Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 13 di 13

Discussione: Lotto M1, liner e beretti

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    dove non sarei mai finito se fosse dipeso solo da me
    Messaggi
    695
    Il berretto a visiera caki fu fabbricato ed adoperato anche dopo il ’45 e non c’è motivo di nutrire dubbi sulla sua autenticità a motivo dello stato di conservazione, non dissimile da quello del berretto verde più “giovane” solo di qualche anno.
    Il fermaglio del soggolo del guscio in acciaio anodizzato finito nero é assolutamente compatibile con il periodo di fabbricazione del guscio stesso.
    Entrambi i sottocaschi sono inequivocabilmente di produzione II^GM, ma la variopinta livrea molto stile anni ’50 del liner bianco m’induce a pensare ad un suo uso nel dopoguerra (probabilmente per scorta alla bandiera, picchetto d’onore, istruttore) . Idem, di conseguenza, per il sottocasco verde con il grado, successivo, da capitano , ma curiosamente con il contrassegno posteriore da ufficiale tipico della II^GM.
    Con Wohn e i suoi cimeli il 37th Infantry Brigate Combat Team non c’entra molto : questo gruppo di combattimento é un’unità costituita qualche anno fa ed é essa che fa parte , ora , della 38^ Divisione di Fanteria.
    Ai tempi di Wohn, nell’US Army non esistevano né brigate né IBCT. Il 148° Reggimento faceva parte della 37^ Divisione di Fanteria la quale aveva il logo presente sul lato destro del sottocasco bianco. Detta divisione, reinserita nella National Guard dell’Ohio, fu sciolta nel ’68.
    Giovanni, é un lotto che potrebbe rappresentare l’inizio e la fine della carriera di RW Wohn: abbiamo infatti un elmetto indubitabilmente II^GM , quando s'arruolò come soldato semplice, ed il "liner" con il grado da capitano. Il berretto a visiera rigido dell'uniforme "Classe A" verde introdotta nel '54 conferma il suo servizio. Non vedo indizi per temere che il lotto sia stati allestito a posteriori creando una storia ad hoc. "Groupings" del genere negli USA non sono infrequenti.
    MP

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    75
    In effetti non ci sono motivi evidenti per dubitare della bontà del lotto.
    Con tutto quello che fu prodotto dagli USA durante la seconda guerra mondiale ancora oggi ci
    si può tranquillamente imbattere in oggetti genuini.
    Bello l'elmo con gli agganci del soggolo in metallo smaltato,avevo sempre visto fibbie del tipo semplificato in questo materiale,
    mai del tipo in foto.

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    694
    Grazie a tutti delle chiare ed interessanti risposte. Giovanni

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato