Pagina 7 di 9 PrimaPrima ... 56789 UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 85

Discussione: M40 ET66 Heer bidecal

  1. #61
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446
    Citazione Originariamente Scritto da piesse

    Citazione Originariamente Scritto da franzroma

    Ps: ehi ti conviene alzare la valutazione perchè altrimenti per 80 euro te lo compro io.......sto cercando proprio un'interno come questo!!!
    [][]grazie, ti dirò, per ora non è in vendita....pensa che uno degli amici per i quali è buono, alle mie obiezioni, che gli dicevo che secondo me c'erano dei discreti dubbi, mi fa "Facciamo una cosa, ti dò 500 euro, se è buono faccio l'affare io, sennò lo fai te...", beh, gli dissi di no....
    Ed è uno che di elmetti tedeschi ne ha visti parecchi, da più di venti anni, e tutt'ora ne ha parecchi, più o meno belli, ma indubbiamente buonissimi.
    conosco anch'io collezionisti datati e ti dirò che difficilmente riconoscono i falsi d'oggi perchè ai tempi loro si compravano pezzi buoni(perchè ne corcolavono per il 90% e più) e non stavano troppo a studiarci sù, ne studiavano i falsi perchè erano abbastanza scadenti ma oggi la musica è diversa e bisogna aggiornarsi!!!
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  2. #62
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675
    x piesse: [8D]
    Infanterie Königin aller Waffen

  3. #63
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Tanto per completezza, alcune foto interne dei rivetti







  4. #64
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Ragazzi,dopo queste foto se,e dico se di rimontaggio si tratta è un'opera d'arte.......

  5. #65
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Concordo con Mulon.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  6. #66
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446
    se i rivetti sono post come credo fermamente è normale che non mostrino segni di altre piegature e sembrano immacolati perchè messi da nuovi
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  7. #67
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Franz, permettimi: vorrei correggerti un attimo in questo senso.
    Non è corretto dire "postbellici" nel caso di rivetti come del resto di altre componenti degli elmetti tedeschi non più usate "ufficialamente" dopo la 2gm.
    O sono repliche o copie o falsi, come preferisci dire, ma non "postbellici" poiché questo tipo di rivetti non è più stato usato negli elmetti costruiti in Germania dopo la 2gm.
    Infatti gli elmetti di foggia simile ai 35/40/42 ricostruiti a partire dal 1953 per la BGS avevano l'imbottitura sorretta da un bullone cupolare saldato internamente al guscio e mancavano i classici rivetti, non c'erano neppure i fori sul guscio.
    Nel caso di riutilizzo di vecchi gusci bellici i fori erano chiusi con rivetti esternamente simili ma forati e internamente ribaditi un po' come quelli usati su cinture o jeans, per capirsi.

    Quindi se questi rivetti non sono originali (io sinceramente non pretendo di distinguere con sicurezza copie da originali, stante la gran varietà* di tipi degli uni e degli altri) sono stati applicati in tempi relativamente recenti, in quanto mi risulta, ma posso sbagliare, che le famose copie ceke che si trovano facilmente sul mercato (anch'io ne ho parecchi in una scatolina) sono apparsi nella seconda metà* degli anni 90.
    Quindi questo è un elmetto che sulla base di questo ragionamento dovrebbe essere stato "ricostruito" da una decina di anni a questa parte.
    Il venditore mi ha assicurato che faceva parte della collezione di famiglia almeno a partire dai primi anni 80, prima non sa per motivi anagrafici, beato lui.

    Ovviamente può aver raccontato una bugia, o ricordarsi male, ma non ne avrebbe avuto troppo motivo, anche perché non ha avuto nessun problema a dirmi lui stesso che alcuni elmetti che aveva erano acquisti recenti, e dubbi, suoi e di suo padre, ma non questo.

    Inoltre vorrei far notare i controrivetti.
    Sono verniciati, cosa abbastanza rara, riscontrabile negli elmetti anteguerra o primissimo periodo; naturalmente possono essere stati riverniciati, ma la cosa mi sembrerebbe una insolita finezza.

  8. #68
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    160
    Scusate, ma per andare subito al punto, chi si ritrova il taroccone per le mani o tenta di farsi tutte le ragioni per auto convincersi che proprio il suo è la rara variante o altrimenti lo butta in canale.[ad]
    In realtà* i più tacciono e vedono di rifilarlo al primo che ci crede enfatizzando proprio le caratteristiche di unicità*.
    E porca miseria, scagli la pietra chi non si è mai liberato di un tarocco senza nemmeno tanti scrupoli e magari anche con il sorrisino di soddisfazione.[innocent]

  9. #69
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446
    ha perfettamente ragione Piesse, io però per post intendo anche quei rivetti che sono stati utilizzati per ricondizionare gli elmi tedeschi in diversi paesi al termine del conflitto(che non sono proprio come quelli tedeschi ww2)il resto sono copie di rivetti che vengo in sostanza sempre da guella parte, geograficamente parlando.
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  10. #70
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Bene Franz, penso che la discussione sia interessante e istruttiva, quindi continuiamo: per quanto mi risulta gli stahlhelm tedeschi nel dopoguerra sono stati usati da Cecoslovacchia, Norvegia, Jugoslavia e Finlandia.
    Ufficialmente non credo da nessun altro.

    Allora, i ceki li ricondizionarono completamente e, di dice anche che li abbiano ricostruiti in proprio coi macchinari ereditati dall'occupazione tedesca; in ogni caso gli elmetti ceki hanno, oltre che generalmente riverniciatura di colore nero, un interno completamente diverso dal vecchio mod.31, non c'è più cerchio e controcerchio e i rivetti di fissaggio dell'imbottitura prodotta in loco è fissata da rivetti con la testa molto grande e rotondeggiante, assolutamente caratteristica e non confondibile coi rivetti del periodo bellico; inoltre non prevedeva l'utilizzo di controrivetti, ma solo di normali rondelle rotonde.

    I Norvegesi invece utilizzarono pari pari gli elmetti di preda bellica, in alcuni casi modificati tagliando la falda anteriore e indossati a rovescio, per uso antiaereo; in un caso o nell'altro comunque mantennero invariate le imbottiture originali, anche se ho letto che l'imbottitura mod.31 sia stata anche riprodotta in Norvegia, ma sinceramente non ne ho trovato riscontro; o meglio, o le facevano identiche in tutto e per tutto, o tutti gli elmetti tedesco-norvegesi che mi è capitato di osservare avevano normali cuffie tedesche belliche.

    Per gli jugoslavi il discorso è praticamente (per quel che riguarda gli interni) lo stesso dei norvegesi: riutilizzo pari pari di elmetti di preda bellica, con gli accessori originali; variante significativa per gli jugo che i gusci venivano tutti tagliati, diciamo che assumevano una forma simile all'elmetto da parà*, e questo soprattuitto per motivi di immagine: il bisogno imponeva di recuperare ciò che era disponibile in quantità* ma opportunità* politica e ideologica volevano che non ci si confondesse, neppure esteriormente, con l'odiato nemico sconfitto.

    Infine la Finlandia, che sicuramente riutilizzò parte dei 50000 elmetti forniti dal Reich dal 1941 al 1943; nel caso di ricondizionamento con le tipiche imbottiture finlandesi in pelle di renna comunque scomparve il sistema cerchio e controcerchio, furono adottati tipici rivetti finlandesi, piccoli e lucidi, senza controrivetto ma con la solita rondella comune, anche questi non assolutamente confondibili con quelli bellici; stesso discorso per gli altri elmetti forniti a partire dal 1957 da parte della Germania Federale, per i quali vale il discorso precedentemente fatto per gli elmetti BGS oppure ricondizionati anche qui coi soliti e rivetti tipicamente finnici.

    Pur ammettendo che ci possono essere state eccezioni, concludendo, non saprei quale Paese può aver prodotto, se non appunto ai giorni nostri come copie ad uso restauro/falsificazione collezionistici, dei rivetti che si possono confondere con quelli bellici tedeschi.

    Ovviamente mi piacerebbe il parere di altri, in particolar modo, se ci legge, di Marpo.

Pagina 7 di 9 PrimaPrima ... 56789 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato