Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 69

Discussione: Messerschmitt Me 262

  1. #51
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    LocalitÓ
    Bologna
    Messaggi
    7,022
    Bellissimo, sta procedendo tutto alla perfezione. Attendo le prossime foto. [ciao2]

  2. #52
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    LocalitÓ
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Ti stÓ* venendo s¨ proprio bene, si vede che contiene molte ore di lavoro!!!
    Per certe lavorazioni sul modello occorre un discreto sangue freddo ed un self control degno dei santoni tibetani!!!!
    I miei modelli, Peo, sono fermi da molto pi¨ di un'anno... come minimo saranno... una quindicina, ma mi sono tenuto basso!!!
    Ho in sospeso almeno 5/6 lavori e non li riprendo perchÚ mi piacciono le cose fatte bene e se non hai l'animo giusto tiri solo via il lavoro.... non bello...
    Il mio fratellino si Ŕ incagliato nella costruzione di un Tigre tedesco... gli Ŕ capitata una figlia nel frattempo![]
    Che vuoi, vÓ* cosý...[ciao2]
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    ╚ tempo di morire. (Blade Runner)

  3. #53
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Sta venendo una meraviglia,ma veramente....ed anche le foto somo azzeccate,complimenti.

  4. #54
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    LocalitÓ
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Vi ringrazio ragazzi...anche senza essere un santone tibetano il lavoro pu˛ riuscire se si ha un po di pazienza, costanza e entusiasmo nel farlo; anche io quando ho cominciato pi¨ di 12 anni fÓ* avevo i figli molto piccoli che davano molto da fare...ma il tempo lo trovavo lo stesso.

    Ieri sera ho terminato la stesura delle decals ma sono stato preso per due volte da attacchi di ansia-paranoica con relative imprecazioni (rigorosamente in venesian !) quando due calcomanie giÓ* stese ed asciutte, al momento di passare il licquido ammorbidente, si sono tutte attorcigliate.[panic3][panic3][panic3][panic3][panic3][panic3][panic3]
    Allora mantenendo la calma le ho tolte e immerse in acqua, e sono riuscito a riportarle quasi alle condizioni precedenti; poi le ho riposizionate sul modello.
    Questa sera ho cominciato a fare delle ombreggiature attorno agli ugelli di scarico dei reatori...lý non ci sono decals... domani dar˛ un'altra mano di vernice trasprente per fissare e inglobarle...poi potr˛ procedere con le altre ombreggiature.

    A presto altre immagini!!
    [ciao2][ciao2][ciao2]

  5. #55
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Non vedo l'ora di vederle[]

  6. #56
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    LocalitÓ
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Belle integrazioni.. complimenti a tutti
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  7. #57
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    LocalitÓ
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Con i lavori del modello sono alle fasi conclusive intanto posto alcune immagini di integrazione sulle caratteristiche tecniche.

    L'impianto propulsivo del Me.262 si basava su due turboreattori a flusso assiale monoalbero Jumo 109-004B Orkan.
    Il loro progetto era diretto dal Dr. Anselm Franz nel 1939 ed i prototipi erano stati costruiti tra il 1940 ed il 1941. La prima sottoversione di serie fu la 004B-1, con le successive varianti 2,-3,-4,nelle quali la spinta massima al decollo era di 900-910 Kg al regime massimo di 8700 giri/min (939 Kg/s da parte di taluni esemplari con presa d'aria modificata).
    Il tuobogetto pesava tra i 719 e 774 Kg ed aveva un consumo orario superiore a 1000 litri al regime massimo e una vita operativa molto breve, di circa 25 ore. Alla fine della guerra erano in corso di sviluppo versioni pi¨ avanzate nelle quali la spinta doveva arrivare a 1800 Kg con una riduzione del consumo specifico; incerti sono i dati sulla produzione, ma si stima che ne siano stati costruiti oltre 6000. (Trascrizione testo foto non leggibile).

    Immagine:

    37,53┬*KB


    La sostituzione del motore era molto semplice e richiedeva appena mezza ora di tempo ai tecnici.
    Ogni motore era autonomo per quanto riguarda la messa in moto in quanto dotato, per tale operazione, di un motore a scoppio monocilindrico da 10 Hp, azionabile tramite avviamento a strappo la cui leva si trovava sulla punta dell'ogiva davanti il turboreattore.
    Immagine:

    38,58┬*KB


    Nelle ultime fasi del conflitto le linee di montaggio venivano allestite all'aperto nei boschi in prossimitÓ* delle piste di fortuna, questo favorito anche dalla semplicitÓ* di assemblaggio di questo velivolo che era costruito per settori facilmente congiungibili.

    Immagine:

    59,22┬*KB

    [ciao2][ciao2]

  8. #58
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    LocalitÓ
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Siamo alla fase finale della realizzazione di questo modello. Con i colori acrilici giallo e grigio molto diliuti con l'acqua, ho fatto sul ventre dei lavaggi bagnando tutta la superficie inferiore e poi togliendo l'eccesso con una carta assorbente strisciando nel verso la parte posteriore; tra le superfici mobili e le cassonature Ŕ stata trattenuta una maggior parte di colore che le metterÓ* in maggior evidenza. Sulla fusoliera e sulle ali la stessa mistura Ŕ stata passata solo sulle linee delle cassonature e poi rimosso l'eccesso. A questo punto, mascerando prima i trasparenti, mano di vernice trasparente opaca che ha dato un aspetto pi¨ realistico al tutto e schiarito leggermente i colori. Poi gli ultimi ritocchi con piccoli particolari quali la maniglia di chiusura del Canopy ed il cavetto con molla per trattenerlo in posizione aperta, il cavo dell'antenna. Ora una carrellata di foto e spero di avervi interessato e divertito. Immagine: 36,75┬*KB Immagine: 42,82┬*KB Immagine: 34,41┬*KB Immagine: 34,43┬*KB Immagine: 20,64┬*KB Immagine: 31,7┬*KB Immagine: 47,94┬*KB Immagine: 34┬*KB Immagine: 39,92┬*KB Immagine: 49,02┬*KB Immagine: 68,87┬*KB Immagine: 44,3┬*KB Immagine: 47,03┬*KB Immagine: 42,52┬*KB Immagine: 43,01┬*KB Immagine: 47,59┬*KB Immagine: 31,18┬*KB Immagine: 43,18┬*KB Immagine: 66,42┬*KB Al prossimo modello!!![ciao2][ciao2][ciao2]

  9. #59
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    LocalitÓ
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Dimenticavo di spiegare che questo velivolo era il "Red S" pilotato dall'Unteroffizier Johann-Karl-Muller, dello JV44, basato a Brandenburg-Briest nel marzo 1944.[ciao2]

  10. #60
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Grande Peo,grande.......hai fatto un capolavoro e ci hai resi partecipi dall'inizio alla fine.Che spettacolo.[]
    E complimenti,complimenti davvero.

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB Ŕ Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] Ŕ Attivato
  • Il codice [VIDEO] Ŕ Disattivato
  • Il codice HTML Ŕ Disattivato