Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: MARCIA DEL DON - UDINE

  1. #1

    MARCIA DEL DON - UDINE

    Italica Virtus e l'Associazione Nazionale Alpini di Udine, in collaborazione con il sacrario militare "Tempio di Cargnacco" e l'Associazione Nazionale Volontari di Guerra; organizzano nei giorni 25-27 gennaio 2013 " LA MARCIA DEL DON " - l'armata italiana in Russia nel 70° anniversario della battaglia di Nilkolajevka".

    l'invito è rivolto a tutti i rievocatori in uniforme italiana, di qualunque arma e corpo che abbia preso parte alla spedizione italiana in Russia.
    Condizioni di partecipazione : inviare un email a rievocazione@italicavirtus.com con la domanda di partecipazione, sarete prontamente contattati per le formalità dell'iscrizione.
    Condizioni di iscrizione :
    L'iscrizione di singoli rievocatori o di gruppi viene accettata o meno a insindacabile giudizio del Comitato Organizzatore.
    Saranno richiesti, oltre ai dati anagrafici e a una copia del documento di identità ( indispensabile per i pernottamenti nelle caserme ), anche una fotografia dell'uniforme che si intende indossare; un responsabile uniformologico valuterà attentamente la filologicità dell'uniforme, in base alle specifiche minime richieste pubblicate in seguito.

    IMPORTANTE : i posti disponibili, per i quali garantiamo vitto e alloggio sono 40 , consigliamo quindi a tutti di iscriversi per tempo al fine di non rimanere esclusi dalla manifestazione.

    Non sarà possibile a nessuno presentarsi direttamente a Udine senza invito del Comitato Organizzatore.

    Programma di massima della manifestazione :

    Venerdì 25 Concentramento dei rievocatori presso la CASERMA SPACCAMELA DI UDINE , è possibile arrivare alla "Spaccamela" dalle ore 14.00 fino alle ore 23.
    Inquadramento dei reparti e riunione logistica.
    Sistemazione per la notte nei locali della caserma.

    Sabato 26 partenza per la marcia in colonna; si uscirà marciando da Udine e si toccheranno diversi paesi presso i quali saranno celebrate cerimonie militari ai monumenti ai Caduti.
    Pernotto in locali adeguati ( ostelli, palestre, caserme )

    Domenica 27 arrivo al sacrario militare "tempio di Cargnacco", cerimonia conclusiva alla presenza di autorità militari e civili.
    Dopo pranzo in libertà per rientro alle proprie dimore.

    Il programma è ancora in fase di definizione e potrebbe subire dei cambiamenti che saranno comunque comunicati tempestivamente qui e via email ai partecipanti.

    Per tutta la durata dell'evento il vitto sarà a carico dell'organizzazione.
    Data l'importanza della manifestazione, prima nel suo genere in Italia, la collaborazione con l'ANA di Udine e l'Esercito Italiano non saranno ammessi rievocatori in uniformi approssimate e che non rappresentino i minimi standard di filologicità.

    Prenderanno parte alla manifestazione, come rappresentanti dell'esercito Russo i rievocatori della "Baltijskij Flot", come rappresentanti degli alleati dell'Italia rievocatori Romeni, Ungheresi e Tedeschi ( il Comitato Organizzatore ha invitato esclusivamente rievocatori stranieri rappresentanti realmente i paesi e gli eserciti d'origine ); oltre che ad alcuni mezzi del Regio Esercito e artiglierie che seguiranno la colonna in marcia.

    REGOLAMENTI PER LE UNIFORMI AMMESSE ALLA “MARCIA DEL DON”

    L’evento ripropone un episodio prettamente campale ed invernale percui è d’obbligo la divisa M40;
    uniformi tipo le M34 o M37 sono assolutamente bandite e l’uso di capi in“cordellino “è da ridursi al minimo prediligendo il panno grigioverde.

    Entriamo ora nello specifico dei singoli capi rammentando a tutti che questa NON è una manifestazione statica ma itinerante e per itinerante si intende che ci si sposterà a piedi da località a località per cui i capi e le dotazioni dovranno conformarsi a tali necessità.

    COPRICAPO: elmetto m33 con attributi se previsti, passamontagna o berretti in lana grigia, grigioverde o marrone, bustine M34/37/40 con attributi specifici, cappelli alpini,fez, colbacchi in pelo di agnello o agnello/panno g.verde.

    GIUBBA: giubba M40 con attributi specifici ; la giubba può essere replica ex novo di M40 o svizzera modificata AD HOC :
    Per truppa/sottufficiali:
    - PATTINE TASCHE A ZAMPA D’OCA
    - TASCHE INFERIORI APPLICATE
    - CINTURINO IN PANNO CON PASSANTI
    - TASCHE CACCIATORA SUI FIANCHI POSTERIORI
    - RIDUZIONE A TRE BOTTONI FRONTALI
    - BOTTONI DI FRUTTO O PLASTICA G.V.
    Per ufficiali:
    -PATTINE RETTANGOLARI
    - TASCHE INFERIORI APPLICATE

    N.B. se si avranno ufficiali in esubero rispetto alla truppa per via delle minor modifiche sulla giubba ci riserveremo di NON accettare.

    CAMICIA: svizzere, guardia di finanza vecchio modello, forestale, repliche ex novo; tutte con cravatta grigioverde in tela o in maglia di lana;
    al posto della camicia per chi può ed ha è possibile avere pure il maglione a collo alto ex P.S.in lanetta g.v. o similaria.

    PANTALONI: pantaloni specifici per armi a piedi o a cavallo M40 ; i pantaloni sono la nota dolente perché gli svizzeri sono per loro taglio aderenti mentre gli originali erano tipo “golf”, molto a sbuffo; percui si richiede nei limiti delle possibilità di trovarsi dei pantaloni di taglie più ampie in modo da poter garantire questo effetto tipico ; altrimenti repliche ex-novo di tali pantaloni.
    Per chi è montato ( cavalleria, artiglieri, autieri ) possibilmente il pantalone da cavallo.
    UFFICIALI: pantalone M40 in panno g.v. da cavallo oppure in cordellino M40 o al limite un M34 in cordellino con banda nera/colore d’arma.

    Abbinati ai calzoni per la truppa :fasce mollettiere M29 ( originali sane oppure repliche ex-novo) o cilindriche svizzere ( da sapersi mettere bene!!), gambali per truppa montata se provvisti altrimenti fasce pure per loro.
    UFFICIALI: essendo una marcia vera sconsigliamo vivamente stivali a menochè non siano sani, comodi e robusti e men che meno gambali a stecca prediligendo invece calzettoni in lana g.v. o grigio scuro con mollettiere/cavigliere corte.

    CALZATURE: sono preferibili in primis repliche di scarponcino Mod.1912 chiodati ( fant o alp), in seconda battuta scarponcini chiodati ex esercito svizzero, a seguire scarponcini replica chiodati vari ed infine scarponcini neri con suola in gomma ex E.I. comunemente usati dagli autieri negli anni 70-90.
    Altri tipi di calzature modello pedule, vibram , trekking etc. sono assolutamente banditi.
    UFFICIALI: vedasi lo stesso per la truppa qui sopra.
    CONSIGLI: ingrassare per bene tomaia e suola con grasso qualche tempo prima dell’evento, portasi grasso e spazzola per grasso, solette interne e buone calze calde.

    SOPRABITI: cappotto M34 originale , replica ex-novo o svizzero modificato come segue:
    - RIDUZIONE AD UN PETTO CON BOTTONIERA COPERTA
    - APERTURA TASCHE A TAGLIO SUL PETTO
    - APPLICAZIONE PATTE TASCHE INFERIORI
    - APPLICAZIONE POLSINI
    Giaccone tre/quarti in pelle nera per autieri o motociclisti; replica giubba a vento M40 grigia per gli aventi diritto ( alpini e bersaglieri)
    UFFICIALI: giaccone tre/ quarti in pelle nera, impermeabile grigioverde o grigio, cappotto M40 da ufficiale originale o replica o svizzero modificato.
    Mantelline g.v. in qualche caso anche se poco rappresentative in quel periodo storico.

    ALTRE PROTEZIONI: sciarpe e guanti in lana grigia, grigioverde, marrone, guanti di pelle foderata per gli aventi diritto, occhiali antiriflesso o da autiere.

    EQUIPAGGIAMENTO PERSONALE:
    TRUPPA: equip.standard in cuoio g.v. per armi a piedi o a cavallo , borraccia in alluminio da 1 lt o 2 lt. rivestita in panno g.v. ( possibilmente bevibili – quelle nuove anni 50-90 surplus sono ottime basta sostituire il panno kaki), maschera con borsa M35 ( TUBOLARE) o squadrata M33, zaino tattico M39 con coperta arrotolata e telo tenda m29 con picchetti e paletti in alternativa zainetto M29 sempre con coperta e telo; gavetta in alluminio da 1 lt o 2 lt con posate, gavettino in alluminio.
    E’ possibile portare anche lo zaino M39 a sacco ( all’alpina) al posto del M39 tattico; per gli alpini possibilmente lo zaino M39 specifico DA ALPINO!!!!!!!!
    N.B. gli zaini devono risultare “pieni” e possono essere riempiti di materiale leggero( carta, gommapiuma) non serve caricarsi di 40 kg sulle spalle ma la scelta è comunque libera; gli zaini andranno indossati in determinati momenti, per il resto saranno caricati sui camions e per questo invito tutti ad applicare una targhetta col nome per evitare confusioni.
    SERVENTI e SOTTUFFICIALI: se qualcuno si porta la BREDA 30 a spalla si doti di apposita giberna per caricatore e fondina g.v. per la Beretta 34, idem per i sottufficiali oltre al resto dell’equipaggiamenti standard.
    UFFICIALI: cinturone con spallaccio nero o marrone con relativa fondina, portacarte , borraccia, maschera e binocolo con custodia sono facoltativi ma caldeggiati per dare un senso di operatività!!

    N.B. il Friuli è zona molto piovosa percui il telo tenda M29 è d’obbligo!!! Di questi postbellici penso nessuno abbia problemi a trovarne!!

    ARMAMENTO: armi rigorosamente disattivate con certificato ( che sarà verificato dal Comitato Organizzatore ) da portarsi a seguito; baionette replica o spuntate e private di filo o troncate da tenere nel fodero.

    Per ulteriori informazioni incitiamo a contattare l'Associazione all'indirizzo email : rievocazione@italicavirtus.com

  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,396

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    Bellissima attività.
    Manteneci informati ancper per poter partecipare come semplice pubblico (nono ho purtroppo le dotazioni necessarie)
    sven hassel
    duri a morire

  3. #3

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    Naturalmente scriveremo gli sviluppi dell'evento qui sul Forum e appena il programma delle giornate di Udine sarà completato non mancheremo di aggiornare ,,,,,
    Come spettatore posso dirti già subito che la parte conclusiva al Tempio di Cargnacco sarà senza dubbio da non perdere; oltre alla sfilata di tutti i reparti in uniforme storica e dei mezzi ci saranno autorità militari, civili e religiose oltre che ai reduci che stiamo provvedendo a invitare per l'occasione.

  4. #4

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    Visto l’inaspettato successo dell’evento “La Marcia del Don” e il massiccio numero di adesioni già pervenute a sole due settimane dalla pubblicizzazione del medesimo, avendo raggiunto il numero di 75 rievocatori partecipanti, ci vediamo costretti al momento a chiudere le domande di partecipazione.
    Informiamo comunque gli interessati di continuare a scriverci poiché sarà creata una “lista d’attesa” in modo da cercare di soddisfare tutte le richieste; colmando innanzitutto le naturali e possibili defezioni che si dovessero verificare fra coloro che han già fatto domanda e nel caso il Comitato Organizzatore riuscisse ad ampliare la possibilità di garantire vitto e sistemazione notturna a tutti.
    Le domande pervenute dopo il 31 Dicembre 2012 non saranno comunque prese in considerazione.
    Pubblicheremo a breve il programma dettagliato.

  5. #5

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    Bellissima iniziativa e programma!

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di austrian soldier 1917
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    spilimbergo (PN) FVG
    Messaggi
    347

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    peccato.....non ho la divisa
    collezionare militaria e' come una droga...quando cominci non smetti piu' !!!

  7. #7

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    Saluti a tutti, ecco il porgramma di massima della manifestazione:


    (25-26-27 gennaio 2013)“LA MARCIA DEL DON”; PROGRAMMA DI MASSIMA.




    - Giorno 25 gennaio 2013:

    la giornata intera, a partire dalle ore 13:00, prevede l’arrivo di tutti i membri dei diversi plotoni storici attesi alla caserma “Goi Pantanali” di Gemona.
    Ore 17:30: discorso di ben venuto di un rappresentante della Brigata Alpina “Julia” e della Sezione A.N.A. di Udine ai reparti, inquadrati e in uniforme, nel piazzale della caserma “Goi Pantanali”.
    Ore 18:00: trasferimento di tutte le unità alla mensa della caserma di Venzone.
    Ore 19:30: rientro a Gemona e libera uscita.
    Ore 23:00: contrappello.


    - Giorno 26 gennaio 2013:

    Ore 06:00: sveglia, vestizione e affardellamento.
    Ore 06:50: trasferimento a Venzone per la colazione.
    Ore 07:45: trasferimento al Tempio di Cargnacco.
    Ore 08:45: inquadramento e ammassamento per la Cerimonia di Apertura de “La Marcia del Don”.
    Ore 09:15: inizio Cerimonia. Previsto: 1) dopo “l’attenti!”, deposizione di piccoli mazzi di fiori a tutti i cippi divisionali. Ciò verrà fatto, per ogni cippo, dalla delegazione del Corpo preposto dal Comando plotoni; 2) Alzabandiera con Inno di Mameli; 3) Deposizione di una corona al Sacello del Milite Ignoto da parte delle autorità, dal Comandante dei plotoni e da una delegazione storica rappresentante tutte le nazionalità convenute. La delegazione si sposterà dal piazzale alla prima salva di 75/13. All’inizio del “Silenzio” verrà sparata una seconda salva. All’uscita della delegazione, sarà tirata la terza. Con le tre salve di 75/13 si intende rievocare l’inizio della battaglia che, proprio il 26 gennaio di settant’anni orsono, attorno alle prime luci dell’alba, vide elevare a olocausto tanto Sangue Alpino e non.
    Ore 09:40 c.ca: fine Cerimonia. Ai componenti dei reparti viene data l’opportunità di scendere in Cripta per omaggiare i Caduti dell’ A.R.M.I.R..
    Ore 10:00: inizio della Marcia. Percorso di massima: Paparotti- Cusignacco- Laipacco- sede A.N.A. “Udine Sud” (c.ca Km 09). Ai monumenti dei singoli centri, di volta in volta, un picchetto designato deporrà, con breve cerimonia, una coroncina al locale Monumento ai Caduti.
    Ore 13:30: arrivo alla sede A.N.A. “Udine Sud” per il rancio.
    Ore 15:20: ripartenza per Piazza I Maggio in Udine (c.ca Km 02,50).
    Ore 16:30: ammassamento dei plotoni e dei convenuti alle cerimonie, in Piazza I Maggio a Udine.
    Ore 17:00: Cerimonia di deposizione corona al Sacello del Milite Ignoto in Piazza Libertà. Prevede lo sfilamento di un corteo, in testa i plotoni storici, preceduti da vessilli, gagliardetti e gonfaloni, da Piazza I Maggio a Piazza Libertà. Il Comandante dei plotoni, assieme a un Reduce, accompagnati dalle autorità, deporranno una corona per tutti i Caduti. Alla fine del “Silenzio”, l’ultima salva di 75/13 verrà sparata a significare, simbolicamente, la fine della Battaglia di Nikolajewka.
    Ore 17:45: il corteo viene riformato per raggiungere la sede della mostra a tema “Penne nere nella bufera”.
    Ore 18:00: Inaugurazione della mostra. Uno o più Reduci taglieranno il nastro con il supporto delle Autorità e del Comandante dei plotoni storici. I curatori della mostra accompagneranno i convenuti in una prima visita.
    Ore 19:15: trasferimento dei reparti a Venzone o per la cena.
    Ore 20:30: cena a Venzone assieme alle autorità e al C.D.S. della Sezione A.N.A. di Udine.
    Ore 21:45: rientro a Gemona.
    Ore 23:00: contrappello.


    - Giorno 27 gennaio 2013.

    Ore 06:00: sveglia, vestizione ed affardellamento. Tutti i materiali dei singoli dovranno, o essere posti sui propri mezzi, o su mezzo preposto alla raccolta.
    Ore 06:50: trasferimento a Venzone per la colazione.
    Ore 07:45: trasferimento a Cussignacco.
    Ore 08:45: inizio della Marcia sulla direttrice Cussignacco- Basaldella- Pasian di Prato- Passons (Km 09 c.ca). Durante il percorso, i Monumenti ai Caduti delle singole località verranno onorati allo stesso modo del giorno 26/01.
    Ore 12:30: termine della Marcia del Don alla sede A.N.A. di Passons, dove verranno accolti dai Reduci convenuti per la “Giornata Giovani e Reduci”. A Passons, sarà un Reduce, assieme a un soldato russo a deporre la corona al monumento, durante una breve cerimonia.
    Ore 14:00: saluto di commiato del Presidente della Sezione A.N.A. di Udine, Dante Soravito de Franceschi con consegna delle medaglie del 70° di Nikolajewka e degli attestati meritori di partecipazione a tutti i plotoni e Reduci presenti.
    Ore 15:30: rientro dei reparti a Gemona per recuperare i mezzi personali.

    Come comunicato in precedenza non potranno prendere parte alla Manifestazioni rievocatori non inseriti nelle liste di partecipazione oramai chiuse da tempo.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #8
    Moderatore L'avatar di hulk50
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    TORTONA(ALESSANDRIA)
    Messaggi
    1,804

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    ......i preparativi!..................
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    .....IO SONO E SARO' SEMPRE TUO AMICO! LUNGA VITA E PROSPERITA'!

  9. #9
    Moderatore L'avatar di hulk50
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    TORTONA(ALESSANDRIA)
    Messaggi
    1,804

    Re: MARCIA DEL DON - UDINE

    a seguito il programma definitivo della manifestazione :

    - Giorno 25 gennaio 2013:
    • la giornata intera, a partire dalle ore 09:00, prevede l’arrivo di tutti i membri dei diversi plotoni storici attesi alla caserma “Goi Pantanali” di Gemona.
    • Il pranzo non è previsto, considerando che tutte le unità sono in fase di costituzione e si suggerisce che ogni figurante, in tale frangente, si gestisca a livello personale o di unità.
    • Ore 13: 30: sopraluogo lungo il percorso dei responsabili del coordinamento dei diversi reparti (vi sarà, quindi, bisogno di un pulmino).
    • Ore 17:30: discorso di ben venuto di un rappresentante della Brigata Alpina “Julia” e della Sezione A.N.A. di Udine ai reparti, inquadrati e in uniforme, nel piazzale della caserma “Goi Pantanali”.
    • Ore 18:00: trasferimento di tutte le unità alla mensa della caserma di Venzone.
    • Ore 19:30: rientro a Gemona e libera uscita.
    • Ore 23:00: contrappello.

    - Giorno 26 gennaio 2013:
    • Ore 06:00: sveglia, vestizione e affardellamento.
    • Ore 06:50: trasferimento a Venzone per la colazione.
    • Ore 07:45: trasferimento al Tempio di Cargnacco.
    • Ore 08:45: inquadramento e ammassamento per la Cerimonia di Apertura de “La Marcia del Don”.
    • Ore 09:15: inizio Cerimonia. Previsto: 1) dopo “l’attenti!”, deposizione di piccoli mazzi di fiori a tutti i cippi divisionali. Ciò verrà fatto, per ogni cippo, dalla delegazione del Corpo preposto dal Comando plotoni; 2) Alzabandiera con Inno di Mameli; 3) Deposizione di una corona al Sacello del Milite Ignoto da parte delle autorità, dal Comandante dei plotoni e da una delegazione storica rappresentante tutte le nazionalità convenute. La delegazione si sposterà dal piazzale alla prima salva di 75/13. All’inizio del “Silenzio” verrà sparata una seconda salva. All’uscita della delegazione, sarà tirata la terza. Con le tre salve di 75/13 si intende rievocare l’inizio della battaglia che, proprio il 26 gennaio di settant’anni orsono, attorno alle prime luci dell’alba, vide elevare a olocausto tanto Sangue Alpino e non.
    • Ore 09:40 c.ca: fine Cerimonia. Ai componenti dei reparti viene data l’opportunità di scendere in Cripta per omaggiare i Caduti dell’ A.R.M.I.R..
    • Ore 10:00: inizio della Marcia. Percorso di massima: Paparotti- Cusignacco- Laipacco- sede A.N.A. “Udine Sud” (c.ca Km 09). Ai monumenti dei singoli centri, di volta in volta, un picchetto designato deporrà, con breve cerimonia, una coroncina al locale Monumento ai Caduti.
    • Ore 13:30: arrivo alla sede A.N.A. “Udine Sud” per il rancio.
    • Ore 15:20: ripartenza per Piazza I Maggio in Udine (c.ca Km 02,50).
    • Ore 16:30: ammassamento dei plotoni e dei convenuti alle cerimonie, in Piazza I Maggio a Udine.
    • Ore 17:00: Cerimonia di deposizione corona al Sacello del Milite Ignoto in Piazza Libertà. Prevede lo sfilamento di un corteo, in testa i plotoni storici, preceduti da vessilli, gagliardetti e gonfaloni, da Piazza I Maggio a Piazza Libertà. Il Comandante dei plotoni, assieme a un Reduce, accompagnati dalle autorità, deporranno una corona per tutti i Caduti. Alla fine del “Silenzio”, l’ultima salva di 75/13 verrà sparata a significare, simbolicamente, la fine della Battaglia di Nikolajewka.
    • Ore 17:45: il corteo viene riformato per raggiungere la sede della mostra a tema “Penne nere nella bufera” (nome provvisorio).
    • Ore 18:00: Inaugurazione della mostra. Uno o più Reduci taglieranno il nastro con il supporto delle Autorità e del Comandante dei plotoni storici. I curatori della mostra accompagneranno i convenuti in una prima visita.
    • Ore 19:15: trasferimento dei reparti a Venzone o per la cena.
    • Ore 20:30: cena a Venzone assieme alle autorità e al C.D.S. della Sezione A.N.A. di Udine.
    • Ore 21:45: rientro a Gemona.
    • Ore 23:00: contrappello.

    - Giorno 27 gennaio 2013.
    • Ore 06:00: sveglia, vestizione ed affardellamento. Tutti i materiali dei singoli dovranno, o essere posti sui propri mezzi, o su mezzo preposto alla raccolta.
    • Ore 06:50: trasferimento a Venzone per la colazione.
    • Ore 07:45: trasferimento a Cussignacco.
    • Ore 08:45: inizio della Marcia sulla direttrice Cussignacco- Basaldella- Pasian di Prato- Passons (Km 09 c.ca). Durante il percorso, i Monumenti ai Caduti delle singole località verranno onorati allo stesso modo del giorno 26/01.
    • Ore 12:30: termine della Marcia del Don alla sede A.N.A. di Passons, dove verranno accolti dai Reduci convenuti per la “Giornata Giovani e Reduci”. A Passons, sarà un Reduce, assieme a un soldato russo a deporre la corona al monumento, durante una breve cerimonia.
    • Ore 14:00: saluto di commiato del Presidente della Sezione A.N.A. di Udine, Dante Soravito de Franceschi con consegna delle medaglie del 70° di Nikolajewka e degli attestati meritori di partecipazione a tutti i plotoni e Reduci presenti.
    • Ore 15:30: rientro dei reparti a Gemona per recuperare i mezzi personali.





    nella giornata di domenica tredici a lonate pozzolo si terrà una giornata addestrativa a cura dell'ITALICA VIRTUS,in preparazione della MARCIA DEL DON!
    di seguito il manifesto dell'evento.
    per l'occasione della MARCIA DEL DON è stato coniato un distintivo che sarà dato a tutti i partecipanti effettivi con relativo diploma.

    l'A.N.A. di UDINE ha profuso grandi energie per questo evento rievocativo di dimensioni epocali di cui se ne parlerà per molto tempo.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    .....IO SONO E SARO' SEMPRE TUO AMICO! LUNGA VITA E PROSPERITA'!

  10. #10
    Moderatore L'avatar di hulk50
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    TORTONA(ALESSANDRIA)
    Messaggi
    1,804
    .....IO SONO E SARO' SEMPRE TUO AMICO! LUNGA VITA E PROSPERITA'!

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato