Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22

Discussione: M40 Sudfront

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    M40 Sudfront

    Elmetto di ritrovamento locale.
    Qualche opinione.









  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Ti dico cosa noto io dalle tue immagini:
    1-la disamina esterna dei rivetti mostra,secondo me,le caratteristiche di quella che potrebbe essere una colorazione d'epoca,nel senso che non ci sono residui,e ciò denota in teoria "uso" continuo.
    2-l'usura della vernice mi sembra consona allo stato d'uso,nel senso maggiore sulla parte superiore e le falde
    3-il cordino all'interno forse è troppo nuovo
    4-non noto la "pattina" all'interno del cerchione,ma ci sono segni di ossidazione tra soggolo e gancio,per cui bene
    5-vorrei una foto interna dei rivetti per vedere se c'è la rondella.

    Non sono sentenze,sono opinioni personali che vorrei essere confermate o smentite per aiutarmi a capire.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Ah si,sul marchio del soggolo non esprimo pareri xchè non ne sono ancora assolutamente in grado.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    846
    Caro Piesse, un bell'elmo, un bel mimetismo, direi quello classico del fronte meridionale, nei canoni, vorrei dirti di più ma solo che dalle poche foto non me la sento per nulla di sbilanciarmi. Tornando al discorso sulla presenza di vernice mimetica o meno sui bordi dell'elmo mi rifaccio a quanto già* da me espresso nel topic sulla sverniciatura. Potresti intanto verificare una cosa, cioè se l'interno è il suo d'origine o no, lo dovresti capire dall'usura della vernice interna delle falde in prossimità* dell'aggancio al sottogola, proprio in corrispondenza con gli anelli quadri reggisoggolo, in genere si produce a seguito dello sfregamento del cuoio contro la falda un qualche segno, inoltre dovresti notare tracce di usura metallica anche sul cuoio segno di usato, dalle foto non si vede il dettaglio. Se fosse mint avrebbe poche tracce d'usura ma così a sensazione mi pare che il rivetto destro e quello laterale presentino segni di rimontaggio, ovviamente non so se bellico o post, a mio avviso però senzaltro post mimetismo per la mancanza di vernice e quella bombatura centrale sporgente. Poi potresti vedere se la vernice mimetica esterna è data su altra vernice preesistente, mi pare che l'interno sia grigio LW, ma potrebbe essere un effetto ottico. Ovviamente non oso proporti prove col solvente, conosco bene il tuo punto di vista, anche se magari in un piccolo punto potresti ...[] ma fa conto che non ti detto nulla. Magari qualche ingrandimento macro dell'esterno, chissà* magari potrebbe rendere meglio l'idea, così da lontano in effetti le foto non aiutano molto allo scopo, poi tu che lo hai sottomano ovviamente puoi giudicare meglio di chiunque altro, come si dice "devisus..." e perciò puoi cogliere e capire particolari che noi dal forum non si possono vedere. Se potessi fare anche qualche macro dell'interno.. Ripeto comunque nel complesso davvero un bell'elmo. Fammi sapere. Ciao

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Anche se è sempre più raro trovarne di così direi che è buono al 99%(il restante 1% va al soggolo sul quale non mi sento di dire la mia).Davvero un bellissimo oggetto,complimenti!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Innanzi tutto ringrazio per i pareri.
    Visto che l'argomento interessa, aggiungo qualche altro particolare, e cerco di rispondere alle domande.

    Premetto che l'elmetto proviene da ebay, ma le foto sul sito erano molto scadenti; tant'è che l'elmetto ha avuto solo una offerta, a base d'asta, più la mia, a un euro di più; in sostanza me lo sono aggiudicato a 351 euro.
    Ma ho fatto l'offerta soprattutto perché il venditore è della mia zona, e allora ci siamo incontrati personalmente, ieri, e siamo stati insieme un paio d'ore, e ciò è importante perché così ti rendi conto anche con chi hai a che fare, e inoltre se l'elmetto non mi avesse convinto non ne avremmo fatto di niente; l'impressione è stata quella di avere a che fare con una persona perbene, un appassionato, anche se non solo di elmetti.
    Anzi, mi ha portato a vedere anche un altro bellissimo bidecal Luft ma solo in visione, perché non lo vuole vendere.
    O meglio, essendo lui più appassionato di "Vespa" d'epoca che di elmetti, mi ha detto che lo permuterebbe con una "Vespa" anche da restaurare, e mi ha spiegato un po' i modelli che cerca.
    Anche l'elmetto che mi ha venduto è per lo scopo di finanziare acquisti del genere "vespistico".
    Tra parentesi, incontrandosi così ho risparmiato pure le spese di trasporto e mi ha fatto lo sconto del famoso euro di rilancio; in più mi ha portato un gentile omaggio per la mia signora, visto che lui lavora ina famosa fabbrica di cristalleria del suo paese.
    Comunque la prossima volta andrò io a casa sua a vedere quel che ha (mi ha parlato di una quindicina di elmetti tra cui un FSJ buono che però ha pagato caruccio...), non ha intenzione di vendere, ma non si sa mai....

    Quel che mi ha convinto è che mi ha detto che lui ha sempre cercato e tenuto oggetti di rinvenimento locale, salvo poche eccezioni, e sono più di vent'anni che ogni tanto trova qualcosa, e prima di lui suo padre, e poi parlando ti rendi conto se hai a che fare con un ciarlatano, oppure no.

    L'elmetto che mi ha ceduto l'ha trovato a Poggibonsi tanti anni fa, dove esisteva un grosso "raccoglitore" di residuati, che oramai è chiuso da anni.

    La vernice di quest'elmetto dà* un'ottima impressione di età* e usura, benché l'elmetto appaia usato ma non moltissimo, e sembrerebbe che sia stato paraticamente conservato da sempre, non abbandonato e rinvenuto magari dopo troppi anni dalla guerra.

    Questo perché pelle interna e soggolo appaiono molto coerenti, vecchi ma non malmessi; la pelle è in qualche punto un po' dura, tant'è che un angolino mi si è spezzato mentre lo maneggiavo; il soggolo invece appare piuttosto morbido; la fibbietta mi pare assolutamente coerente e poi c'è un particolare che quasi mai si mette in evidenza sul discorso soggoli e cioè che i forellini dovrebbero essere non pefettamente circolari ma un po' ovalizzati e leggermente inclinati e ciò aveva una motivazione precisa, nella pignoleria tedesca, ovvero migliorare e sveltire le operazione di sgancio e aggancio del soggolo stesso; in questo caso i forellini hanno proprio queste caratteristiche. Inoltre il marchio, che come vedete non è perfettamente leggibile, non è di quelli più notoriamente falsificati, anzi, per quel che mi riguarda è un marchio che non conosco proprio.

    Un'altra particolarità* di quest'elmo è che i rivetti (che hanno i regolari controrivetti interni) almeno due sono del tipo in ottone, il terzo non sono sicuro, che dovrebbe essere prerogativa dei primi Mod.35, ma ogni tanto si ritrova anche in altri elmetti.

    Allego qualche foto "macro" sperando possa aiutare la discussione.








    Notare un difetto: in quest'ultima foto si vede che la macchina foratrice non ha eseguito bene il suo lavoro e due fori sulla pelle sono rimasti abbozzati ma non compiuti:

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Difficile aggiungere altro,se non che ho imparato una cosa in più sul discorso soggolo e relativi fori ovalizzati.Poi,se dici che l'uomo in questione ti ha fatto una "buona impressione" penso che il gioco vale la candela.E mi sembra che con questa persona hai appena cominciato a giocare...

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    846
    Mi unisco a Mulon col dire che le buone impressioni sono importanti, poi lo hai pagato pochissimo, goditelo e divertiti al collezionista!

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    159
    Ciao a tutti[ciao2],
    francamente noto in questo elmetto particolari che non mi convincono tanto,ovviamente si tratta di una mia personale sensazione che può essere tranquillamente smentita anche perchè un conto è avere l'oggetto in mano,altra avere,seppur ben fatte,alcune foto per poter giudicare.
    Prima di tutto trovo molto incongruente lo stato di conservazione della vernice interna con l'usura esterna,il liner sicuramente originale,sembra mai o poco usato rispetto a tutto il resto,il sottogola è sicuramente originale.Quello che non mi piace assolutamente è l'invecchiatura secondo me artificiosa dell'elmetto,basta notare le foto nei dettagli dei rivetti per vedere strani ed innaturali graffi tutti uguali fatti a forma di V,che sembrano ottenuti mediante urti con spazzola metallica.
    Non credo mai alle storie di ritrovamenti in genere e col tempo ho imparato sulla mia persona a giudicare l'oggetto e mai il venditore che ho davanti,se in passato ho preso fregature è stato proprio fidandomi del venditore anzichè analizzare quello che stavo comprando, inoltre non credo ai "regali" che sistematicamente vengono offerti su E..y,quà* si parla di un oggetto che nel reale mercato mondiale di Militaria costa assai più del doppio del "bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto" con cui è stato pagato.Non sono un gran frequentatore di E..y,ma onestamente quando mi capita di andare a vedere quello che viene proposto, la vedo come una grossa "trappola per topi",dove le TRUFFE sono all'ordine del giorno.
    Leonardo

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Ciao Der Adler, ti ringrazio per i pareri.
    Però permettimi di replicare qualcosa: concordo, probabilmente dovresti averlo in mano, così penso ti renderesti che prima di tutto l'esterno è assolutamente credibile; la vernice più che usurata è "cotta" dal tempo, caratteristica spesso notata sugli originali e penso quasi impossibile da riprodurre artificialmente.
    Ho notato anch'io, specie con l'ingrandimento fotografico, quei segnetti intorno peraltro ad un solo rivetto e, non so, le cause possono anche essere molteplici, perché non comprenderei, nell'ipotesi di invecchiamento artificiale, in tutto l'elmo essi siano presenti solamente in quei due cm quadrati.
    Inoltre non so perché più di uno notate questa gran differenza tra interno ed esterno; in realtà* non c'è, l'elmetto è in buone condizioni sia all'interno che all'esterno, appare usato, anche nella pelle e nel soggolo, ma non tantissimo questo è vero, lo stesso all'esterno, dove è più cotto dal tempo che usato.
    Io spesso ho sostenuto che non tutti gli elmetti hanno fatto lo stesso tipo di vita; metti che fosse che so, l'elmetto di un autista di un camion o di un furiere o di un cuoco, può essere perché no.
    L'elmetto è stato usato di rado e poi magari abbandonato in un locale durante una ritirata. Non è diventato, come molti, un "attrezzo", ma per qualche motivo ben conservato.
    Per ogni soldato combattente ce ne sono svariati di seconda linea, e tutti avevano un elmetto; ovviamente, è vero, ad un certo punto specialmente i tedeschi hanno buttato un po' tutti in prima linea, comunque ce ne sono di quelli che la guerra l'hanno vista in lontananza; durante il corso della mia vita ho parlato con tanti reduci, soprattutto italiani ovviamente, e anche fra molti di coloro che sono stati in zone "calde" e per lunghi periodi, i combattimenti veri e propri spesso si riducono a brevissimi episodi, e non per tutti; il resto è deposito, caserma, accampamenti, addestramento e noia.
    Le modalità* di ritrovamento raccontatemi, sia per questo che per altri pezzi che questo signore possiede, sono perfettamente coerenti con la realtà* locale della mia zona, dato che con le stesse modalità* e nelle stesse circostanze anch'io, parecchie volte, qualche decina di anni fa, ho trovato degli oggetti.
    Non ho avuto a che fare con un sprovveduto, ma semplicemente con una persona realista: lo so, mi ha detto, che questo elmetto potrebbe valere anche di più, ma se lo porto ad un commerciante invece non mi darebbe forse che la metà*, non tutti possiamo andare a fare mercatini o cose del genere, non frequento l'ambiente collezionistico e non conosco nessuno in particolar modo, l'ho messo su e..y perché è il metodo più comodo di vendere, sperando che qualcuno offrisse di più; stranamente, e lo penso anch'io, la gente si litiga per comprare falsi FSJ o elmetti della Division Azul (negli ultimi mesi ne ho visti non meno di 15/20 in condizioni perfette) mentre un elmetto senza decal non viene neanche preso in considerazione.
    Non è vero che su e..y non si trova nulla a prezzi giusti, anzi si trovano un sacco di pezzi interessanti; se vi limitate ai tedeschi è chiaro che ci sono un sacco di falsi, ma in generale con un po' di attenzione e un minimo di competenza ne escono fuori di oggetti.

    In sostanza, più l'osservo e più sono soddisfatto di questo elmetto; non sono un esperto, non l'ho mai affermato, ma attualmente nella mia collezione di elmetti tedeschi ne ho almeno 70/80 e nella mia vita ne ho osservati almeno tre volte tanto; se considero anche i non tedeschi attualmente ho circa 450 pezzi; non tutti buoni al 100%, certamente; certo c'è chi ne ha visti migliaia, e ha studiato più di me l'argomento, però qualcosina credo di poter dire, e non spessissimo ho avuto una così buona impressione da un elmetto.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato