Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Mantova
    Messaggi
    2,183

    L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Ilya Galperin scampò allo sterminio della sua famiglia grazie alla pietà* di un soldato lettone, che lo fece passare per russo.
    Oggi ha settantadue anni e si chiama Alex Kurzem, il nome che gli diedero le SS e che mantenne anche dopo essere emigrato nel 1949 in Australia, probabilmente per mettere da parte, per nascondere a se stesso e agli altri la sua orribile infanzia, poi lentamente riaffiorata nella sua mente dopo mezzo secolo.
    Nel 1997 grazie al figlio Mark, docente di Antropologia a Oxford, ha trovato la forza per ricostruire il suo passato e, dopo un film-documentario, mandato in onda dalla tv australiana Abc, ha pubblicato un libro:
    "The Mascotte: The Extraordinary Story of a Jewish Boy and an SS Extermination Squad", per ora disponibile solo in lingua inglese, ma che sta ugualmente riscuotendo successo tutte le librerie della Germania.
    La tragica odissea di Ilya inizia il 20 ottobre 1941, quando unità* della Wermacht occupano il suo villaggio in Bielorussia e massacrano tutti i 1600 abitanti di origine ebraica del borgo agricolo. La notte successiva Ilya riesce a fuggire attraverso la rete del campo di concentramento, dove era stato portato dopo la fucilazione del padre; il giorno seguente i tedeschi massacrano anche la madre, il fratello ed una sorella. Il bambino, di appena cinque anni, vaga per mesi nei boschi finché cade nelle mani di un`unità* lettone delle SS, che decide di fucilarlo davanti ad una scuola insieme ad altri sventurati di un villaggio. Poco prima di essere ucciso Ilya si rivolge ad un sottufficiale delle SS: «Potresti darmi un pezzo di pane, prima di fucilarmi?». Sorpreso dalla richiesta, il soldato lettone, Jekabs Kulis, lo conduce dietro la scuola, gli fa tirare giù i pantaloni per accertare se sia effettivamente circonciso. «Così non va bene», gli dice la SS che tuttavia scende a compassione e invece di riportarlo nel gruppo con la stella di Davide dei condannati alla fucilazione, gli prepara un foglio di via con un nome falso, Alex Kurzem, e racconta ai commilitoni che si tratta di un orfano russo. Le SS decidono allora di prendere quel bambino dai capelli biondissimi e dagli occhi cerulei come loro mascotte. Gli mettono un`uniforme nazista e viene fotografato più volte come modello di `soldato bambino`, a scopi di propaganda. Compare anche nella Wochenschau, il cinegiornale nazista dell`epoca, vestito con l`uniforme delle SS, gli stivaloni ed una pistola giocattolo, lo speaker con voce marziale lo definisce «il più giovane soldato del Reich».
    Ilya/Alex trascorre le giornate a lustrare scarpe, a prendere l`acqua e ad accendere il fuoco. Poi, un giorno finisce l`incubo della mascotte delle SS. Davanti all`avanzata dell`Armata rossa il comandante dell`unità* decide di affidare il bambino ad una famiglia lettone. Alex, da quel momento, si impone di dimenticare gli orrori vissuti e di non raccontare a nessuno la sua storia. «Della mia vicenda – ha spiegato – non avevo mai parlato neppure a mia moglie Patricia. Poi con il passare del tempo, mio figlio Mark mi ha convinto a cercare di sapere tutto quello che non ricordavo o che avevo rimosso». Incoraggiato dal figlio antropologo, Kurzen dieci anni fa ha deciso di intraprendere un lungo viaggio in Europa alla riscoperta del proprio passato. «Quando per la prima volta circa dieci anni fa ho rivisto le mie foto da bambino con la divisa delle SS sono scoppiato a piangere », racconta nella Alex Kurzem, che ha deciso di farsi richiamare Ilya.
    (tratto da un articolo di V.Savignano).

    Nel 2009 è uscito (anche nelle librerie italiane) il libro scritto dal figlio Mark, "Il Bambino senza nome", edito da Piemme.

    Ieri:
    [attachment=3:157eq7ma]1.jpg[/attachment:157eq7ma]
    [attachment=2:157eq7ma]2.jpg[/attachment:157eq7ma]
    Assieme a Jekabs Kulis
    [attachment=1:157eq7ma]3.jpg[/attachment:157eq7ma]

    Oggi:
    [attachment=0:157eq7ma]4.jpg[/attachment:157eq7ma]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Al mondo ci sono persone che sanno tutto. E purtroppo, questo è tutto quello che sanno.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Non la conoscevo questa incredibile storia, grazie per averla raccontata.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Una storia interessante e triste, ma malgrado la brutalità* della guerra con un piccolo lieto fine.
    Belle le immagini.
    Un bel racconto
    luciano

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    La sorte a volte è incomprensibile, forse l'aspetto "ariano" oltre alla pietà* del soldato hanno giocato a suo favore. Sicuramente se uscirà* il libro lo comprerò.
    Grazie della segnalazione
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di leon1949
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Lombardia milano
    Messaggi
    3,706

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    cacchio che storiaccia da romanzo ,ma la verità* molte volte supera ogni immaginazione

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Un racconto che ha dell'incredibile,grazie per averlo condiviso

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    1,986

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    una storia che ha del macabro, prima gli sterminano la famiglia e gli amici e poi lo vestono con gli stessi simboli che lo hanno reso orfano.
    affrontare l'impari lotta contro l'ocupante con tutte le conseguenze di sacrifici e di sangue che comportava, o rinunciare, per un lungo periodo di tempo, alla prospettiva di indipendenza nazionale e alla conquista di un regime democratico

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Una storia interessante. Grazie per averla condivisa, MP38.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Una storia incredibile!
    Grazie MP38 per averla postata!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  10. #10

    Re: L'incredibile vicenda di Ilya Galperin

    Mah... "incredibile" mi sembra la parola giusta.
    Leggendola, mi sono suonati parecchi campanelli d'allarme, ed allora ho googlato un po'...
    Ho scoperto che l'Holocaust centre di Melbourne è molto scettico su questa storia, e che il libro ha molti punti oscuri e molte inesattezze.
    Un bel "riassunto critico" (in inglese) si trova qui:
    http://www.am.gov.lv/data/prague/fil...ascot_2007.doc
    Saluti a tutti Franco

    http://www.carsosegreto.it

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •