Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Voglio condividere questo elmetto impiegato dai nostri Bersaglieri facenti parte dlla forza ONU denominata UNIFIL in Libano nel periodo 1982-1984.

    Come noto il primo Reparto dell'Esercito italiano ad uscire dal territorio nazionale dopo la fine della seconda guerra mondiale fu il 2° Battaglione Bersaglieri "Governolo" impiegato a partire dal 26 agosto 1982 nella missione ITALCON 1 e poi ITALCON 2, nel territorio Libanese, con compiti di stabilizzazione e di controllo nell'ambito della sanguinosa guerra che si svolgeva in quel paese, tra vari eserciti e milizie.

    Una missione di pace, dunque, che comunque fu lunga e sanguinosa.

    Non sto a descrivere i fatti, perché sarebbe lavoro troppo lungo e articolato; non è difficile approfondire anche su internet, per chi ne avesse voglia.

    Descrivo invece l'oggetto di questo topic, un elmetto italiano M33 con tutte le caratteristiche tipiche di uno usato in quella occasione, un elmetto che ci tengo a specificare, oramai vecchio di 30 anni, anche se spesso anche inconsciamente, gli elmetti postbellici sono considerati "attuali".

    Dunque, questo bel M33 porta la tipica verniciatura bianca adottata in quella occasione; all'interno è invece in color kaki tipico degli elmetti anni 70; ha il cerchio ancora in color grigioverde come le produzioni del periodo bellico; anche la cuffia, i relativi fermacampioni e i rivetti areatori sono di produzione del periodo bellico.

    Il montaggio del tutto però è assolutamente postbellico, in quanto avvenuto quando già l'elmetto era colorato in kaki.

    Una piccola particolarità: i rivetti areatori sono chiusi con piccoli bastoncini in legno, incastrati stretti; quello posteriore non c'è più, ma senz'altro c'era anche quello; chissà perché il soldato che l'aveva fece questo.

    E' strano riscontrare che sotto alla verniciatura bianca non sembra esserci il color kaki, ma un verdone piuttosto scuro.

    Il soggolo è molto particolare, è in canapa, di colore verde grigio, con fibbia a scorrimento, il tutto di tipologia insolita, che però, facendo qualche ricerca, ho visto su un altro elmetto da bersagliere postbellico, non bianco ma kaki, senza però nessuna spiegazione.

    Parliamo del piumetto: purtroppo è un po' mangiucchiato dalle tarme, parecchie piume sono bucherellate e alcune molto consunte sulla punta; non è difficile trovare un bel piumetto in condizioni migliori, ma questo è il suo, per cui sta così.

    Il portapiumetto è in colore verdone nella parte metallica, colore adottato anche per gli elmetti all'inizio anni 80, per cui corretto.
    I segni di convivenza tra portapiumetto e elmetto sono evidenti.

    Infine, il codice di produzione di questo elmetto è BB35.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Pallara Simone
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Bad Tölz (Germania)
    Messaggi
    1,571

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Un´elmo molto affascinante,il nostro 33 che ha fatto la storia,e che a differenza dello Stahlhelm tedesco la continuera´a fare.
    Complimenti come sempre Piesse pezzo superbo.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,177

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    eccezionale piesse .... mi hai fatto voglia di tirar fuori il libro sulle uniformi ed equipaggiamenti dei soldati in Libano che tengo accanto alle memorie del gen. Angioni. Pezzo ricco di fascino. Tonle
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di adriano
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    1,047

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Devo fare un'osservazione relativa alla colorazione bianca, a me risulta che gli elmetti sicuramente adottati in occasione dell'operazione ITALCON, avevano una colorazione bianco opaco, generalmente applicata su elmetti con colorazione kaki o verde NATO con rivetti ed accessori omogenei e di fabbrica, quindi anche con maglie reggi soggolo trapezoidali, ho avuto modo di vederne alcuni perlopiù ridotti molto male, e tutti avevano queste caratteristiche, quelli dipinti in bianco lucido, più facilmente reperibili, generalmente erano utilizzati dai movieri, poi se il tuo proviene direttamente dalle mani di un partecipante a quella missione, alloro vuol dire che le mie osservazioni sono incomplete ed oggi ho imparato un'altra cosa...

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Citazione Originariamente Scritto da piesse
    Una piccola particolarità: i rivetti areatori sono chiusi con piccoli bastoncini in legno, incastrati stretti; quello posteriore non c'è più, ma senz'altro c'era anche quello; chissà perché il soldato che l'aveva fece questo.
    Ciao, evidentemente "fischiavano". Talvolta questo espediente della otturazione dei rivetti si e' riscontrato anche sui 16 tedeschi della grande guerra: viewtopic.php?f=71&t=22856
    Citazione Originariamente Scritto da piesse
    Infine, il codice di produzione di questo elmetto è BB35.
    Un guscio prodotto probabilmente negli anni 30 e riutilizzato in epoca post. Mi pare di vedere tracce di grigioverde all'interno del guscio. Ciao e complimenti e' davvero un 33 ben conservato.

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Per rispondere ad Adriano: questo elmetto è bianco opaco, o meglio satinato; gli ho dato una lavata con acqua e sapone e una strofinata, e le foto sono in pieno sole.
    La verniciatura è a spruzzo e non è di caserma.

    Per il resto (reggisoggolo, componenti omogenee...) non dico nulla; ma dico solo che la lunga convivenza tra porta piumetto e guscio è evidente.

    L'elmetto a me non è arrivato da un partecipante alla missione, quindi non posso dare la certezza, ma osservando tante foto di quella missione mi sembra perfettamente coerente, e non mi pare che in quelle foto tutti i soggoli siano di tipo largo.

    Per Gertro: secondo me tracce di g.v., sul guscio, non ce ne sono; quelle macchioline che si vedono vicino al rivetto sono frammenti persi dal cerchio, quando l'ho un pochino forzato per spolverale lo spazio tra cerchio e guscio: questo elmetto era molto sporco.

    Ti chiedo inoltre se ha mai visto una tipologia di sottogola come questo.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di adriano
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    1,047

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Dalla foto del rivetto sembrava che la vernice fosse lucida, quindi quel riflesso che si vede è l'effetto bagnato, allora la vernice è del tutto coerente, è nota la foto in cui un militare dipinge in serie gli elmetti destinati al contingente italiano in partenza per il Libano; i quali come risulta dalle foto d'epoca sono bianchi solo all'esterno:
    [attachment=0:259ic2ku]istantanea2012031813315.jpg[/attachment:259ic2ku]

    Vedi:
    http://miles.forumcommunity.net/?t=50291944
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #8
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Citazione Originariamente Scritto da piesse
    Ti chiedo inoltre se ha mai visto una tipologia di sottogola come questo.
    Di certo non e' un soggolo regolamentare. Tra l'altro non e' una novita' la circostanza di 33 con soggoli di recupero. Nel caso del tuo elmetto non e' pero' un adattamento effettuato dal militare che aveva in dotazione l'elmo ma un adattamento molto curato che fa piu' pensare ad un intervento professionale per via dell'accuratezza del fissaggio di questo sottogola agli anelli. Adattamento effettuato con ogni probabilita' in una struttura organizzata (centro logistico? Officina campale?). Mi pare vi sia infatti l'utilizzo di cucitura per fermare il soggolo agli anelli come in questo caso viewtopic.php?f=120&t=34567 La fibbia comunque mi pare sia quella delle borracce italiane. Un adattamento un po' curioso per essere considerato un intervento fatto in un centro logistico. Probabilmente non si disponeva di soggoli e fibbie originali di ricambio. Ciao.

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Non è una cinghia da borraccia, questa è più spessa.
    Mi dava l'impressione di un soggolo ricavato da un elmetto israeliano o qualcosa del genere.

    Proverò a fare dei controlli.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: M33 Bersaglieri Libano 1982-1984

    Citazione Originariamente Scritto da piesse
    Non è una cinghia da borraccia, questa è più spessa.
    No, la cinghia del tuo elmetto con le borracce italiane non c'entra nulla. Quella delle borracce e' molto simile (non uguale) ai soggoli in canapa riscontrati spesso su 33 UNPA. Io mi riferivo solo alla fibbia. Se fai una comparazione noterai che la fibbia del tuo elmetto e' uguale a quella usata sulle borracce italiane. Per quanto riguarda il soggolo del tuo 33 si vede benissimo che ha un'anima di colore diverso, forse biancastra, come si nota dal taglio del soggolo cucito all'anello (nella parte che non ha fibbia). Sicuramente e' un soggolo ricavato da una cinghia in canapa molto robusta e solida destinata evidentemente a reggere cose pesanti. Ciao.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato