Pagina 1 di 8 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 74

Discussione: Maschera Dunand

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    107

    Exclamation Maschera Dunand

    Trademark-Symbol.jpgFrance.svg.png


    Ciao a tutti,

    che mi sapete dire della " Maschera Dunard ", oggetto dato in dotazione molto limitata ad alcuni reparti dell'esercito italiano ?

    Grazie !!!
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: Maschera Dunard

    Scusa Sturm, che vuoi sapere sulla Dunand? PaoloM

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    107

    Re: Maschera Dunard

    qualsiasi notizia...per semplice curiosità*...mi pareva che la domanda fosse chiara...

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Maschera Dunard

    La funzione cos'era, antischegge?
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: Maschera Dunard

    Jean Dunand, francese, ideatore di ben nove tipi di maschere antischegge da applicare agli elmetti Adrian.Le sperimentazioni iniziarono il 5 Luglio 1916 e si protrassero fino a tutto il 1918, coinvolgendo molte nazioni dell'Intesa, tra cui gli Stati Uniti e l'Italia, che fu la prima, dopo la Francia ad esperimentare al fronte tali protrezioni le quali si rivelarono abbastanza insufficienti, se non per protezione da detriti, ma mai per colpi diretti o per colpi di scheggia diretti.Nel nostro esercito le corazzette Dunand vennero applicate sia ad elmetti Adrian veri e priopri che ad elmetti Mod.15/16, nonché a qualche elmetto Farina. (cfr U&A N°151 pag.4.L'utilizzo fu molto limitato nell'Esercito Italiano, tant'è che i tre modelli utilizzati (a,g,i cfr il libro ELMETTI/Helmets pag 43 vennero presto abbandonati se non per il beneficio della stampa propagandistica dell'epoca.
    La Francia confidava molto nell'esportazione di tali protezioni, tant'è che la maggior parte di esse venne marcata con le diciture: "Breveté France et pays alliés" oppure " Dunand, modèle deposé" oppure "Dunand, Paris,déposé". Sono noti esemplari tinti di color grigio verde ed ovviamente di color bleu horizont o anche gris artillerie. Jean Dunand collaboro' alla produzione sperimentale dell'elmetto 'Dunand franco/americano' del 1917 di cui vennero prodotti alcuni esemplari che ispirarono
    poi direttamente l'elmetto svedese M.21/16 Landstorm.
    La stampa specializzata recente, ha dedicato a questa e ad altre protezioni francesi, notevoli articoli monografici, per cui invito, chi e' interessato, a fare un piccolo sforzo nel procurarsi quanto indicato. PaoloM

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    107

    Re: Maschera Dunard

    grazie per la frecciatina...

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: Maschera Dunard

    Prego...non c'è di che. PaoloM

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Maschera Dunard

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Jean Dunand, francese, ideatore di ben nove tipi di maschere antischegge da applicare agli elmetti Adrian.Le sperimentazioni iniziarono il 5 Luglio 1916 e si protrassero fino a tutto il 1918, coinvolgendo molte nazioni dell'Intesa, tra cui gli Stati Uniti e l'Italia, che fu la prima, dopo la Francia ad esperimentare al fronte tali protrezioni le quali si rivelarono abbastanza insufficienti, se non per protezione da detriti, ma mai per colpi diretti o per colpi di scheggia diretti.Nel nostro esercito le corazzette Dunand vennero applicate sia ad elmetti Adrian veri e priopri che ad elmetti Mod.15/16, nonché a qualche elmetto Farina. (cfr U&A N°151 pag.4.L'utilizzo fu molto limitato nell'Esercito Italiano, tant'è che i tre modelli utilizzati (a,g,i cfr il libro ELMETTI/Helmets pag 43 vennero presto abbandonati se non per il beneficio della stampa propagandistica dell'epoca.
    La Francia confidava molto nell'esportazione di tali protezioni, tant'è che la maggior parte di esse venne marcata con le diciture: "Breveté France et pays alliés" oppure " Dunand, modèle deposé" oppure "Dunand, Paris,déposé". Sono noti esemplari tinti di color grigio verde ed ovviamente di color bleu horizont o anche gris artillerie. Jean Dunand collaboro' alla produzione sperimentale dell'elmetto 'Dunand franco/americano' del 1917 di cui vennero prodotti alcuni esemplari che ispirarono poi direttamente l'elmetto svedese M.21/16 Landstorm.
    La stampa specializzata recente, ha dedicato a questa e ad altre protezioni francesi, notevoli articoli monografici, per cui invito, chi e' interessato, a fare un piccolo sforzo nel procurarsi quanto indicato. PaoloM
    Non è che per caso conosci anche la percentuale statistica di efficacia di questi dispositivi? Sono curioso
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: Maschera Dunard

    Ciao Andrea, sono noti solamente resoconti abbastanza superficiali sul Deane circa l'efficacia di tali protezioni, ma nulla di tecnico.Non si capisce, a 93 anni di distanza a cosa potessero servire in generale queste visiere, non solo Dunand ma anche di
    altro genere. Si e' detto anzi che potessero potenziare l'effetto dirompente di alcune pallottole con tiro diretto, per cui puoi benissimo capire il bilancio fallimentare di tutto. PaoloM

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Maschera Dunard

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Ciao Andrea, sono noti solamente resoconti abbastanza superficiali sul Deane circa l'efficacia di tali protezioni, ma nulla di tecnico.Non si capisce, a 93 anni di distanza a cosa potessero servire in generale queste visiere, non solo Dunand ma anche di altro genere.Si e' detto anzi che potessero potenziare l'effetto dirompente di alcune pallottole con tiro diretto, per cui puoi benissimo capire il bilancio fallimentare di tutto. PaoloM
    Diciamo allora un successo ...commerciale per il venditore. Poveri fanti, magari anche con la convinzione di essere protetti.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 1 di 8 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato