Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 37

Discussione: m40 artiglieria di divisone

  1. #21
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    Non metto in dubbio la professionalità* di Rochat ma, non so, così, a pelle non mi vedo un intero reggimento d'artiglieria che in pieno Mediterraneo e in "pieno" anno 1943 è dotato ancora di cappello alpino...
    E' una mia sensazione ... Comunque mi informerò... e ti terrò al corrente.

    [:I][:I][:I]


    Però sono dell'avviso che la composizione del reparto all'8 settembre, riportata nel volume dello SME, è ufficiale e sicuramente veritiera.

    Un caro saluto

    Fante 71 [][][]
    E' la somma che fa il totale.

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    ... tra le divisioni "da montagna" c'è anche la Superga, ebbene dopo la breve campagna di Francia, detta divisione fu trasferita in Campania per esercitarsi all'esigenza Malta... fallita questa esigenza fu spedita in A.S. nel novembre 1942 e combattè fino all'ultimo, maggio 1943, in Tunisia.

    In A.S. i gruppi d'artiglieria del 5° Superga erano da 75/18 e da 75/27 tutti motorizzati pertanto non someggiati. Per il 5° ci fu il cambiamento dei materiali e non credo che fu mantenuta la dizione "da montagna", fatto sta che in Africa non andarono con il cappello alpino perché in Africa i 75/13 non c'erano...
    Idem per la Sforzesca e la Ravenna in Russia che ebbero i 75/18, i 100/17 e i 105/28...
    La Livorno, in Sicilia, aveva i 75/18 e i 100/17 ...

    Secondo me le "differenze" furono previste in tempo di pace, con il proseguire della guerra ci furono ben altre esigenze da rispettare...

    Un caro saluto

    Fante 71 [][][]
    E' la somma che fa il totale.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    322
    intervengo nella discussione per riportare che oggi ho visto la foto del proprietario della giubba che indossa la bustina, purtoppo non posso postarla perchè il figlio nn la molla...
    comunque questa discussione sta diventando per me molto bella e fonte di apprendimento
    grazie endoplat e grazie fante71!!!!

    ciao
    Edo
    [center:10jfbh88]L' VLTIMO ANELITO DEL 52° GRVPPO CANNONI DA 152/37 RACCOLSE QVESTA ALTVRA - 10.7.1942-
    QVI VNA VOCE SI LEVA POSSENTE E AMMONISCE A MAI DISPERARE NEI DESTINI D'ITALIA-

    quota 33, EL ALAMEIN[/center:10jfbh88]

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    771
    Per Fante71:
    Il fatto è che tutte queste divisioni vennero ritirate dalla zona di guerra per essere riorganizzate in Italia in vista del loro impiego su altri fronti:

    La Ravenna rientrò dalla Grecia nel maggio 1941,la Sforzesca a luglio 41 e partirono per la Russia nel luglio 1942

    Stessa storia per la Livorno e la Superga (anche se non ho le date precise).

    La Aqui arrivò in Albania nel Dicembre 1940 e non rientrò più in Italia

    Mi sembra strano che la macchina burocratica Italiana riuscisse a riorganizzare una divisione (o anche solo il reggimento artiglieria)
    mentre essa era impiegata come forza di occupazione.

    Inoltre ricordo di aver visto un intervista a Amos Pampaloni (l' ufficiale del 33° che tra i primi sparò contro i tedeschi il 13 Settembre e sopravvisse miracolosamente alla fucilazione) rilasciata al programma "terra" nella quale indossava fieramente il cappello alpino.
    Ora rimane da stabilire se lo indossava perchè era membro del gruppo someggiato o all' epoca lo portava ancora tutto il reggimento.........(Pampaloni aveva combattuto in Nord Africa prima di venire trasferito a Cefalonia, quindi non doveva essere il copricapo del vecchio reggimento)
    E siamo ancora al punto di partenza...........
    Comunque le batterie che aprirono il fuoco erano la 1° la 2° e la 5° Ho letto che Pampaloni era della 1°.
    Come funzionava la numerazione delle batterie?

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di Alpino X
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Angolo Terme (BS)
    Messaggi
    3,368
    Leggo or ora questo post e non posso che fare i complimenti a tutti gli intervenuti[^]
    <<< Nec videar dum sim >>>

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    771
    Devo fare un Mea culpa
    Il colonnello Fava comandò effettivamente il 33° artiglieria a Cefalonia dal novembre 1941
    L' 8 settembre 43 il reggimento era invece comandato dal colonnello MARIO ROMAGNOLI, fu lui ad essere fucilato alla casetta rossa e ad essere decorato di medaglia d'oro alla memoria.


    Immagine:

    75,25Â*KB

    Allego l'unica foto del colonnello Romagnoli che possiedo (tratta dalla pubblicazione "7 anni di guerra") dove indossa il cappello da ufficiale di stato maggiore
    Su internet però girano delle foto del colonnello con il cappello alpino......

    Non so cosa avevo in mente quando ho scritto del colonnello Fava e della foto pubblicata, mi scuso con tutti.

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Mi sento di consigliare a tutti un libro sui giorni di eroismo e di morte dei nostri a Cefalonia,e cioè "Italiani Dovete Morire" di Alfio Caruso.Davvero toccante ed in diversi momenti è davvero commovente.Da leggere assolutamente.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Mai fermo!
    Messaggi
    263
    Aggiungo una notizia non riferita alla Acqui....
    Un mio zio, ha prestato servizio con il 51° rgt art. III° gr da 75/13, inquadrato nella 51^ Divisone di Fanteria "Siena" in Albania e Grecia, aveva il cappello da Alpino.

  9. #29
    Utente registrato L'avatar di Alpino X
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Angolo Terme (BS)
    Messaggi
    3,368
    Ricordo che la "Acqui" era una divisione di Fanteria da Montagna, pertanto portava il cappello all'alpina, ma basta guardare il fregio e si capisce subito che non è un reparto alpino.
    Un saluto
    <<< Nec videar dum sim >>>

  10. #30
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    didoman:

    Un mio zio, ha prestato servizio con il 51° rgt art. III° gr da 75/13, inquadrato nella 51^ Divisone di Fanteria "Siena" in Albania e Grecia, aveva il cappello da Alpino.
    giustamente aveva il cappello alpino, con il fregio dell'artiglieria di divisione di fanteria, in quanto era nel III gruppo armato con i 75/13 da montagna... Ma gli appartenenti agli altri due gruppi, da 100/17 e da 75/27 portavano la bustina ... questo sicuramente se lo ricorderà* ... prova a chiederglielo...

    Un caro saluto

    71° fanteria [][][]
    E' la somma che fa il totale.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato