Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: M1-C con fregio bastone di Hermes. Post bellico?

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    20

    M1-C con fregio bastone di Hermes. Post bellico?

    Salve a tutti. Allego le foto di un M1-C post bellico -guerra di Corea,con un fregio anteriore raffigurante un bastone di Hermes. Esaminando i vari particolari ho trovato delle incongruenze delle quali volevo sentire il vostro parere. Non ho trovato nessun riscontro per il fregio su questo forum ed in rete. l'M1 sembra nuovo o comunque utilizzato pochissimo e costituito da piu' parti di anni diversi . Il guscio è Mc Cord ganci mobili, front seam e marcato 872B, il liner ha gli attacchi per la mentoniera post-bellici,ma è marcato Fireston 1942 e l'interno appare nuovo. Per altri particolari allego un po' di foto. Voi cosa ne pensate? grazie.

    R4 502.JPGR4 503.JPGIMG_1548.JPGIMG_1545.JPGIMG_1550.JPGIMG_1551.JPGIMG_1554.JPGIMG_1557.JPGIMG_1564.JPGIMG_1562.JPGIMG_1566.JPGIMG_1576.JPGIMG_1575.JPGIMG_1574.JPGIMG_1570.JPGIMG_1568.JPGIMG_1567.JPGIMG_1565.JPGIMG_1561.JPGIMG_1552.JPGIMG_1553.JPGIMG_1559.JPG
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    20
    Salve a tutti. In attesa di eventuali e graditi pareri, in una presentazione di Nitro90 del 23/11/18, a riguardo di un M1 Schlueter nero con fregio da specialista,tra le varie risposte, in una tabella con le varie classificazioni, appare il fregio con il bastone di Hermes associato alla specialità di medico. Poca cosa ,ma meglio di niente.
    Per quanto riguara l' M1 in questione a questo punto potrebbe essere stato assemblato cosi' come M-1c a scopo di lucro. In realtà l'avevo acquistato perchè venduto come post-bellico-guerra di Corea o Vietnam, e la cifra richiesta era piu' che ragionevole rispetto ad altri 2 M-1c WW2 visti alla stessa fiera di militaria.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,773
    Ci sono alcuni particolari convincenti, sicuramente buoni, altri che fanno storcere il naso.
    Il guscio direi senza dubbio originale del periodo bellico, ma la verniciatura nel migliore dei casi, diciamo rinnovata; i fregi mi sembrano poco convincenti. Comunque escluderei a priori Corea e Vietnam, l'aspetto della verniciatura degli elmetti impiegati in quei conflitti in linea di massima sono diversi da questo.
    Il liner per me è del periodo bellico, però "truccato" da liner parà; per quel che ne so i liner erano quasi esclusivamente Westinghouse e qualche CAPAC, a parte inizialmente liner Hawley di cartone e mi sembra qualcuno di quelli a bassa pressione SC e Hood.
    Soggolino e mentoniera mi piacciono, il resto dei cinghiaggi mi fa buona impressione.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di BERTO
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Venezia
    Messaggi
    953
    Ciao dalle foto in generale non mi sembra male, una cosa che mi salta all'occhio sono le cuciture del chinstrap viste così non sembrano originale, non ricordo di aver mai visto su M1 il logo medico, visto così sembra buono.
    Berto

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    20
    Vi ringrazio per le risposte. A questo punto penso che lo terrò cosi', anche perchè non sarei in grado comunque di apportare una qualsiasi modifica.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    dove non sarei mai finito se fosse dipeso solo da me
    Messaggi
    957
    L’apposizione dei loghi sugli elmetti M1 , ancorché relativamente diffusa, era in linea di massima circostanziale e lasciata agl’individui o ai singoli reparti. E’ quindi possibile un caso isolato di personalizzazione, ma è poco probabile vista l’assenza di riscontri nelle fonti primarie e nella letteratura più recente. Assenza che di per sé non prova necessariamente la falsità.

    Nulla da dire su ciò che gli specialisti qui del settore hanno già scritto. Osservo solo che la mentoniera si fissa al sottocasco come nel liner da parà anni ’50 / epoca Guerra di Corea , con i caratteristici rivetti aggiuntivi a testa più larga. Alcuni collezionisti presumono il riutilizzo di sottocaschi della 2^GM corredati alla bisogna della mentoniera, ma gli studiosi ritengo ciò una semplice congettura.

    Curiosità: il caduceo (“bastone di Hermes”) non è il tradizionale simbolo dei medici , che è il bastone di Asclepio. Svarione della Sanità dell’US Army che l’adottò come emblema su indicazione di un ufficiale poco avvezzo con l’araldica.

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    20
    Salve a tutti. Riflettendoci, mi chiedo come mai, modificando un M1 per renderlo parà,e quindi modificando un liner che si direbbe originale e necessariamente forandolo ex-novo, non si sia optato per una soluzione piu' credibile, invece di aggiungere una parte che non nasconde la sua natura post-bellica. Escluderei un tentativo di frode da parte del venditore, che lo esponeva come inerente alla guerra di Corea. la richiesta di poche centinaia di euro mi sembrava ragionevole anche se, con il senno di poi, probabilmente superiore al valore sia di allora che attuale. Di piu' non saprei che dire.
    P.S.
    Scrivendo non avevo ancora letto l'intervento di Marco Pennisi. Ringrazio comunque tutti per i loro interventi.

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di BERTO
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Venezia
    Messaggi
    953
    Citazione Originariamente Scritto da Panoramix Visualizza Messaggio
    Salve a tutti. Riflettendoci, mi chiedo come mai, modificando un M1 per renderlo parà,e quindi modificando un liner che si direbbe originale e necessariamente forandolo ex-novo, non si sia optato per una soluzione piu' credibile, invece di aggiungere una parte che non nasconde la sua natura post-bellica. Escluderei un tentativo di frode da parte del venditore, che lo esponeva come inerente alla guerra di Corea. la richiesta di poche centinaia di euro mi sembrava ragionevole anche se, con il senno di poi, probabilmente superiore al valore sia di allora che attuale. Di piu' non saprei che dire.
    P.S.
    Scrivendo non avevo ancora letto l'intervento di Marco Pennisi. Ringrazio comunque tutti per i loro interventi.
    Si possono fare varie ipotesi, sicuramente un M1 Parà aumenta molto il suo valore, potrebbe essere stato usato/modificato da un reenactor, non credo alla frode del venditore, dalle foto che hai pubblicato l'unico dubbio è solo nelle cuciture del chinstrap.

    Berto

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di soldatidiplastica
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Bologna
    Messaggi
    965
    Concordo in pieno con i commenti, e aggiungo che almeno questo ha componenti originali che nell'insieme lo rendono gradevole alla vista.
    Saluti
    PaoloZ

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato