Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 39

Discussione: ma da che parte sta la fibbia?

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Sono contento che le notizie vi siano state utili.
    Più che un manuale ufficiale è un opuscolo dattiloscritto a cura dell'Arsenale di Torino del 1937, con le immagini probabilmente tratte da una qualche pubblicazione ufficiale che non conosco.
    Qui c'è la copertina.

    Ciao
    Stefano
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Che testa ! Avevo dimenticato le prime tre pagine con la descrizione dell'elmetto ...

    Stefano
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di marpat
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Palermo
    Messaggi
    154

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    magico ottima integrazione . ritengo defintivamente chiuso l'argomento

  4. #24
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Invece teniamo ancora aperto l'argomento tante volte qualcuno volesse aggiungere dell'altro. PaoloM

  5. #25
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Ciao, rilevo che in questo manuale del '37 non si parla degli occhielli metallici di rinforzo per i fori della cuffia per il passaggio del lacciuolo. Il manuale al paragrafo 8 cita solo i dischi di rinforzo, evidentemente i dischi in pelle. Quindi, almeno fino a tutto il 1937, questi occhielli metallici di rinforzo non esistevano nelle cuffie degli M33. Tuttavia ho l'impressione che dalle foto della cuffia riportate nel manuale gli occhielli metallici siano presenti. O no? Ciao.

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di marpat
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Palermo
    Messaggi
    154

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    cavolo! vero! non l'avevo notato. Incredibile quante cose nasconde ancora il nostro buon M33 che, "a mio profanissimo parere", non ha proprio nulla da invidiare ai robustissimi M tedeschi. Ho potuto notare che nei miei M33, tutti, anche quello sicuramente bellico, è presente l'asola metallica sul dischetto di cuoio.....

  7. #27
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Ciao Marpat, almeno puo' rilevarsi che probabilmente le cuffie senza occhielli metallici sono le piu' vecchie. Per la robustezza dell'M33 ricordo che Piesse, a proprosito dell'acciao e della sua composizione, rilevava che era un acciao facile a spaccarsi. Effettivamente, se ci fai caso, spesso e' dato riscontrare elmetti M33 con spaccature che partono dal bordo e si propagano verso l'alto per diversi centimetri. E' probabile (anche se non ho mai provato a farlo ne mai lo faro') che buttando con violenza un M33 su un piano duro potrebbero crearsi queste spaccature. Per la robustezza dell'elmo tedesco ricordo di aver letto da qualche parte che questo, proprio per la sua calotta verticale era poco efficace a tutelare la testa dei soldati da impatti che provenivano orizzontalmente tant'e' che si penso' alla sua sostituzione durante la guerra con un altro elmo che presentava le stesse caratteristiche degli elmi della ex DDR (gli elmi cosiddetti VOPO). Elmetti questi che, come saprai, hanno superfici molto inclinate. Progetto poi rifiutato da Hitler che non intendeva privare la figura del soldato tedesco di quello che era oramai diventato un simbolo nel mondo del soldato tedesco: il suo inconfondibile elmetto. Com'e' evidente anche l'elmo tedesco aveva le sue pecche. Il nostro M33 almento era curvo e sicuramente in grado di proteggere maggiormente da questi impatti orizzontali. Ciao.

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Citazione Originariamente Scritto da Gertro
    Effettivamente, se ci fai caso, spesso e' dato riscontrare elmetti M33 con spaccatura che partono dal bordo e si propagano verso l'alto per diversi centimetri
    Io non ho mai riscontrato questo...(dovrò fare più attenzione)

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  9. #29
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Ciao Ado, non e' una cosa inventata. Se esamini attentamente tutto il bordo degli M33 che possiedi e' possibile (intendiamoci, e' possibile ma non certo) trovare anche un inizio di queste spaccature (possono misurare anche 3-4 millimetri o piu'). Comunque nel libro del Bosi, se lo hai sottomano, se ne parla e mi pare che sia riportata anche una foto. Ciao.

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: ma da che parte sta la fibbia?

    Citazione Originariamente Scritto da Gertro
    Ciao Ado, non e' una cosa inventata. Se esamini attentamente tutto il bordo degli M33 che possiedi e' possibile (intendiamoci, e' possibile ma non certo) trovare anche un inizio di queste spaccature (possono misurare anche 3-4 millimetri o piu'). Comunque nel libro del Bosi, se lo hai sottomano, se ne parla e mi pare che sia riportata anche una foto. Ciao.
    Mi sa che quando dici qualcosa la dovresti dimostrare e non parlare per sentito dire...


    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato