Due giorni di rievocazione storica tra sabato 13 e domenica 14 luglio a Monteacuto delle Alpi, uno dei luoghi storici delle vicende belliche della Seconda guerra mondiale. Organizzata dalla Pro Loco la manifestazione “La sottile linea rossa” avrà tra gli ospiti la figlia di Enzo Biagi, Bice e l’ex partigiano di Giustizia e Libertà Francesco Berti Arnoaldi.

Segui Repubblica Bologna su Facebook e Twitter

Sabato si comincia alle 16 dalla piazzetta di Pianaccio per ripercorrere i sentieri partigiani: un diorama animato dal titolo “Arrivano i partigiani di Armando” composto da figuranti vestiti da patrioti in armi, soldati tedeschi e truppe alleate farà rivivere agli spettatori alcuni dei momenti più significativi della vita e della guerra sulla Linea Gotica nel 1944. Alle 18.30 con il coordinamento di Massimo Turchi ci sarà un confronto tra l’ex partigiano Berti Arnoaldi e l’ex marò della Decima Mas Giampaolo Testa. Sempre sabato alle 20.15 nella piazza del paese, Bice Biagi intervisterà lo scrittore e giornalista di Repubblica Valerio Varesi, che presenterà i suoi ultimi due libri “La sentenza” e “Il rivoluzionario”.

La domenica sarà dedicata alle mostre, alle esposizioni di cimeli, ai filmati e alle fotografie del periodo, e ci sarà pure la musica con balli e con i ragazzi e le ragazze di Montacuto vestiti allo moda degli anni ’40. Alle 18.30 la presentazione del libro "Ci sarebbe bastato” di Silvia Cuttin che narra la vicenda di un ragazzo di origine ebraica che militò nella Decima Divisione di montagna dell’esercito Usa, partecipando alla battaglia del monte Riva nel lizzanese. Durante le due giornate, funzionerà uno stand di libri a cura della Libreria Nanni di Bologna e della libreria Arcobaleno di Porretta. Per tutte le informazioni www.monteacutodellealpi.org