Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: maschera u.s. m9a1

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    130

    maschera u.s. m9a1

    buongiorno ho acquistato ad un mercatino questa maschera (vedi foto),posseggo gia una t35 italiana del 1936 e una russa anni 70..però visto che preferisco la "militraria" nato ho pensato di non farmela sfuggire...di questo modello conosco solo che:
    è tsato prodotto dal 47 fino a quasi la guerra in vietnam.. quindi presumo abbia fatto la guerra di korea
    è il "figlio" del m5 usata nella seconda guerrta mondiale (approposito comè fatta?non l'ho mai vista un m5)
    ed è il "padre" dell m11 usata in vietnam (questa invece comè fatta?)


    io di questo modello m9a1 conosco quindi solo la storia un po cosi volevo sapere se avevo fatto un acquisto valido.. (ho visto che in giro circolano molte copie di paese che la producano su licenza, questa che ho preso dovrebbe essere originale u.s. giusto?

    scusate le molte domande ma sto cercando si capire un po di piu del mio acquisto..ne ho viste in rete altre uguali alla mia ma cambiava il colore...nero...verde...cosa significa? infine un ultima cosa... ho visto che la mia italiana del 33 e quella russa degli anni 70 hanno il filtro intercambiabile (stesso passo stesso diametro) l m9a1 invece ha un diametro molto maggiore. .è possibile trovare anche filtri moderni per quel tipo di maschera? o quando è stta prodotta nel 47 non era ancora uniformata l'attrezzatura con standard nato?
    ma adesso basta discorsi ecco le foto!!


    ah dimenticavo...per pulizia io appena arrivata l'ho lavata con acqua e sapone neutro,l'ho lasciata all'aria fino alla completa asciugatura...ed infine ho cosparso la maschera internamente ed esternamente con talco (quello da bagno) ho notato che con le altre maschere ha funzionato per prevenire l'imporrimento.....altri consigli su come conservarla??critiche?? ....
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: maschera u.s. m9a1

    Originale è sicuramente originale... Queste maschere sono comunissime sul mercato del surplus visto che se ne sono resi dipsponibili interi stock, nuove di magazzino e ancora imballate e sigillate nel contenitore metallico originale con apertura a chiavetta (tipo carne in scatola, per intenderci...).
    La M9 fu appunto sviluppata subito dopo la seconda guerra mondiale: è stata sicuramente uno dei modelli di maschera anti-gas di maggior successo visto che è stata copiata più o meno fedelmente da molti paesi sia in ambito europeo che extra-europeo (ultimamente è abbastanza facile trovare in giro le copie di produzione finlandese). Nell'esercito americano la M9 è rimasta in servizio fino ai primi anni '60 (se non sbaglio fino al 1962) quando è stata sostituita dal modello M17 con filtri incorporati nel facciale, e quindi totalmente diversa nell'aspetto e nella concezione. Ingenti quantitativi di maschere M9 sono stati poi ceduti a paesi terzi più e a nazioni amiche o alleate degli USA: il loro uso spesso si è prolungato fino agli anni '70/'80, specialmente presso i reparti di polizia di molte nazioni.
    Le maschere originali USA sono state fabbricate solo in gomma grigia, non se ne conoscono altre colorazioni.
    L'attacco del filtro della M9 non è ovviamente compatibile con quello della maschera M33 o della maschere sovietiche, anche se mi pare di ricordare che la misura del passo sia diventata quello standard per tutti i filtri delle maschere NATO e/o di produzione commerciale.
    Direi che la procedura di conservazione che hai seguito è corretta: la maggior parte di queste maschere sono appunto di nuove di magazzino ed essendo state conservate in contenitori sigillati non hanno subito danni provocati dall'esposizione al calore, all'umidità o alla luce. Tienila riposta nella sua custodia lontana da fonti di calore o al riparo dalle basse temperature e la gomma dovrebbe mantenersi intatta per anni se non per decenni.
    Per quanto riguarda la validità dell'acquisto, come ho già detto si tratta di maschere estremamente comuni e quindi il loro valore collezionistico non è certamente elevato: tutto sommato è un pezzo interessante anche se (fortunatamente) queste maschere non sono mai state usate in combattimento, nè in Corea, nè in Vietnam (se non presso i reparti dell'esercito sud-vietnamita riequipaggiato con materiale americano spesso di tipo obsoleto )nè nei conflitti successivi che hanno visto coinvolte le forze armate USA.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato