Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: M17 austriaco con segno da campagna

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891

    M17 austriaco con segno da campagna

    Forse già note alcune foto dell` elmetto personalmente sto credendo di non ancora aver presentatolo in tutto come si conviene nel nostro forum—allora---



    Elmetto M17 forze armate austriache e Frontmiliz
    con segno da campagna


    Questo elmetto ex-kuk veniva usato così dalle forze armate austriache (inclusivamente la militia da fronte subordinata Frontmiliz) tra 1925 e 1938.
    È stato verniciato con colore grigio verde tonalità chiara ancora abbastanza opaca.

    Conosciamo che nel questo tempo tra le due guerre sempre si faceva dei grandi problemi sostenersi la tonalità costante unica per tutti i reparti. La truppa spesso doveva rinnovare la vernice da se perchè non era molto resistente. Quindi di frequente si può trovarne delle tonalità differenti grigio verde.

    Inoltre le cose si stiano così perche` man mano il colore mimetico degli elmi si diventeva e tendeva ad una tonalità più chiara e verdastra durante gli anni 30`.

    Questi elmetti in condizioni buone e immutate ci sono più difficili da trovare come gli elmi solo kuk gm1.
    Ma perchè?

    1.)Perchè dopo 1918 sulla regione della piccola repubblica nuova si poteva raccoltare appena più che ca, 30.000 esemplari del elmo kuk
    -- (eccezionalmente e meno dei elmi ex-kuk nascosti irregolamente a casa e dopo usati dalla Heimwehr ).
    Inoltre 1919 ne c`era la maggior parte ne arrunggita o rotta.

    1922 dai resti degli elmi kuk non più consegnati le forze armate potevano aquistare altri elmetti dei fratelli „Gebrüder Böhler“ a Kapfenberg (GBC con marca con „la stella a sei dentelli“ ca. 11.800 m17 plus ca. 5.000 m18 Berndorfer);
    Particolarmente quegli elmi GBC erano molto arrungiti a cause della mala verniciatura bellica fine 18.
    Ne soltanto 5.900 elmi erano usabili dopo li aver portati al ex-kuk MD5 Brunn a. Geb, (Baer 259, 263ff.).

    Nonostante e fino 38 elmetti da battaglia rimanessero una merce rara cosicchè la gendarmeria si prendesse alcuni esemplari caso per caso.

    2.) Dopo marzo 38 tutti gli elmetti austriaci venivano modificati agli elmetti tedeschi---- i c.d transizionali wehrmacht.
    Quindi solo abbastanza pochi esemplari austriaci rimanevano originali immutati…….

    Le forze armate non mai avevano più che ca. 50.000-65.000 soldati (1936) fino 1938. Solo per questo si spiega la rarità del elmo comparandolo con esemplari ancora esistenti kuk ….e forse spiegarebbe anchè la conoscenza piccola tra i collezionisti....


    L`elmo ci si presenta tutto completo e conformamente al regolamento 1929 con il feldzeichen austriaco tradizionale (segno da campagna).
    La feldzeichen è fissato con un bullone da ferro brunito invece di un` esemplare d`ottone regolamentare- ma—p.e. vediamo un`equivalente a Baer IV pag.269.
    Da 1925 poco a poco l´imbottiture vecchie kuk venivano sostituite con la nuova imbottitura modello m25 con il soggolo m25 tipico -come visibile molto bene nel mio elmo.

    3.) Il feldzeichen austriaco storico si presenta in foglia da quercia (o nelle stagioni invernali con rame d`abete).
    Nei tempi pacifici o dietro al fronte si usava anchè foglie da quercia artificiali di carta cerosa per la parata.
    Il feldzeichen (in foglia o rame) veniva usato fino 38 e di nuovo dopo 45 (solo pochi anni) agli elmi, bandiere militari ( p.e. in occasione di parate, giorni di festa, presenza del presidente etc, etc,).

    1936 e´stata iniziata di nuovo la conscrizione obbligatoria. 1936 al tempo stesso la Heimwehr (HW,milizia paramilitare) è stata abolita. Ne la gran parte della HW faceva parte della Frontmiliz nuova. La Frontmiliz era subordinata alle forze armate (con le stesse uniformi, lo stesso elmo e arredamento).

    Conclusio:
    La stella GBC qui non è più visibile ma nonostante penso che si tratterebbe di un esemplare Gebrüder Böhler GBC (anchè mio amico Stefano lo pensa…..)
    Credo che questo elmo intoccato da 1938 sia sovvravissuto nel qualche magazzino o veniva dimenticato nell`armadio di un soldato della Frontmiliz ( abolito marzo 3.

    Vi auguro molto piacere guardando le foto….

    - - - Aggiornato - - -

    altre foto.....
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,396
    Che dire se non un grande GRAZIE al nostro amico che ci ha voluto illuminare con ottime foto e paicevoli descrizioni per un reperto che personalmente non conoscevo per niente.
    sven hassel
    duri a morire

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    690
    Bellissimo elmetto ed interessante disamina. Giovanni

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di stefano c
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    613
    topic interessantissimo e, come sempre, molto ben presentato

    grazie amico gerhard ....

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075
    Pezzo bellissimo!Complimenti. Una domanda: esistevano foglie di quercia metalliche?PaoloM

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,177
    bellissima descrizione e ancor più bello l'elmetto ... caro Gerhard. Hai fatto benissimo a citare il Baer e a ricordare che questo particolare tipo di fissaggio del rametto di quercia - imbullonato al cornetto areatore - è tipico solo del periodo post 1918. E' importante ricordarlo perchè ancora oggi, molto spesso viene venduto e spacciato, soprattutto nelle fiere di Militaria, come Prima Guerra Mondiale. Il rametto trifido (tre foglie di quercia) era portato in segno di festa sulla coccarda del copricapo da parata o sul lato sinistro del berretto da campo, infilandolo nel risvolto o nei due passanti paralleli di cordoncino (Zwirnschlingen). Per l'elmetto erano previsti delle clip a molla da agganciare alle prese d'aria (o semplicemente all’interno del cornetto sinistro) . Doveva essere alto non più di 16 cm e largo 13 cm. D’inverno si poteva sostituire il rametto di quercia con un ramoscello di abete a tre punte o foglie finte di carta cerata. Prescritto per parate, compleanno dell’Imperatore, Corpus Domini e Pasqua, sfilate in presenza del Sovrano e cerimonie nelle quali i generali partecipavano con l’uniforme di gala.
    Non mi risulta che esistesse una versione in metallo ... generalmente (quando non venivano usati gli originali strappati - mai tagliati - da un ramo di quercia o di abete) erano in tela cerata con un'anima di leggerissimo filo di ferro come sostegno delle foglie al rametto. Esistevano invece alcuni Kappenabzeichen a forma di foglie di quercia da portare sul lato sinistro del Feldkappe.

    zx1.png zx6.png
    Bergführerkomp. in sfilata davanti all'Imperatore a Pinzolo, dopo l'azione per la conquista dell'Ago Mingo (maggio 191
    zx2.png zx7.png
    con il Fez ...
    zx3.png

    zx4.png

    zx5.png
    in presenza dell'Imperatore ...
    zx8.png
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891
    @sven, Giovanni, mio amico Stefano, Paolo M. e Paolo:
    xxxgrazie amici!!! Sempre fa tante piacere a me di scrivere per un pubblico da esperto ed interessato come voi.......

    --spunto "feldzeichen":
    Non vorrei escludere l` esistenza di feldzeichen metalliche---sarebbe logico e possibile.
    Credo di aver visto una di materiale metallico su un czako da parata per kuk ufficiali fanteria parecchio tempo fa ma non sono certo assolutamente....certo è nel ogni caso che quelle di carta cerosa esistevano più più numerose.
    Non vorrei escludere l` esistenza di feldzeichen metalliche---sarebbe
    logico e possibile.
    Credo di aver visto una di materiale metallico su un czako da parata per
    kuk ufficiali fanteria parecchio tempo fa ma non sono certo
    assolutamente....certo è nel ogni caso che quelle di carta cerosa
    esistevano più più numerose.

    C`era anchè una versione per l`elmetto *m35/42* dopoguerra della
    gendarmeria e gendarmeria di pronto intervento (precursore fino 1956 delle
    forze armate d`oggi). La differenza tra *m17* e m35/40 fa la fissazione
    differente del feldzeichen:
    il bullone del m35/40/42 è minore comparato al bullone dell`elmo m17.

    All`evenienza vi presentero` un m42 dopoguerra con la feldzeichen fissata.

    -----una grazie grande a Paolo per la descrizione benissima e le foto
    "feldzeichen"---non mai fareilo meglio....

    Mostrei alcuni libri (1929, 1937) i quali si dedicano
    con il tema "Frontmiliz" e forze armate nel questo tempo anni
    20/30.

    1.)Degno di nota mi sembra la foto "Frontmilizausstellung"
    (vedete il manichino con lùniforme Bundesheer (o frontmiliz) e l`elmo
    adossato colore grigio verde opaco chiaro nel fondo...

    2.) Si nota l`articolo "die Schwarzhemden Italiens --camice nere
    dÌtalia). Iniziando la Frontmiliz austriaca 1936 si ispirava alle milizie
    italiane da modello di riferimento--come prima il precursore-la Heimwehr-
    specificamente tra ca.1928 e 1935. Non è sorprendente perchè
    particolarmente prima della campagna italiana a Etiopia 35/36 Italia e il
    Duce facevano la potenza tutrice per un`Austria autonoma e contro il terzo
    Reich.
    ***************
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075
    Ne trovai di metalliche a Brno negli anni '70. Volevo la conferma.PaoloM

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,815
    11696450_102013756814841_80719364746640960_o.jpgQuesto è il mio elmetto che ho trovato 3 anni fa, le foglie di quercia le ho trovate in due diversi momenti in zone diverse in zone di baracche AU, sono state fatte con pezzi di ottone,forse con ottone dei bossoli d'artiglieria
    CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

    CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Marzetti Visualizza Messaggio
    Ne trovai di metalliche a Brno negli anni '70. Volevo la conferma.PaoloM
    Anni `70 a Brno?? Là il pericolo di una truffa probabilmente fu minore a quel tempo...

    Dunque penso che si troverebbe di un`originale... hai ancora la foglia nella tua collezione?
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato