Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 43

Discussione: M33:interni, occhielli,cuciture e tipi di pelle

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329

    M33:interni, occhielli,cuciture e tipi di pelle

    Salve,
    osservando alcuni elmi M33 sicuramente bellici ho notato
    che presentavano gli occhielli delle patte in cuoio di ferro
    in quelli postbellici spesso ho ritrovato quelli in alluminio
    sara' un caso ma qual'e' la vostra idea a tal proposito?
    un saluto
    Quex
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Caro Quex, giusta la tua osservazione! Infatti non credo nessuno abbia mai detto che
    solo gli elmetti M.33 postbellici debbono avere gli occhielli metallici sulle patte in cuoio dell'imbottitura.Il discorso lo si potrebbe allargare alle cuciture 'Z' e 'II', ma
    per il momento lasciamo stare.E' vero ! Anche elmetti pre-bellici e bellici, possono
    presentare la caratteristica da te menzionata, tant'è che inizialmente, su gran parte delle imbottiture del primo periodo (1936-193 ci sono questi occhielli, sia in ferro che in alluminio.Verso la fine del 1942 venne ripresa questa caratteristica, per gli elmetti costruiti e assemblati fino a settembre del 1943:e' ovvio che nel periodo RSI entrambe le caratteristiche ('con' e 'senza') sono convissute.
    Il caos, chiamiamolo cosi', e' venuto dopo per noi collezionisti, quando cioe' gli elmetti M.33 kaki, con o senza fregi, e soggolo di canapa con fibbia a cursore 'all'inglese', hanno invaso i mercati.Il 99% di essi presenta questa caratteristica ma nessuno controlla mai:
    a)il tipo di cuoio dell'imbottitura, che sui modelli receinti e' tipicamente giallastra e trattata con cera, non conciata al cromo, perché tossico per la cute.
    b)il tipo di gancetti a D per il sostegno del soggolo in canapa moderno, che sono
    sensibilmente piu' larghi rispetto a quelli del periodo pre-bellico e bellico.
    Ci si fissa sugli occhielli metallici e sulle cuciture posteriori 'Z' e basta,prendendo
    notevoli abbagli e facendo errori di valutazione, specie sugli elmetti RSI,lasciandoli
    magari li' per queste caratteristiche, che francamente non riesco a capire chi ha
    avallato, e con quale documentazione.Tutto cio' detto con cognizione di causa perché
    ho elmetti M33 pre-bellici e bellici con queste caratteristiche (non solo io). Detto questo, ognuno e' padrone di agire e di fare come crede.. Ciao,[]PaoloM

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    Caro Paolo,
    ti ringrazio per la tua risposta che conferma una mia vecchia
    idea sull'uso di occhielli in ferro o alluminio sugli M33
    del periodo Regno; i punti da te evidenziati sono la chiave
    di lettura sicura di un interno bellico colore e concia
    del pellame insieme ad i ganci di sostegno del soggolo.
    Un argomento a parte di "furiosa discussione" potrebbe essere
    la cucitura posteriore a Z o II ma la mia opinione e che
    entrambi i metodi furono usati dalle fabbriche nel periodo
    regio.
    La mia idea e che la cucitura a Z di tipo piccolo e'quella
    bellica mentre quella grande e' attribuibile al dopoguerra
    tu cosa ne pensi?
    un saluto
    Raffaello
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Caro Raffaello,
    mi meraviglio come nessuno intervenga su questo argomento
    che e' uno dei piu' interessanti per i collezionisti di
    elmetti italiani.Ho assistito a liti furibonde nei mercati
    nazionali ed internazionali sulle cose di cui stiamo parlando.
    Le cuciture Z e II sono coeve.Le migliori erano quelle Z,
    realizzate grandi e piccole (chiamiamole Za e Zb).Le Za furono
    le primissime ad essere realizzate, ma furono anche le primissime
    del dopoguerra per le imbottiture gialle.Le Zb anche esse
    del periodo bellico, furono abbandonate dopo che venne cambiato
    il tipo di concia della pelle. Ricordiamoci che la pelle
    degli elmetti WWII era piu' dura perché conciata col cromo
    ed era anche quella piu' soggetta al sudore, che dopo un certo
    tempo diventava duro e si spaccava. Se ci fai caso, le
    imbottiture post WWII gialle sono molto piu' soffici e meno
    soggette a rotture. Tutto qui. Escludiamo dal discorso le
    imbottiture realizzate negli arsenali della R.Marina prima e
    MM dopo, perché fanno testo a sé:qui incontri cuciture II,I,X
    e Za e Zb, con pelle normale marrone chiaro,marrone rossiccio,
    bianco antifungino, e sottogola correlati con uno o due bulloncini.
    Col topic da te proposto, stiamo dando un buon contributo per
    sgombrare dagli equivoci e dai luoghi comuni, un argomento, che
    per ignoranza fa' inevitabilmente prendere delle cantonate
    quando si deve fare una scelta.
    Ciao[]PaoloM

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    ciao, segnalo che io ho un '33 "da solaio" con fregio delle CCNN, purtroppo grattato bestialmente (ma ...comprensibilmente).
    L'imbottitura è "bianca antifungino".
    La stessa imbottitura bianca che ho visto anche in altri elmi REI o ex-REI ricondizionati post-guerra. Giusto Marpo? [:I]
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Caro Ciofatax,beh, quanto dici sara' sicuramente vero.A mia
    conoscenza le imbottiture bianche impregnate di antifungino,
    venivano prodotte essenzialmente per la R. Marina e forse le hanno
    prodotte anche dopo per la MM.Non sara' che ti confondi con le
    imbottiture belliche (rare per la verita') di colore grigio chiaro,
    ma conciate al cromo?. Io ne ho una montata su di un elmetto RSI
    dell'ANR.Le riconosci perché sono grigio lucido, mentre le antifungine sono generalmente bianco sporco, ma riuvide.
    Ciao[8D]PaoloM
    =============================
    CERCO FOTOGRAFIE DI PARACADUTISTI ITALIANI 1938-1945
    =============================

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    Le imbottiture grigio-lucido hanno o non hanno gli anelli?
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Possono avere gli anelli e possono anche non averli.
    Ciao[8D]PaoloM

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    Citazione Originariamente Scritto da marpo

    Non sara' che ti confondi con le
    imbottiture belliche (rare per la verita') di colore grigio chiaro,
    ma conciate al cromo?. sono grigio lucido, mentre le antifungine sono generalmente bianco sporco, ma ruvide.
    Ciao[8D]PaoloM
    =============================
    CERCO FOTOGRAFIE DI PARACADUTISTI ITALIANI 1938-1945
    =============================
    FACCIO UNA FOTO E TE LA INVIO []
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Bene, un plauso alla competenza di Marpo, un ottino argomento di discussione, posso aggiungere che in periodo prettamente bellico si assiste alla realizzazione di imbottiture prive di anelli con rinforzo posteriore semplicemente incollato, privo di ogni tipo di annello metallico, solitamente gli interni post oltre ad avere la pelle trattata a cera e giustamente morbida, spesso presenta occhielli leggermente più grandi ed in ferro cromato, le pelli prebelliche invece spesso presentavano occhielli in alluminio e generalmente erano di qualità* superiore rispettoa quelle belliche.
    Giustamente come fatto notare da Marpo la cucitura posteriore non è discriminante, bensì tipo di concia e materiale utilizzato!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato