Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: M40 Q64 DN229 Varsavia 1944

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    M40 Q64 DN229 Varsavia 1944

    L'insurrezione di Varsavia dell'agosto-ottobre 1944 è uno di quei capitoli di storia spesso citati ma tutto sommato poco conosciuti.
    Ricordo a grandi linee la vicenda.
    L'Armata Rossa, nel luglio 1944, era oramai alle porte della capitale Polacca occupata; dai palazzi più alti di Varsavia si scorgevano, a est, sulla riva destra della Vistola, fiume che lambiva la periferia della città*, gli accampamenti dei soldati sovietici.
    Questo fatto spinse l'Esercito Nazionale (ovviamente costituito in clandestinità*), forte di circa 45000 soldati più una quantità* imprecisata di volontari civili, guidato dal gen. Komorowski, detto "Bor", a ingaggiare la rivolta e lo scontro armato con le forze tedesche di occupazione; i polacchi erano armati solo di armi leggere e nonostante il valore dimostrato e riconosciuto perfino da Radio Berlino, ben presto, contrapposti a reparti esperti e meglioi equipaggiati di Waffen SS, furono ridotti sulla difensiva e costretti ad ingaggiare una sorta di guerriglia urbana, che comunque si protrasse per oltre due mesi.
    Lo sperato intervento sovietico non ci fu, e la cosa guastò ancora di più i rapporti diplomatici fra Sovietici e Polacchi.
    Bisogna dire che anche Churchill fu abbastanza tiepido di fronte agli appelli polacchi, tentando senza successo di convincere Stalin a intervenire, comunque perlomeno gli inglesi organizzarono una sorta di ponte aereo addirittura partendo dalle basi italiane della Puglia, Brindisi in particolar modo.
    In ogni caso i rapporti dei Polacchi con gli alleati subirono un brutto colpo e il 3 ottobre, il giorno dopo la resa, lo Stato Maggiore Polacco rilasciò questo amaro comunicato:

    « Non abbiamo ricevuto alcun sostegno effettivo... Siamo stati trattati peggio degli alleati di Hitler in Romania, in Italia e in Finlandia. La nostra rivolta avviene in un momento in cui i nostri soldati all`estero stanno contribuendo alla liberazione di Francia, Belgio e Olanda. Ci riserviamo di non esprimere giudizi su questa tragedia, ma possa la giustizia di Dio pronunciare un verdetto sull`errore terribile col quale la nazione polacca si è scontrata e possa Egli punirne gli artefici. »

    Dopo la resa degli insorti, il 2 ottobre, ai quali comunque i tedeschi riconobbero lo "status" di prigionieri di guerra e concessero l'onore delle armi, ci fu la deportazione di almeno 500000 abitanti di Varsavia, in quanto Hitler ordinò la distruzione completa della città*, cosa che in effetti avvenne; i sovietici entrarono in Varsavia, ridotta ad un cumulo di macerie, solamente nel gennaio 1945, senza praticamente combattere, poiché aspettarono che i tedeschi la evacuassero di propria volontà*.

    i "numeri" della rivolta sono impressionanti: l'Esercito Polacco ebbe 18000 morti, 12000 feriti, e 15000 prigionieri; i tedeschi persero 17000 soldati fra morti e dispersi e 9000 furono i feriti; il tributo di sangue della popolazione civile fu addirittura di 250mila morti.

    Sono molte le foto che ritraggono gli insorti con attrezzature e elmetti tedeschi catturati, e ridecorati coi colori nazionali.

    Questo che vi presento oggi è uno di questi.















  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Territorio Libero di Trieste
    Messaggi
    2,043
    Elmetto molto particolare e sicuramente carico di storia,avevo adirittura letto da qualche parte che un gruppo di insorti con uniformi tedesche riuscirono ad impossessarsi di un deposito di armi e vestiario.Introduzione molto curata complimenti.[]
    Ciao,Alan.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Elmetto particolare e molto suggestivo.Un bel 40 secondo me intonso e con la sua bella patina interna,"sporco" quanto serve,davvero un bel pezzo.E' la prima volta che ne osservo uno cin quest tipologia di fregio dipinto a mano,e non me la sento di esprimere un parere,devo dire però che sembrano li da una vita.
    Nel complesso,un gran bel pezzo con un interno da favola.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446
    elmetto molto bello ed affascinante un pezzo non convenzionale che è sicuramente raro e d'epoca,i complimenti sono d'obbligo!!! ti posso chiedere dove l'hai scovato???
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Molto bello ed interessante,Piesse!!!Ne ho visto uno simile analogo della resistenza danese su uno dei due libri di Kibler e come tipologia me lo ricorda davvero molto.Bravo,ottimo pezzo!!!
    Ciao![ciao2]
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  6. #6
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Territorio Libero di Trieste
    Messaggi
    2,043
    Un caro amico collezionista di Udine tempo fà* mi propose un M40 simile al tuo come tipologia,ma con i colori della bandiera dei collaborazionisti sloveni che combattevano a fianco con i tedeschi,i cosidetti "domobranci".L'elmo,in condizioni buone aveva la bandiera con i colori dipinti in orrizzontale,bianco blu e rosso,aveva tra l'altro una specie di croce celtica di color verde chiaro dipinta sulla calotta.L'elmo era frutto di un ritrovamento e per chi colleziona questa tipologia di elmetti tedeschi "riutilizzati" era di per sè una bella chicca,a me personalmente non è che sia piaciuto,preferisco magari un semplice '42 purchè sia combat nell'aspetto,cmq proverò a sentirlo per vedere se riesco a postare qualche foto.[]
    Ciao,Alan.

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675
    Un profilo storico interessante ed indispensabile che fa meditare sulla storia che rappresenta questo elmetto e che lascia spazio una volta in più a perplessità*, che si riferiscono al comportamento distaccato degli alleati già* osservato in altre tragiche circostanze nell`ambito della seconda guerra mondiale.
    L`elmo è ben conservato e dalla patina e condizioni generali mi pare genuino, complimenti.
    L`aquila dipinta sul fronte, compariva anche sui T34 utilizzati dai polacchi resistenti. [ciao2]
    Infanterie Königin aller Waffen

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Intanto ringrazio per gli apprezzamenti.
    Per me è un pezzo veramente interessante, come sapete mi piacciono questi elmetti un po' insoliti.
    Oltre tutti questi elmetti degli insorti di Varsavia non sono poi neppure proprio "strani" perché comunque in qualche modo seguivano uno standard, anche se realizzati a mano.

    In quanto alla provenienza, consentitemi di mantenere un pizzico di "mistero" []. Viene ovviamente dalla Polonia, ma a me non è arrivato di prima mano; diciamo che da un po' di tempo ho trovato una fonte interessante, un collezionista che nel caso specifico se n'era procurati un paio, uno se l'è tenuto e uno me lo ha ceduto.

    Per inciso, è un elmetto che dal vero è ancora più bello che in foto, e non mi pare dia adito a nessun dubbio, come del resto avete confermato anche voi, nei vostri interventi.

    Ci sono elmetti che ti trasmettono un senso di autenticità* così, a prima vista, e per tutti quelli (e ormai son parecchi) che questa persona mi ha proposto è così.
    Insieme a questo me ne ha mandati altri, anche se più "normali", che vi proporrò prossimamente.

    Intanto, anche se vado un po' OT, ma per rimanere in tema, vi mostro un altro elmetto della mia collezione, che possiedo da tempo, e che si può ricondurre sempre all'insurrezione di Varsavia; non è un tedesco, ma un cecoslovacco Mod.30


  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    298
    ciao molto belli gli elmetti, il secondo che hai postato però è riconducibile alla resistenza cecoslovacca.
    ne ho visti due identici al tuo in repubblica ceca, la prossima volta che torno cercherò di fare delle foto.

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Citazione Originariamente Scritto da Dudi

    ciao molto belli gli elmetti, il secondo che hai postato però è riconducibile alla resistenza cecoslovacca.
    ne ho visti due identici al tuo in repubblica ceca, la prossima volta che torno cercherò di fare delle foto.
    Beh, anche a me a suo tempo lo indicarono in effetti come Resistenza Ceka, ma con quei colori? pensavo ad un errore di identificazione, di solito i ceki hanno, disposti in varia maniera, i tre colori, appunto bianco e rosso, ma anche il celeste.

    Comunque avrei dovuto scrivere "forse riconducibile all'insurrezione di Varsavia". Mi scuso.

    Ma tutto non si può sapere, purtroppo!![][]

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato