Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40

Discussione: L'ultimo ci ha lasciati

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    San Francesco al Campo(TO)
    Messaggi
    4,463

    Re: L'ultimo ci ha lasciati

    Quel cielo che tante volte avrai guardato dalle trincee ti accolga nella sua immensità*.
    Vai tranquillo Delfino Borroni,li non troverai più nemici ma tanti fratelli.
    Riposa In Pace
    Gianfranco
    Gianfranco

  2. #22
    Collaboratore L'avatar di EnzoLuca
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Agrate Brianza MB
    Messaggi
    2,886

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Con lui finisce un pezzo di storia.

    Riposi in pace.
    Ciao. Enzo
    "Non abbiate paura"

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    1,758

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Oggi ho sentito la notizia al telegiornale...e così se ne è andato anche l'ultimo soldato che ha visto la Prima Guerra Mondiale in tutta Europa.. Non sò che dire ma sono veramente triste.
    Ciao da Franz
    scavare è bello!
    E’ un mondo difficile: vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto...

  4. #24
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Citazione Originariamente Scritto da EnzoLuca
    Con lui finisce un pezzo di storia.

    Riposi in pace.
    Quoto
    luciano

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    308

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Le trombe del Cielo suonino a festa...RITORNA AL PADRE L'ULTIMO EROE!
    Parlò per tutti quel giorno,ma parlò soprattutto per chi non poteva più farlo,per i soldati di ghiaccio rimasti sotto la neve di Russia,ò per le sentinelle in un mare di sabbia a fare la guardia al sogno di una grande Patria

    Saluti,
    Francesco

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di andreab
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Lombardia/Brescia
    Messaggi
    692

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Grazie Delfino,riposa in pace.

  7. #27
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    [attachment=0:2qknp0ua]poesia.jpg[/attachment:2qknp0ua]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Mantova
    Messaggi
    2,183

    Re: L'ultimo ci ha lasciati

    Con lui purtroppo si è chiusa una pagina della nostra storia. Riposi in Pace!
    Al mondo ci sono persone che sanno tutto. E purtroppo, questo è tutto quello che sanno.

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    245

    Re: L'ultimo ci ha lasciati

    Allego per completezza (articolo dalla rete)

    Delfino Borroni
    CASTANO PRIMO (Milano) – Si è spento domenica, a 110 anni appena compiuti, Delfino Borroni, l`ultimo reduce italiano della Grande Guerra e l`ultimo cavaliere di Vittorio Veneto, l`onorificenza istituita dalla Repubblica nel 1968 per «esprimere la gratitudine della Nazione» a tutti coloro che avevano combattuto sul fronte durante la prima guerra mondiale per almeno sei mesi. Borroni era nato il 23 agosto del 1898 a Turago Bordone, in provincia di Pavia, ma da anni viveva nella casa di riposo Don Guanella a Castano Primo, nel Milanese, dove si era trasferito dopo il matrimonio.

    ONORI MILITARI – Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha espresso profondo cordoglio per la sua scomparsa del bersagliere: «Desidero far pervenire alla famiglia del defunto - ha dichiarato il ministro - i sentimenti più profondi e la grande partecipazione delle Forze Armate per la grave perdita. Delfino Borroni, che era l'ultimo dei sopravvissuti della Grande Guerra e che aveva combattuto a Caporetto - ha proseguito La Russa - rimarrà* un fulgido esempio di profondo attaccamento ai valori della Patria». Al fante saranno riservati i funerali di Stato. La cerimonia, che all'inizio avrebbe dovuto svolgersi nel Duomo di Milano, per desiderio della famiglia si terrà* invece a Castano Primo, dove Delfino Borroni viveva con i suoi figli, Angelo, Pinuccia, Erminia e Maria e tredici pronipoti. La camera ardente è stata allestita lunedì pomeriggio nella sala consigliare del Comune di Castano Primo.

    CAPORETTO - Nel 1917, a diciannove anni, Delfino Borroni fu arruolato di leva nei bersaglieri ciclisti. Da allora combatté sul fronte dell`altopiano di Asiago, poi sul Pasubio e infine a Caporetto, dove visse l`esperienza delle trincee. Proprio a Caporetto fu fatto prigioniero, ma dopo qualche settimana riuscì a fuggire e a unirsi ad un battaglione italiano a cavallo. Finita la guerra, nel 1918 riprese a fare il meccanico, poi si sposò e si trasferì a Castano Primo, dove fu assunto come macchinista sul «Gamba de Legn», lo storico tram milanese. La seconda guerra mondiale la evitò proprio perché prestava pubblico servizio. Dopo la sua scomparsa, al mondo restano solo altri sette reduci del primo conflitto mondiale: tre in Gran Bretagna, due in Canada (tra cui una donna, Gladys Power, di 109 anni), uno in Australia, uno negli Stati Uniti.

    TESTIMONIANZA – «Caporetto è stato il posto peggiore che ho visto durante la guerra» aveva sempre dichiarato il bersagliere, che grazie alla memoria vivissima in questi anni ha confidato le sue memorie a decine di storici, provenienti da tutto il mondo. «La vita in trincea era terribile – ricordava Borroni - Il freddo, la fame, il rombo delle granate, poi c`erano gli attacchi con il gas. Quando pioveva, poi, si aveva la tentazione di dormire, ma quello era il momento in cui un attacco era più facile, allora il capitano passava, con indosso il suo cappello nero e ci urlava di stare all`erta. Una sera dei soldati del suo battaglione fuggirono dall'accampamento per andare a trovare le loro mogli, che vivevano in un paese lì vicino. Furono scoperti e mandati davanti al plotone d'esecuzione, ma noi compagni impedimmo la loro morte urlando "allora ammazzateci tutti", perché tanta era la nostalgia delle nostre famiglie». A Caporetto, anche il fante rischiò di morire. «Il sergente mi disse di uscire a vedere la situazione fuori dalla trincea. Io gli chiesi perché mandava a morire me che ero il più giovane e lui mi rispose che tutti gli altri avevano figli», raccontava il bersagliere. «Allora uscii strisciando, ma un proiettile mi colpì subito sullo scarpone. Mi finsi morto accanto a due cadaveri di altri soldati e quando gli austriaci se ne andarono, raggiunsi i miei compagni in ritirata. Il sergente mi prese la testa sulle ginocchia e pianse». Dopo qualche settimana, Delfino fu catturato. «Una volta, in prigione, cominciai a urlare, volevo scrivere alla mia famiglia che da sette mesi non aveva notizie – spiegava il veterano - L`ufficiale austriaco mi rispose: "io è da dieci anni che non torno a casa", ma poi mi diede un foglio e una penna».

    FUGA - Qualche mese dopo, la fuga. Dopo un giorno di marcia, alla sera, nella prigione, anche l`ufficiale romeno di guardia crollò dal sonno. Delfino fuggì e si unì a un battaglione italiano a cavallo, poi prese un treno che lo portò a Piacenza. Da lì, scrisse ai genitori, che lo raggiunsero. «Stavo riposando in una tenda, alzai gli occhi e vidi gli scarponi di mio padre. Mia madre lanciò un urlo così forte, che quasi mi moriva fra le braccia». I suoi racconti si trovano anche in Rete
    Michele

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    128

    Re: E' morto il Bersagliere Delfino Borroni

    Onore al bersagliere Delfino Borroni , ultimo Cavaliere di Vittorio Veneto.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato