Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: Ma come facevano i sarti?

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Ma come facevano i sarti?

    Prendo spunto da questo topic per porvi una domanda ingenua viewtopic.php?f=28&t=24495
    Come facevani i sarti civili a fare un'uniforme così? La domanda sembra cretina e vi prego di evitare i "prendevano la stoffa e cucivano l'abito.
    Quello che mi piacerebbe sapere è come un sarto civile potesse fare una giacca militare accettabile e non solo una brutta copia. Esistevano disegni o modelli? Dove e come si procuravano bottoni e galloni? Il cliente portava lui le "minuterie" da cucire?
    Lo chiedo perchè per logica io non vorrei che fare una giacca militare fosse semplice per evitare che malintenzionati si "travestissero da".
    Se fosse italiana potrei capire che il sarto si procurasse le finiture all'Unione militare o come si chiamavano i negozi di quel tipo, ma per una giacca tedesca?
    Esisteva già* la stoffa del colore giusto o veniva tinta alla bisogna? Esisteva un negozio apposito per le truppe tedesche dove comprare le "passamanerie"?
    Come vedete le domande ed i dubbi sono tanti e spero che qualcuno sappia rispondere.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Ma come facevano i sarti?

    ecco un paio di foto aggiunte alla mia risposta

    un manifesto trovato a Trieste e fatto espressamente da un artista triestino durante il periodo
    di occupazione tedesca; per ringraziare la donna tedesca che lavora per render bella l'uniforme del soldato

    il libro che parla della costruzione delle uniformi (in questo caso però per le uniformi in scala industriale)
    ho evidenziato la pagina dove l'incaricato mostra alle sarte operaie le proporzioni di costruzione ed i tagli per poter creare un' uniforme
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Ma come facevano i sarti?

    ecco la foto della copertina del libro.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Ma come facevano i sarti?

    le uniformi tedesche costruite a livello sartoriale,
    riportavano i medesimi caratteri di taglio sia in patria nel Reich, sia nei territori d'occupazione.
    Questo grazie alle tavole di costruzione che gli addetti davano ai sarti produttori (anche qui da noi
    a Trieste furono costruite da una grande sartoria che ora non esiste più)
    furono adoperate pezzature di produzione tedesca ma anche innumerevoli altre stoffe che variavano di tipologia a seconda del territorio occupato e del periodo.
    Ricordo qui per esempio le stoffe Francesi, olandesi e poi quelle russe o Italiane dopo il 43.
    Ometto altre per accorciare.

    le attaccaglie ed i bottoni erano di produzione tedesca ed esistevano degli appositi cataloghi di merceria per contribuire allo scopo di creare l'uniforme nella sua completezza finale.
    Esistevano nel Reich innumerevoli mercerie o negozi di accessori per militari, dove i soldati potevano acquistare privatamente sia mostreggiature, medaglie, daghe o spade o copricapi ed accessori vari.

    mentre per le giacche fatte su misura in 40 anni ne ho viste molte fatte da sartorie di territori d'occupazione; viceversa non ho visto molti schirmutze fatti nei soprascritti territori, al massimo in Austria o rep. ceca ( però territori appartenenti già* nel periodo prebellico al Reich).


  5. #5
    Moderatore L'avatar di der graf
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    566

    Re: Ma come facevano i sarti?

    La domanda è pertinente ed interessante.
    Durante gli anni di guerra l'artigianato "sartoriale" o meglio la corporazione dei sarti di tipo civile, aveva convertito la produzione quasi esclusivamente per le produzioni militari. Molte sartorie individuali si erano riunite in cooperative ( le "LAGO" ) che solitamente avevano un contratto con lo stato per la produzione di uniformi su vasta scala. Esistevano fabbricanti di minuterie metalliche, passamanerie, mostreggiature e accessori per le uniformi, dai quali le sartorie si rifornivano ed esistevano anche fabbriche che producevano la stoffa necessaria.
    le varie modifiche delle uniformi venivano decise dall'intendenza, principalmente per motivi di ordine pratico-evolutivo testati sul campo; sancite da apposita ordinanza ( Heeres Verordnungsblatter-H.V.BL. e Allgemeine Heeresmittelungen A.H.M.) venivano rese esecutive mediante ordinamenti distribuiti a tutte le sartorie impegnate nella produzione di uniformi.
    L'ufficio preposto all'abbigliamento era un'apposita sezione ( Abteilung Bekleidungsamt ) dell'ufficio degli Affari Generali della Wehrmacht.
    Presso la Heeres Kleiderkasse sita in Budapester Strasse 28 a Berlino era possibile trovare tutto l'occorrente per poter realizzare una uniforme o farsela realizzare privatamente, un po' come la nostra "Unione Militare".
    Le uniformi di realizzazione privata solitamente erano quelle destinate agli ufficiali per i quali la cassa dell'esercito prevedeva un indennizzo, mentre la truppa le acquisiva gratuitamente all'atto dell'arruolamento, in caserma. Per le uniformi sartoriali, taluni gusti del committente potevano influenzare il risultato finale che comunque doveva rispondere a precisi criteri d'ordinanza; tuttavia anche la truppa per la libera uscita, a titolo personale, poteva farsi confezionare uniformi sartoriali su misura. Esistevano inoltre cataloghi di uniformi, scelte di stoffe di maggior o minor pregio, di attributi ricamati o non, ecc. ecc.
    Sia per le tipologie di uniformi realizzate privatamente che per quelle realizzate dalle grandi sartorie miltari esistevano dei cartoni ( modelli ) approvati dall'intendenza sui quali veniva "tagliata" la stoffa e realizzata l'uniforme attraverso vari "step" (asole , rifiniture. ecc) fino a quel prodotto finale che ben conosciamo....

    alcuni "passi" per la realizzazione delle uniformi, all'interno di un laboratorio...
    [attachment=0:2tdeow4t]un atelier.JPG[/attachment:2tdeow4t]

    [attachment=9:2tdeow4t]cartoni.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    i cartoni dei modelli

    [attachment=8:2tdeow4t]dal modello alla stoffa.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    dal modello alla stoffa

    [attachment=7:2tdeow4t]il taglio.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    il taglio

    [attachment=6:2tdeow4t]patte per tasche.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    modelli di patte per tasche ed altre pezzature disegnate con il gesso sulla stoffa, pronte per il taglio

    [attachment=5:2tdeow4t]fabbricazione tasca.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    fabbricazione di una tasca per feldbluse

    [attachment=4:2tdeow4t]macchina per attacc.bottoni.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    macchina per attaccare bottoni

    [attachment=3:2tdeow4t]occhiellatrice.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    macchina occhiellatrice

    [attachment=2:2tdeow4t]stiraggio.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    stiraggio delle uniformi fabbricate

    [attachment=1:2tdeow4t]stoccaggio pezzi.JPG[/attachment:2tdeow4t]
    stoccaggio dei pezzi con destinazione ai magazzini d'abbigliamento per la distribuzione.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Unsere Mauern brachen aber unsere Herzen nicht"
    ----------------------------------------------------------------------
    "der graf" ist Carlo Cicconi-Massi

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Ma come facevano i sarti?

    Grazie a tutti e due.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Ma come facevano i sarti?

    Interessante discussione e con belle foto esplicative
    luciano

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1,569

    Re: Ma come facevano i sarti?

    in questa discussione sul medesimo tema si possono notare le stesse scuole di pensiero
    ma esposte in modo e maniera totalmente e direi caratterialmente differenti.

    Quella del sottoscritto, quasi "stenografata" o telegrafica e conseguentemente meno didattica.
    Quella più seria ed approfondita di der Graf
    ove si può trovare un'esposizione più completa nel dare un responso al quesito di Andrea 58


  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Toscana mugello
    Messaggi
    4,499

    Re: Ma come facevano i sarti?

    Che bel topic che è venuto fuori, molto ma molto interessante

    Bravi Odilo e Der Graf.
    Pietro

    Cerco foto, documenti, Soldbücher e Wehrpasses di soldati della Wehrmacht che hanno combattuto in Italia soprattutto nel settore toscano.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Ma come facevano i sarti?

    Citazione Originariamente Scritto da Pie
    Bravi Odilo e Der Graf.
    Quoto
    luciano

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato