Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: M15 Adrian blu horizon

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    M15 Adrian blu horizon

    Ricordate questo topic:
    http://www.milistory.net/forumtopic.asp?TOPIC_ID=8583

    L'amico Nowotny ci metteva al corrente del suo ritrovamento, e chiedeva qualche consiglio. Personalmente ne ero rimasto ottimamente impressionato; lui ha poi deciso di propormi questo pezzo che ora fa parte della mia raccolta.

    Innanzi tutto vorrei ringraziare Manuel per la precisione e la correttezza, poi dire a lui e a tutti che non mi capita spesso di rimanere sorpreso, con gli elmetti, ma in questo caso devo ammettere che vedere un elmetto con oltre novanta anni di vita sulle spalle in queste condizioni è veramente sorprendente.

    L'ho guardato e riguardato, osservato in tutti i minimi particolari, non per volermi convincere, come a volte si fa, della sua autenticità*, ma all'opposto cercavo un qualche indizio della falsità* o quanto meno della manomissione, ma niente da fare.

    Questo elmetto presenta una vernice a dir poco spettacolosa in quanto a freschezza, timbri a inchiostro di una nitidezza estrema, cioè la tipica ancora e le due C che indicano il costruttore cioè la Compagnie Coloniale e la taglia C2, ovvero 61; a tal riguardo ricordo che le taglie degli Adrian Mod.15 erano tre, e cioè A, B, C, ognuna delle quali aveva tre sottotaglie, 1, 2, 3, che coprivano tutte le misure dalla 54 alla 62 (esempio A1 = 54, B2=58, C3=62); la pelle della cuffia porta tracce di "vissuto" ma è ancora in condizioni ottimali; il feltro interno della cuffia in condizioni pari al nuovo, ed è oltre tutto di proveninenza della divisa "Reseda", cioè la divisa kaki-verdastra studiata per l'esercito francese nel 1911 e destinata a sostituire le sgargianti divise ottocentesche ancora in uso; era una divisa che fu giudicata eccellente, in quanto a funzionalità* e capacità* mimetiche, ma non fu adottata perché con essa i soldati francesi assumevano un aspetto esteriore incredibilmente simile a quello dei "potenziali" (poi, di lì a poco, reali) nemici d'oltre-Reno.
    Come risaputo le bande in stoffa utilizzare nelle cuffie degli elmetti Adrian erano ricavate anche dalle divise dismesse, se ne trovano di azzurre, di rosse come i pantaloni degli zuavi e, appunto, più raramente della Reseda, come in questo caso.

    La cuffia è di primo tipo, di produzione francese, il tipo tutto un pezzo, e non il successivo con le patte cucite; il soggolo è ottimo e rigorosamente a norma, unica pecca il rivetto di fissaggio che con l'andar del tempo si è ossidato e da una parte l'anellino in ottone si è dissolto; da notare le due saldature di rinforzo degli anelli reggisoggolo, eseguite evidentemente a stagno e entrambe dissaldate, proprio per la tensione a cui questi elementi erano sottoposti e all'inadeguatezza del materiale di saldatura. Degne di nota, ancora, le lamelle ondulare perimetrali in condizioni impeccabili.

    L'elmetto non presenta le asole per il fregio ed è quindi un elmetto destinato all'esercito italiano; dato che conserva il colore blu horizon e la cuffia e il soggolo francesi, dovrebbe essere uno di quelli di primissima fornitura, anche se di non primissima produzione, in quanto presenta già* i rivetti di rinforzo all'attaccatura delle falde frontale e nucale.

    Il fatto che si sia conservato in così eccezionali condizioni e che abbia mantenuto il colore blu horizon, mi fa pensare ad un elmo da Ufficiale (questa colorazione era un vezzo un po' snob dei nostri Ufficiali) forse destinato a compiti non troppo gravosi, il quale dopo la guerra ha custodito gelosamente questo suo cimelio, e così è stato fatto fino ai giorni nostri.

    A tale scopo sinceramente mi piacerebbe sapere dall'amico Manuel se sa qualcosa di più sull'origine di questo pezzo.

    In conclusione un elmetto veramente text-book, un pezzo direi museale.














  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022
    E' davvero bellissimo e in condizioni perfette. Complimenti per l'acquisto. [ciao2]

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Piero,altro bel colpo.Come al solito hai fatto una presentazione pazzesca,cosa aggiungere altro?Un plauso a Manuel e la sua correttezza.
    Veramente bello e perfetto,niente da dire sull'elmo.
    E che foto,spettacolari[]

  4. #4
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Bello.. un'altro pezzo di storia messo al sicuro..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    1,622
    ciao piesse,allora l elmo è del padre del nonno del mio compagno di classe,sempre conservato in una scatola di cartone con cimeli di famiglia,che dire sono contento che ti piaccia,ma sopprattutto che tu riesca ad apprezzarlo come io apprezzeri 1 ropenhelm 1941 heer.pensa che mentre lo portavo a casa in treno molti signorri anziani sono rimasti stupiti di vedere un adrian e che mentre ero assente dalla classe dei compagni ci hanno fatto delle foto mettendoselo in testa!mi raccomando trattalo bene!
    cerco e scambio materiale wehrmacht e afrikakorps!!!

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821
    E' un pezzo che mi piace molto.

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Hei Manuel,hai parlato di cimeli di famiglia,di che si tratta?

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Veramente un'ottima presentazione,Piesse per un bellissimo elmetto.Bravo!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Citazione Originariamente Scritto da walter nowotny

    ...che mentre ero assente dalla classe dei compagni ci hanno fatto delle foto mettendoselo in testa!...
    Aaaagggghh!!!! ecco chi ha fatto staccare l'anellino del rivetto del soggolo!!! le tracce sono fresche, credevo di averlo fatto io e ho setacciato tutto il pavimento senza successo.

    Me li immagino, una ventina di "barbari" che stiracchiano il povero soggolo, e che si ficcano in testa un elmetto novantenne, senza alcun riguardo, e si rincorrono e se lo litigano, "me lo metto io, no io..."....l'ho fatto anch'io, il liceo, e lo so come ci si comporta.....povero vecchio elmetto, non l'avrebbe immaginato, quasi un secolo dopo il Grappa, di ricapitare fra le mani degli Unni....[]

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Certo che è il colmo che dei ragazzini siano riusciti in ciò che nemmeno la Grande Guerra è riuscita.Le nuove generazioni,Piesse,porta pazienza.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato