Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: mascherine per fregi

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    2,936

    mascherine per fregi

    Salve,
    sono un nuovo iscritto e desidererei iniziare proponendovi un quesito
    che ultimamente mi assilla.
    Visto che sto iniziando a restaurare degli elmetti M33, nel senso che mi piace trasformarli da post bellici a bellici R.E.I, cambiando quindi verniciatura e soggoli non so bene come creare delle mascherine per riprodurre i fregi a spruzzo.
    Considerate che una mascherina piatta non si adatta bene su una superfice tondeggiante e quindi non è facile ottenere un buon e verosimile risultato.
    Chi ha mai fatto un lavoro del genere può aiutarmi?
    Saluti

    PN

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    274
    forse dovresti rivolgerti ad un sito specializzato per FALSARI, non credo (spero) tu possa trovare questi personaggi nelle nostre fila.
    dario

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eheheheh! Le mascherine originali erano in lamiera convessa, anni fa girarono molte post belliche ma per chi conosce un po colori e tipologia di fregi quelli finti non ingannano nessuno, tra l'altro nella grafica sono totalmente differenti da quelli regi, cambiano fiamme tondi e proporzioni, e il cambiamento spesso è in peggio come qualità* finale. Ai fin dei conti non so quanto valga la pena arrovvellarsi a creare una mascherina per riprodurre dei fregi su elmi post bellici che come tipologia di accessori sono totalmente diversi da quelli bellici, conviene comprarli o post bellici con fregi post bellici originali e, se ne trovano ancora a poche decine di euro o comprare dei 33 originali con fregi originali, sono rari ma alcuni se ne trovano ancora e tutto sommato sono un buon investimento.
    Le trasformazioni in generale con ritinture di elmi e con fregi approssimativi danno all' elmo riproposto un valore praticamente nullo!
    Se ciò invece può servire per delle rievocazioni storiche la cosa può avere un minimo di valenza, piuttosto che rovinare uno originale forse è meglio utilizzarne uno fac-simile purchè sia facilmente distinguibile dall' originale onde evitare future immissioni nei circuti collezionistici.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821
    Beh,personalmente a livello d rievocazione mi è capitato più di qualche elmetto rifatto, anzi, a dire il vero rifatto anche bene.
    Quello del 33 col fregio è ormai una moda dilagante, fatto sta che anche alcuni musei commissionano certi pezzi, non parliamo di privati collezionisti e di reenactors.
    Personalmente ho visto rifare fregi da amanti del modellismo che si sono armati di buona volontà* e di un buon taglierino e poi, con l'aerografo hanno fatto il resto e i risultati sono stati eccellenti.
    Eccellenti nel senso che sono venute fuori delle ottime copie e non degli ottimi "falsi" originali (sembra la stessa cosa ma non lo è).
    Ho fatto anch'io uso di copie fatte da un amico, in genere uso questi elmetti per completare delle tematiche, ma non appena trovo gli originali le rivendo a chi fa ricostruzione storica e non ha voglia di spendere i soldi che chiede la nota rivista del settore.
    Nel far diventare bellico un post bellico non ho nulla in contrario (vorrei però ricordare che prima o poi anche un post diventerà* oggetto di collezione, anche se avrà* il suo bel soggolone in canapa), però divento molto molto nervoso quando qualche delinquente disegna fregi su 33 REI originali, ecco, li le balle mi girano alla grande!!

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ragazzi visto che parliamo di mascherine per fregi regi, forse è meglio spostare il topic nella serione elmetti della militaria italiana REI.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    2,936
    Andiamoci piano con questa parola, non vorrei essere preso per un falsario, è giusto per rendere più interessanti dei vecchi elmetti rovinati, non ci trovo proprio niente di strano.
    I pezzi falsi si riconoscono immediatamente.

    PN

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    233
    Eh, eh, non te la prendere unorosso, qui è pieno di puristi e devi farci l'abitudine.
    Anche il mio babbo si diletta a "ricondizionare" elemtti tedeschi della seconda recuperati in cecoslovacchia nei primi anni 90 da depositi dei pompieri e cinematografici.
    Si diverte un mondo e io lo lascio fare, l'occasione è stata buona per farci una cultura su codici di produzione e misure e, non ultimo per riconoscere un elmetto buono da un "tarocco".
    Personalmente ritengo che il ricondizionamento di elmetti bellici "a nuovo" o la trasformazione di 33 postbellici in 33 della seconda abbia una valenza didattica e, qualora se ne voglia fare mercato possano essere onestamente proposti ai gruppi di reenactors, sempre più numerosi.
    A patto di essere sempre onesti e non tentare di spacciare dei restauri o dei rifacimenti per originali.

    SAluti.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    2,936
    Hai assolutamente ragione, anche perchè bisogna veramente lavorarci di brutto per spacciare un 33 postbellico in uno originale della seconda e poi, dilettarsi a fare il restauratore o, il "ricondizionatore" di elmetti può essere interessante, per essere più bravi a riconoscere gli originali ma anche per imparare varie tecniche di verniciatura su metalli come quelle utilizzate all'epoca;un pò come riportare a vecchia gloria una jeep willis americana con vernici alla nitro o un vecchio elmetto M1 con un buon lavoro di riverniciatura con recork e con i giusti FS olive drab.

    N.B. per i puristi.
    Non preoccupatevi, i 33 ricondizionati, li tengo solo per me. anche se no valgono nulla. Evviva gli artigiani.

    PN

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Preso dalla concitata discusione mi dimenticavo di fare i saluti a Unorosso! Ben arrivato e buon divertimento!
    Eheheh i puristi sono permalosi solo quando vedono certe brutture sui banchi di militaria!!
    Personalmente non mi curo pià* di tanto degli svariati 33 fregiati che si vedono in giro, concentro l'attenzione su altri oggetti, ma ciò vale anche per altre tipologie di copricapi, stessa sorte succede per gli Adrian e ultimamente sempre più spesso anche per elmi di altre nazionalità*. Sta anche all' occhio e alle conoscenze del collezionista evitare possibili sole, credo però che se ci fossero venditori più seri tutto il mercato ne gioverebbe in primis la figura del venditore stesso!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    151
    Benvenuto unorosso! Sono d'accordo con te per il discorso del "restauro" con tutti gli esempi che hai fatto, meno per il "modificare" anche se e' un parere personale, è meglio avere poche cose ma buone piuttosto che riempirsi di materiale ma che alla fine vale nulla o poco piu'. Considera l'acquisto di un 33 bellico originale col fregio che tra quelche tempo quando ti sarai stufato o vorrai cambiare genere potrai sicuramente rimettere sul mercato con la dovuta rivalutazione, con i 33 modificati non puoi fare lo stesso discorso. Ciao, Folgore
    Cerco materiale da Paracadutista Italiano

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato