Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 55

Discussione: L'elmetto 'Italo-Greco' Mod.34/39

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    145

    Il brutto anatroccolo del Regio Esercito!

    italrest.gif

    Brutto! Decisamente Brutto! Probabilmente tra le peggiori realizzazioni della patria Intendenza ma pur sempre carico di fascino e di storia per essersi in qualche modo....rivoltato contro il suo creatore...!!!
    Del resto questa è solo una delle tante situazioni paradossali che l'Italia ha saputo generare e meno male che alla Grecia abbiamo fornito solo questi elmi.....pensate se gli avessimo fornito cannoni...!!!
    Ad ogno modo, ecco un esemplare del mitico elmo mod.34-39, detto "greco" per note ragioni.
    Quello proposto presenta una doppia colorazione verde, più chiara all'interno più scura all'esterno e la classica imbottitura greca realizzata con pelle di scarsa qualità* (e di caratteristico odore).
    Soggolo originale, in cuoio con doppia fibbia scorrevole, una finezza a mio parere sprecata su questo tipo di copricapo.
    Spero che qualcuno posti foto di esemplari in migliori condizioni e magari qualche raro pezzo con fregio frontale..... Fante!


    Immagine:

    103,64Â*KB

    Immagine:

    107,71Â*KB

    Immagine:

    126,23Â*KB
    " .... il comandante tedesco non ha, come me, duemila anni di civiltà alle spalle! "

  2. #2
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Ma.....tutto sommato non mi sembra così brutto,poverino.Balisticamente,poi,avrebbe dovuto assolvere alla sua funzione abbastanza bene.Alcuni esemplari furono riutilizzati durante la RSI.Famosa la foto del posto d'osservazione in Valdossola della Brigata nera A.Cristina di Novara.

    Immagine:

    74,84*KB
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    145
    Ciao Legio,
    bellissima foto e davvero non sapevo che il greco avesse servito fra le file della RSI, c'è sempre qualcosa da imparare!
    Non so francamente quanto efficace potesse essere l'elmo dal punto di vista balistico. Lo spessore dell'acciaio è inferiore a quello previsto per il classico mod.33 e anche se la forma dell'elmo consentiva una maggiore protezione della nuca è anche vero che frontalmente lasciava tutto scoperto...!!! Questo sempre nel caso si riuscisse a tenerlo fermo sulla testa visto che l'imbottitura tendeva a farlo ribaltare in avanti! Niente di paragonabile alla comoda e riuscitissima imbottitura del caro '33!
    Comunque è un elmo che "c'è stato" e che merita comunque la giusta considerazione!!!
    Vediamo se saltano fuori altre belle foto!!! A presto, Fante!
    " .... il comandante tedesco non ha, come me, duemila anni di civiltà alle spalle! "

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    771
    Ho letto che ai greci fornimmo anche i mortai da 81....
    Tornando all' elmetto; sapete fino che anno fu utilizzato?

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    145
    Accidenti!!! Ecco perchè ce le hanno suonate!!!
    Tornando agli elmi e citando il mitico Marzetti, pare che gli elmi italiani mod.39 e quelli britannici convissero per tutta la durata del conflitto sulle teste degli ellenici i quali, peraltro, utilizzarono anche i modelli da parà* inglese.
    Il Marzetti ritiene che l'MK2 inglese restò in uso fino all'adozione dell'M1 americano, all'atto di adesione della Grecia alla Nato.
    E' presumibile che gli elmi italiani, per ovvie ragioni, siano stati dismessi subito dopo la fine della guerra sul territorio greco, ma non ho trovato per ora documentazione relativa. Vado in caccia...!!!
    Fante.
    " .... il comandante tedesco non ha, come me, duemila anni di civiltà alle spalle! "

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    695
    Ciao Fante, dai non e' cosi' brutto!
    c'e' molto di peggio, a mio avviso.
    Tornando all'utilizzo che ne e' stato fatto aggiungo quest'altra testimonianza fotografica tratta dal libro "Sentire - Pensare - Volere" di S.Corbatti e M.Nava sulla storia della legione SS Italiana.
    un saluto,
    Max

    Immagine:

    37,39*KB

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    234
    E bravo anche a Fante per aver aperto questo topic.
    Ecco il mio greco, proveniente direttamente dal mercatino delle pulci di Atene (la Plaka) nei primissimi anni '80.


    Immagine:

    101,76*KB

    L'interno. Noto ora una grandissima somiglianza con l'elmetto bulgaro di cui si è parlato in altro topic, soprattutto per il sistema di aggancio dell'imbottitura al guscio.


    Immagine:

    142,16*KB

    Particolare di una patta che riporta la croce greca con corona, la scritta Esercito Greco e la taglia. Dovrebbe essere presente anche su quello di Fante.


    Immagine:

    126,87*KB

    E infine un aneddoto. L'elmetto è arrivato in Italia con sottogola integro, mentre ora come vedete è spaccato.
    Nel 1985 a Pavia un gruppo paragoliardico organizzò una serata in cui chiunque poteva tenere una breve conferenza su qualsiasi argomento con votazione del pubblico e premiazione finale.
    Io mi presentai con la "Storia dell'elmetto italiano" e organizzai una lezione stile sfilata.
    Ogni volta che si citava una tipo di elmetto, un amico di Trento che studiava legge (ciao Gustavo, chissà* dove sei) sfilava fra il pubblico, indossando l'elmetto in questione. Arrivati al greco, immaginate la mia sorpresa quando si presenta con il sottogola penzoloni....Non riuscendo ad indossarlo, 'sto coglione non ha pensato di sfilare la fibbietta, ma ha semplicemente tirato verso il basso per farlo passare sotto il mento!!!!
    Cultura, cosa non si fa per te!!!!!!
    Contrairement a beaucoup, entre la graisse d’armes et la vaseline, je préfère la graisse d’armes

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    145
    Ok, ok, non è brutto.....ma bello certo non è!
    Certo invece è che ha avuto una vita operativa interessante e la foto postata da Adrian non fa che confermarlo!
    Chissà*, magari prima o poi salterà* fuori una foto che ritrae lo "zio Ben" proprio con questo elmo in testa!
    E tornando all'elmo, confermo che anche il mio presenta la croce greca coronata e la scritta "Esercito Greco" (in greco) su una delle patte.
    Il soggolo di questi elmi è, al pari dell'imbottitura, realizzato con cuoio di scarsa qualità*, di spessore abbastanza sottile e soggetto a rotture e crepe. La pelle dell'imbottitura tende invece ad aggrinzirsi e accartocciarsi.
    Notavo invece che il soggolo dell'elmo postato da Adrian sembra essere proprio quello classico montato sui '33 e questo a conferma del fatto che, mentre le forniture di elmi per la Grecia comprendevano i soli gusci, gli elmi utilizzati in Italia vennero dotati di imbottiture e soggoli nazionali.
    Mi permetto di postare a tal proposito un paio di foto, tratte da una recente asta conclusa a cifre ragguardevoli, nelle quali compare una imbottitura di questo tipo (con cucitura a "Z"), bulloncini di forma bombata e un bel fregio a mascherina!


    Immagine:

    24,93*KB

    Immagine:

    26,7*KB

    Immagine:

    24,3*KB


    La ricerca continua...... Fante.
    " .... il comandante tedesco non ha, come me, duemila anni di civiltà alle spalle! "

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eccoci qui, bello il III° settore Gaf! Non mi dispiacerebbe averlo in casa! Non oso pensare a quanto sia volato via, il fregio pare a posto oltrechè essere in perfetto regolamento, il grigioverde è giusto e l'imbottitura pure! Anni addietro qualche 39 italico si trovava ma ora come ora!! Eh si l' Ellenikos Stratos ce le ha suonate di brutto, spesso proprio anche con i mortai da 81!! Evidentemente i comandi e la logistica non si perdevano divisioni intere tra i monti dell' Epiro come i facevano nostri scalcinati generali!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Non mi pare proprio brutto il 'greco', se lo rapportiamo ad altri
    elmetti del suo periodo.Non aveva niente a che vedere con l'M.33,
    pero' evidentemente fu gradito da chi lo portava, perché non era
    eccessivamente pesante e tutto sommato svolgeva la stessa funzione
    degli altri elmetti, se pensiamo che tutti erano perforabili abbastanza
    agevolmente, sia da lontano che da vicino, quindi per qualche svogliata
    scheggia e per i detriti, poteva funzionare. I greci lo ricevettero
    da noi assieme a numerosi pezzi d'artiglieria, che poi ci ritrovammo
    contro alla prima occasione.Elmetti britannici MK1 ed MK2 nonche' il
    'nostro' greco, convissero fino al 1941.Nel dopoguerra i greci, presero
    a modificarlo utilizzando la copia greca dell'imbottitura britannica
    presente sull'Mk2, utilizzando come sottogola, i cinghietti dei caschi
    coloniali britannici che evidentemente erano stati lasciati li' gia'
    dopo l'occupazione italo tedesca.Ne e' venuto fuori un ibrido, che qui
    presento:
    IM005866.jpgIM005865.jpg

    Ciao[]PaoloM

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato