Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Mauser Construktion 96 - Contratto Austriaco

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771

    Mauser Construktion 96 - Contratto Austriaco

    Dopo la bellissima C96 commerciale postata due giorni fa da Savoia 1948 e la C96 militare germanica che ho postato nello stesso topic, la C96 mod.1999 "Regia Marina Italiana" nonché il modello "Cone Hammer" che ho postato in altri due distinti topic mi è venuta oggi la voglia postarne un altro paio di una variante molto interessante collezionisticamente e storicamente e cioè di quella che intraprese il cammino verso l`impero Austro Ungarico nel corso della prima guerra mondiale.
    E` un`arma piuttosto difficile da incontare e sul cui conto poco ben poco si conosce. Si tratta infatti di due esemplari del cosiddetto contratto austriaco, una fornitura in piu riprese avvenuta nel corso della grande guerra. Tradizione vuole che queste armi venissero fornite alla marina ed agli aviatori come arma elitaria, destinate cioè a corpi specializzati da equipaggiare con armi adeguate in considerazione della lunghezza della canna e dalla possibilità* di trasformare la pistola in una sorta di carabina con calciolo utilizzando la fondina in legno. Questo anche in considerazione del fatto che l`esercito fosse ampiamente e ottimamente approvvigionato dalle Steyr 12 – Roth Steyr e Rast Gasser. La fornitura è stata stimata in un numero di esemplari non superiori ai 4 - 5.000 ed il modello è il classico "modello 1912" secondo la terminologia a volte arbitraria utilizzata dai collezionisti.
    L`anello del cane è quello adottato dal 1904, le panellature laterali del fusto sono di nuovo presenti dopo la parentesi della "flat side", la sicura è quella di vecchio tipo, con l`inserimento a rotazione anterograda e funzionamento a cane armato o abbattuto, sostituita poi nel 1916 dalla cosiddetta "Neue Sicherung" che funzionava in senso esattamente opposto e solamente a cane armato (richiesta espressamente dai militari) che da allora caratterizzerà* fino in fondo la produzione delle Mauser C96.
    La prima che posto, sicuramente in dotazione agli equipaggi di aeroplano della Imperiale e Regia aeronautica, si contraddistingue per le guanciole in noce che rispetto alle guanciole della C96 classica sono di un profilo piu basso e rastremato verso l'alto con una zigrinatura larga. Ritengo che questo tipo di guanciole sia stato studiato per favorire l'impugnatura dell'arma da parte degli aviatori con i guantoni di volo. Porta oltre che le punzonature di accettazione militare A.U. del 1916 sulla canna, anche la punzonatura e la matricolazione di reparto "LFA 1604" ciè le iniziali di "LuftFahrAbteilung" ossia sezione aeroplani. Sembra che una pistola come questa sia stata trovata qualche metro dai rottami dell'aereo del maggiore Francesco Baracca, asso dell'aviazione da caccia italiana con 34 vittorie attribuite, che fu abbattuto sul Montello il 19 giugno 1918 durante la battaglia c.d. del solstizio. Sull'arma, che egli aveva tolto all'equipaggio di un aeroplano austro ungarico da ricognizione colpito nel marzo del 1917 era infatti punzonata la sigla "LFA"

    Immagine:

    35,49 KB

    Immagine:

    34,76 KB

    Immagine:

    42,8 KB

    Immagine:

    25,38 KB

    Immagine:

    31,2 KB

    La seconda, con matricolazione di reparto FR 182 (di cui ancora disconosco il significato) ed accetazione militare del 1915 ritengo possa essere appartenuta all'equipaggio di una motosilurante della K.u.K. Kriegsmarine


    Immagine:

    36,97 KB

    Immagine:

    35,29 KB

    Immagine:

    30,07 KB

    Immagine:

    47,4 KB
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    274
    complimenti[]! ottima ed esaustiva anche la prefazione[^]! ottimo Walzi! (io sto ad 1km da dove è caduto Baracca![:0])
    dario

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    Esattamente come scrivi Walzoski!!!!! la 1912 austroungarica è una delle Mauser più misteriose che esistono, perchè tutti gli ordini, sembra in due riprese (io ho visto solo delle Wn 1916 e delle Wn 1917) sono stati fatti in piana guerra. E le poche che ho visto (ho avuto appunto una 16) sono sempre in condizioni medie, almeno pesatemente sbrunite perchè sono le altre Mauser (come che la guerra l'anno fatta davvero e l'anno fatta ogni giorno. La tua Luft, non so se si può scrivere, ma mi tira da matti......
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046
    ....we cecopeppe, voi siete un babba, bellissimo inserimento, meravigliose cigliegine su una torta da gustare nel fine settimana.
    ... ci metteri sopra del tocai ungherese da gustare con tanta calma. Ciao a presto Savoia1948
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    157
    Tanto di cappello[]

    sembra che Baracca, tanto per mettere in dubbio il fatto dei 2 proietili che colpirono uno l'italico cranio e l'altro il serbatoio, si fosse sparato appunto con la sua (bellissima) arma da fianco...a parte tutto: lui si che aveva gusto!!

    Tanto per divagare: walzorzi, ritieni che l'FR 182 sia magari il nome del vascello? io l'ho interpretato così....tu, anzi voi, che ne dite?

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Andrej, ottima integrazione storica sul grande asso dell'aviazione italica.
    Non credo che FR182 sia il nome di un vascello. Era consuetudine degli imperiali e regi marchiare su quasi tutte le armi (fucili e pistole) l'identificativo del reparto che le aveva in carico con una matricolazione interna di reparto. Solo dalla metà* del conflitto in poi venne meno questa regola per ovvi motivi.
    La difficoltà* da parte mia è che al momento non conosco gli identificativi di reparto delle unità* della marina A.U. anche se non è del tutto escluso (anzi, è molto probabile) che qualche esemplare fosse finito nelle mani di particolari reparti della Heer (esercito comune) oppure della Landwehr (esercito nazionale).
    In tali ambiti il suffisso FR, dove la R potrebbe essere intesa come "reggiment", i reparti che sposano tale suffisso sono molteplici specie nell' artiglieria -Feldkanonen Regiment - Feldhaubitz Regiment - Festungsartillerie Regiment - ecc.
    Penso che a breve interesserò del caso un caro amico e "vecchio" conservatore del museo di Rovereto che in tema di reparti austro-ungarici, potrebbe tranquillamente andare a pertecipare alla trasmissione "chi vuol esser milionario" e vincere il primo premio.
    Se riuscirò ad avere soddisfazione integrerò sicuramente il post []
    Ciao e grazie [][][]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    13
    Ciao Amici vi invio le foto di questa C96 marcata Vienna 13 mat. 64000 con la canna ancora a 4 principi (qualcuno sa quando è stata cambiata a 6 ? )la fondina è ancora di tipo commerciale con il passante quelle delle armi postate precedentemente come sono ?
    Grazie un saluto a tutti

    Immagine:

    42,67*KB

    Immagine:

    59,15*KB

    Immagine:

    42,4*KB

    Immagine:

    55,21*KB

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Molto bella Schwarz, veramente
    si passò dalle 4 rigature alle 6 rigature della canna nel 1912.
    La matricola 64.000 della tua arma gli attribuisce una datazione di produzione stimabile tra il 1910 ed il 1911.
    L'accettazione militare del 1913 (bella, mai vista con un datazione militare così bassa) è assolutamente normale, infatti la Mauser per le sue forniture militari attinse a piene mani ai suoi depositi dove giacevano invenduti numerosissimi esemplari destinati originariamente al mercato commerciale, come testimonia inequivocabilmente il punzone del banco di prova di Uhlm posto sulla sinistra della canna.
    Infatti le forniture militari si trasformarono in una vera e propria manna dal cielo per la casa di Oberndorf am Neckar che subì pesantemente l'influenza e la concorrenza dalla Luger della DWM su tutti i mercati trasformando paradossalmente in un grosso insuccesso commerciale la C/96.
    Nei calcioli fondina delle mie, in uno è presente il passante per il lacciolo e l'altro ne è sprovvisto.
    Ciao [][][]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    ... è veramente incredibile il Wn 13!!!!!! non risulta da nessuna parte che l'Austria Ungheria abbia comprato delle Mauser 1896 prima delle guerra.... potrebbe trattarsi di una piccola serie per prove? improbabile visto che erano in piena epoca Roth Steyr e Steyr Hahn.... deelle prove per l'aeronautica? boh! le Steyr a raffica sono anch'esse di dopo la guerra..... veramente incredibile!!!!
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    13
    Grazie veramente a tutti per le preziose e precise info
    un saluto

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato