Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: M33 mai visto prima

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    280

    M33 mai visto prima

    Ciao,
    premetto che colleziono elmi tedeschi e non italiani quinid la mia conoscenza su questi ultimi è scarsa, ma questo mi ha lasciato davvero perplesso e incuriosito. Voi che ne dite?
    Grazie
    Andrea

    Immagine:

    63,58*KB

    Immagine:

    107,68*KB

    Immagine:

    59,81*KB

    Immagine:

    54,12*KB

    Immagine:

    46,64*KB
    andrea

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    80
    Ciao Andrea, che strano M33 hai posto!
    E' la prima volta che vedo questa decal e che ne vedo una applicata posteriormente.
    L'elmo presenta tutte le particolarità* del periodo bellico, solo la vernice interna non riesco a definirla dalle foto.
    In principio la vernice era grigio-verde chiaro, poi dal 36-45 grigio-verde scuro, 45-50 cachi, 50-75 chachi-verdastro, dal 70 anche verde-oliva.
    Starò anche io ha vedere gli sviluppi del topic per capirci di più!
    A presto
    Tanti saluti .
    Marco S.
    -P.S.: CERCO MATERIALE WWII E VENTENNIO -

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    695
    Ciao Thekiller,
    sono sicuro di aver gia' visto questo m33 ma non ricordo dove, forse e-bay.
    Personalmente credo che quella decal sia una invenzione ma l'elmo mi sembra proprio un bell'elmo
    bellico con vernice tedesca applicata su quella preesistente.
    Un saluto,
    adrian

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    280
    Grazie a Marco e Adrian.
    L'elmetto infatti sembra buono, strana però quella decal
    Un saluto
    Andrea
    andrea

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao! l'elmo è un primo tipo, (teoricamente il lotto di partita stampigliato sul retro dovrebbe essere basso) quindi la vernice interna è per forza di cose il classico verde chiaro prebellico in questo caso ossidato in una tonalità* più verdastra.
    La successiva vernice è indefinibile (chiamiamola antiriflesso) potrebbe essere una ritinteggiatura post 40 per scopi bellici e non necessariamente tedesca, il fatto che è tutta screpolata è da imputarsi al fatto che tale tipo di vernice asciugandosi si è fessurata anche perchè è stata stesa con un buon spessore (forse aveva una componente catramosa) la decal poi si è fessurata seguendo le fratture della vernice stessa, per cui è stata applicata più o meno nello stesso periodo della vernice in questione, ciò presuppone che se la vernice è bellica (italiana o tedesca poco importa ai fini della datazione) per forza di cose anche la decal potrebbe essere buona (anche se c'è un punto in cui sembrerebbe essere attaccata direttamente su una zona priva di vernice antiriflesso, cosa da appurare meglio)
    Si potrebbe presupporre anche che tale decal effettivamente sia stata attaccata in periodi più recenti, ma una cosa è certa per creare un tale tipo di invecchiamento una vernice ci mette parecchi decenni (almeno che non si tratti di vernici speciali auto invecchianti spesso usate dai falsari per riprodurre le vernici dei quadri d'epoca).
    Forse trattasi di qualcosa usato durante la guerra in Spagna?
    Oppure di un 33 dato in dotazione a qualche regime alleato tipo Slovenia o Croazia ecc ecc?
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    695
    Ciao Lafitte, tralasciando il discorso vernice, quella successiva, che a me sembra vernice anti-riflesso tedesca, sulla decal credo ,sempre a mio avviso, che ci sia poco da dire.
    Come tu hai notato c'e' un punto, che e' molto esteso, dove la decal non sembra per niente applicata sulla vernice anti-riflesso.
    Nella foto ho messo in evidenza l'area in questione e un chiaro "scalino" craeato dalle due vernici (cerchio rosso) sul quale la decal e' presente.
    In quanto all'effettiva esistenza di questa decal, la trovo personalmente molto dubbia.
    Non ho mai visto niente del genere su nessun libro dedicato agli alleati dell'Asse.
    un saluto,
    adrian

    Immagine:

    143,09*KB

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Si Adrian, in effetti il punto incriminato è proprio quello, certa è una cosa se quella decal è li lo è da un sacco di anni! A sapere che cosa era! Presupponendo che la vernice sia buona e la decal applicata successivamente l'elmo deve aver subito un motevole stress per presentare una vernice così fratturata!!
    Anche a me non risulta nulla di simile tra gli equipaggiamenti dell' Asse, chi sa dove sono andati a pescare tale tipo di insegna, comunque non credo trattasi di qualche tarocco nostrano moderno perchè palesemente fuori ogni tipo di regolamento, si sa che i collezionisti sono piuttosto esigenti in fatto di fregi sugli elmi!
    Dalla foto non si capisce troppo bene il colore di fondo della decal è bianco o giallo, se era bianco in origine il colore è forse virato in quella tonalità* avorio? anche quello potrebbe essere un' indice di vetustità*.
    Certo ragazzi che ri bobe strane se ne vedono nei topic di questo forum, ma dove le ravanate fuori!!!????
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    Sicuramente molte armi e materiali finirono in Germania post-armistizio e qualcosa salta fuori ancora oggi (sahariane, elmetti, caschi coloniali, tutti come nuovi)... e magari quanti disperati, arruolati nelle ultime ore, cercarono di fermare l'Armata Rossa coi '91 o con elementi d'equipaggiamneto italini.
    ciao!
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    298

    Re: M33 mai visto prima

    guardando le vecchie discussioni mi sono imbattuto in questo decrepito topic fermo da più di un lustro. tuttavia mi sembra importante scrivere due parole per evitare che qualcuno possa giudicare un oggetto del genere originale e magari buttare un bel pò di soldi.
    a parte che l'elmetto è evidentemente un m33 utilizzato in spagna, questa decal è un'invenzione americana prodotta negli anni 70, pare per produzioni cinematografiche o televisive di infimo livello. In ogni caso ogni tanto saltano fuori altri modelli di elmetti (anche americani) con questa decal e sono tutti ovviamente altrettanto improponibili ed improbabili.

    tolta la svastica comunque, il 33 è assolutamente originale

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041

    Re: M33 mai visto prima

    Confermo quanto detto da Dudi.Di questi elmetti, con questa decal di pura invenzione, nel frattempo ne sono saltati fuori altri. Occhio alla penna quindi... PaoloM

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato