da un paio di ghette inglesi comprate a un mercatino, non da un Denison Smock: eppure, proprio la consapevolezza che quello era un pezzo autentico, anche se assai umile, dell'equipaggiamento inglese delle guerra mi dette delle emozioni fortissime, perché in ogni caso era un pezzo di STORIA. Ti do un consiglio assolutamente non richiesto: metti qualcosa da parte, frequenta fiere e mercatini e - perché no, anche la rete - e poi arrischiati a comprare anche il più banale pezzo di equipaggiamento autentico della guerra.... non credo che una maschera antigas con relativa custodia costi poi molto di più, anzi, di alcune delle tue repliche, ma anche se non avrà* il fascino delle cose d'élite, anche solo guardandola ti saprà* trasmettere il senso della storia, degli uomini, e del tempo che passa e di cui noi cerchiamo di conservare un segno, che nessuna replica ti darà* mai....

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: La mia collezione di repliche

    Citazione Originariamente Scritto da loupie1961
    vorrei sottolineare come le mie parole non abbiano il benché minimo intento polemico, ma solo quello di sollevare un interrogativo di tipo, per così dire, "filosofico": il collezionismo di militaria è strettamente legato alla storia, e agli uomini che hanno fatto quella storia. Il possesso di un pezzo autentico è parte di quella storia, di quegli avvenimenti, direttamente o indirettamente riguarda chi quegli eventi li ha vissuti (se il pezzo è unissued, non avrà* visto i combattimenti, ma chi lo ha prodotto prendeva direttamente parte allo sforzo bellico ecc. ecc.). Il collezionismo di repliche tutto questo non lo offre: non ha valore storico, non ha valore di testimonianza, è semmai una testimonianza del livello più o meno alto di qualità* dell'industria cinese o pakistana dei nostri giorni. E' chiaro che per costruirsi una collezione di uniformi del genere autentiche occorrerebbe un capitale, che assai difficilmente avrà* una persona giovane, ma - per fare un esempio personale - io ho iniziato la mia collezione da un paio di ghette inglesi comprate a un mercatino, non da un Denison Smock: eppure, proprio la consapevolezza che quello era un pezzo autentico, anche se assai umile, dell'equipaggiamento inglese delle guerra mi dette delle emozioni fortissime, perché in ogni caso era un pezzo di STORIA. Ti do un consiglio assolutamente non richiesto: metti qualcosa da parte, frequenta fiere e mercatini e - perché no, anche la rete - e poi arrischiati a comprare anche il più banale pezzo di equipaggiamento autentico della guerra.... non credo che una maschera antigas con relativa custodia costi poi molto di più, anzi, di alcune delle tue repliche, ma anche se non avrà* il fascino delle cose d'élite, anche solo guardandola ti saprà* trasmettere il senso della storia, degli uomini, e del tempo che passa e di cui noi cerchiamo di conservare un segno, che nessuna replica ti darà* mai....
    Con il massimo rispetto per la tua passione, ma concordo in pieno con quello che ha scritto Loupie 1961 e sottoscrivo.
    Ciao
    Roberto

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    32

    Re: La mia collezione di repliche

    Citazione Originariamente Scritto da loupie1961
    vorrei sottolineare come le mie parole non abbiano il benché minimo intento polemico, ma solo quello di sollevare un interrogativo di tipo, per così dire, "filosofico": il collezionismo di militaria è strettamente legato alla storia, e agli uomini che hanno fatto quella storia. Il possesso di un pezzo autentico è parte di quella storia, di quegli avvenimenti, direttamente o indirettamente riguarda chi quegli eventi li ha vissuti (se il pezzo è unissued, non avrà* visto i combattimenti, ma chi lo ha prodotto prendeva direttamente parte allo sforzo bellico ecc. ecc.). Il collezionismo di repliche tutto questo non lo offre: non ha valore storico, non ha valore di testimonianza, è semmai una testimonianza del livello più o meno alto di qualità* dell'industria cinese o pakistana dei nostri giorni. E' chiaro che per costruirsi una collezione di uniformi del genere autentiche occorrerebbe un capitale, che assai difficilmente avrà* una persona giovane, ma - per fare un esempio personale - io ho iniziato la mia collezione da un paio di ghette inglesi comprate a un mercatino, non da un Denison Smock: eppure, proprio la consapevolezza che quello era un pezzo autentico, anche se assai umile, dell'equipaggiamento inglese delle guerra mi dette delle emozioni fortissime, perché in ogni caso era un pezzo di STORIA. Ti do un consiglio assolutamente non richiesto: metti qualcosa da parte, frequenta fiere e mercatini e - perché no, anche la rete - e poi arrischiati a comprare anche il più banale pezzo di equipaggiamento autentico della guerra.... non credo che una maschera antigas con relativa custodia costi poi molto di più, anzi, di alcune delle tue repliche, ma anche se non avrà* il fascino delle cose d'élite, anche solo guardandola ti saprà* trasmettere il senso della storia, degli uomini, e del tempo che passa e di cui noi cerchiamo di conservare un segno, che nessuna replica ti darà* mai....
    Grazie dell' osservazione che ritengo giustissima, ma sono cose che avevo gia' preventivato all' inizio di questo thread (vedi pure in alto l' introduzione alla mia prima presentazione), ho gia' ribadito le tue stesse riflessioni sulla differenza degli originali e le repliche con il loro nullo valore storico, poi pero' gusti son gusti, e' questione di come vuoi impostare il tuo collezionismo e di cosa ti appassiona, a me sinceramente avere un piccolo pezzo originale a tutti quesi soldi non entusiasma piu' di tanto, preferisco metterci del mio alle cose e personalizzarle, la mia passione e' per quasi tutta l' uniformologia e l' armamentario tedesco (escludo solo marina e avieri e includo i panzer con il modellismo) ...e' nata cosi', non solo dalla storia, ma anche con del fai da te, ho iniziato con le armi softair a ritoccare le meccaniche l' estetica e i materiali, poi mi sono spostato sulle uniformi e gli equipaggiamenti facendo lo stesso, ottimizzando i costi anche con roba intercambiabile fra i vari pezzi collezionati, non per niente lavoro ogni giorno con la produzione in industria e so come si gestisce .... ci vuole tempo quello si' ma come per ogni altra passione e non ho solo questa da gestire, ma anche altri hobbies......tutto qua.
    Sicuramente se trovo un oggetto originale interessante e ad un prezzo accessibile lo prendo, di certo non potrei permettermi di completare un' intera serie di manichini con roba originale....

    P.S. non ho la massima certezza, ma in teoria di originale ho un portacaricatori del mauser K98 ed il contenitore maschera anti-gas (presenti nelle foto sopra).

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991

    Re: La mia collezione di repliche

    e dai,non massacratelo.a livello storico la vostra disamina non fa una grinza,ma anche partendo da repliche si puo' imbastire una passione vera per la storia.io ad esempio ho visto negli anni che ci sono grandi esperti,nel vero senso della parola,che so' dei distintivi tedeschi che poi ti vengono a chiedere cosa sia quella medaglia italiana(una"coniata nel bronzo nemico").se vogliamo parlare di storia se il collezionista di distintivi e' esperto della materia ma solo perche' gli piacciono tali manufatti sensa contestualizzarli,sarebbe in questo caso come tu dici,mentre lui con delle repliche imbastisce una sana passione di ricerca e conoscenza,secondo me vale di piu' a livello conoscitivo.pensiero mio

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato