Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 27 di 27

Discussione: M33 Analisi di un elmo

  1. #21
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Il mio commento era atteso, ma purtroppo ho notato solo ora questo thread.
    Il libro di Bosi a me soddisfa perché e' ben costruito ed ordinato. C'è qualche errore, ma
    chi non ne fa? Del resto non ne fa' solamente chi non fa' nulla ed e' portato a criticare
    molto facilmente trincerandosi dietro nickname.Credo che se all'amico Bosi verra' data
    l'opportunita' di compilare una seconda edizione, avra' modo di correggere cio' che non va'
    eliminando qualche foto e aggiungendone altre.So che ne è al corrente.Tra l'altro io personalmente sono disposto a collaborare. Esaminare pagina per pagina? Ma state scherzando?E chi ha il diritto di usare la matita rossa e quella blu?Nessuno che io conosca.
    Tornando al neofita, credo che se ne potra' avvalere agevolmente, sia per come e' scritto
    sia per come è ordinato.Del resto non e' che avra' la presunzione di impararselo a memoria,
    ma i concetti base, quelli che contano, ci sono tutti e sono corretti. PaoloM
    (Nota:se dovete commentare altri libri, aprite un thread apposito,infatti non e' giusto né corretto adoperare questo che e' riservato al libro di Bosi)

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,615

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Nel condividere il pensiero dell'amico Paolo mi permetto qualche considerazione di carattere generale. Tutto dipende molto da come ci si rapporta alle pubblicazioni. Per noi autori è tutto in salita rispetto all'utente che prende in mano il libro e poi, comprensibilmente e forse giustamente giudica. Ma il nostro è pionerismo puro. Tanto è vero che, parlo per esperienza diretta, spesso noi dobbiamo mettere in campo delle ipotesi basate su lunghi lavori di ricerca che non è facile capire se non li si sono vissuti di prima persona. Mettere in campo la propria esperienza vuol dire metterci la faccia con la certezza assoluta che non esiste un solo libro immune da errori o da notizie che al momento dell'uscita parevano certe ma poi sono state oggetto di revisioni in seguito alla scoperta di documenti, foto o notizie nuove. Noi tentiamo di aprire nuove strade, a maggior ragione quando invece di scrivere di argomenti già ampliamente letti ci avventuriamo su temi quasi inesplorati, e voi lettori giustamente ci supportate nel percorrerle, talvolta insieme a noi. Non è facile perchè ci va coraggio e la disponibilità ad accettare oltre a qualche pacca sulle spalle anche qualche borbottio. E sopratutto la consapevolezza che il portafogli era vuoto prima e forse sarà più vuoto ancora dopo. Si fa tutto per passione, anche accettare le critiche che quando sono utili costruiscono migliorie, quando sono frutto di gelosie non portano a niente. Un libro quando nasce lo fa sapendo che se avrà una seconda edizione quella metterà a posto le sue piccole magagne. Fa parte del gioco ma intanto avere il coraggio di tirar la pietra nello stagno è già qualcosa. Un plauso quindi a Bosi ed a tutti coloro i quali condividono quest'attività ed un grazie a tutti quei lettori senza i quali noi scrittori e/o appassionati divulgatori non saremmo niente!
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

  3. #23
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Citazione Originariamente Scritto da battaglionespecialevvf
    Nel condividere il pensiero dell'amico Paolo mi permetto qualche considerazione di carattere generale. Tutto dipende molto da come ci si rapporta alle pubblicazioni. Per noi autori è tutto in salita rispetto all'utente che prende in mano il libro e poi, comprensibilmente e forse giustamente giudica. Ma il nostro è pionerismo puro. Tanto è vero che, parlo per esperienza diretta, spesso noi dobbiamo mettere in campo delle ipotesi basate su lunghi lavori di ricerca che non è facile capire se non li si sono vissuti di prima persona. Mettere in campo la propria esperienza vuol dire metterci la faccia con la certezza assoluta che non esiste un solo libro immune da errori o da notizie che al momento dell'uscita parevano certe ma poi sono state oggetto di revisioni in seguito alla scoperta di documenti, foto o notizie nuove. Noi tentiamo di aprire nuove strade, a maggior ragione quando invece di scrivere di argomenti già ampliamente letti ci avventuriamo su temi quasi inesplorati, e voi lettori giustamente ci supportate nel percorrerle, talvolta insieme a noi. Non è facile perchè ci va coraggio e la disponibilità ad accettare oltre a qualche pacca sulle spalle anche qualche borbottio. E sopratutto la consapevolezza che il portafogli era vuoto prima e forse sarà più vuoto ancora dopo. Si fa tutto per passione, anche accettare le critiche che quando sono utili costruiscono migliorie, quando sono frutto di gelosie non portano a niente. Un libro quando nasce lo fa sapendo che se avrà una seconda edizione quella metterà a posto le sue piccole magagne. Fa parte del gioco ma intanto avere il coraggio di tirar la pietra nello stagno è già qualcosa. Un plauso quindi a Bosi ed a tutti coloro i quali condividono quest'attività ed un grazie a tutti quei lettori senza i quali noi scrittori e/o appassionati divulgatori non saremmo niente!
    ti quoto iin tutto!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    200

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Ho trovato il libro interessante a suo tempo, ci sono stati alcuni particolari che non avevo notato e che invece sono giustamente evidenziati.
    E' proprio il genere di pubblicazione che serve ai neofiti oppure per chi ha in collezione svariati elmetti ed ha bisogno di fare un pò di ordine di idee.
    Con le conoscenze acquisite, se non altro, si rende la vita difficile ai venditori faciloni in caso di possibile acquisto in rete, per fiere ecc...
    M1.Enrico

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    447

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Per me Bosi ha fatto un bel lavoro e giustamente chi fa può anche commettere qualche inesattezza. Nel libro per quelle che sono le mie conoscenze non ho visto particolari evidenti problemi ma se dovesse uscire unaseconda edizione con ampliamento adeguato delle tematiche non me la lascerei scappare.

  6. #26
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Citazione Originariamente Scritto da gefreite
    Per me Bosi ha fatto un bel lavoro e giustamente chi fa può anche commettere qualche inesattezza. Nel libro per quelle che sono le mie conoscenze non ho visto particolari evidenti problemi ma se dovesse uscire unaseconda edizione con ampliamento adeguato delle tematiche non me la lascerei scappare.
    Condivido perfettamente. Ciao.

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: M33 Analisi di un elmo

    Citazione Originariamente Scritto da gefreite
    Per me Bosi ha fatto un bel lavoro e giustamente chi fa può anche commettere qualche inesattezza. Nel libro per quelle che sono le mie conoscenze non ho visto particolari evidenti problemi ma se dovesse uscire unaseconda edizione con ampliamento adeguato delle tematiche non me la lascerei scappare.
    Anch'io condivido

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •