Pagina 9 di 11 PrimaPrima ... 7891011 UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 106

Discussione: Mg 34

  1. #81
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    marcuzzo, come ho raccontato in un post precedente, sono stato il comandante del plotone che ha rappresentato la Julia a roma e non sapendo fino all'arrivo a cesano con quale arma avrei sparato, ho partecipato a tutte o quasi le sessioni di tiro del mio plotone con l'mg, anche perchè era una delle mie armi preferite... inoltre io sono stato al battaglione, istruttore di armi.

    mac, probabilmente tu nei sai più di me in campo militare, come fante di arresto e figlio di maresciallo armaiolo, ma temo che con la geografia comunque non ci siamo, perchè io ho parlato di carso triestino e friuli che con trentino e valle d'aosta non c'azzeccano, ma guarda un po' lo chiamano confine orientale e ironia della sorte confina per quasi 200 km con la slovenia che miracolo .... non fa più parte della federazione jugoslava. se poi alla geografia ci aggiungiamo pure la storia, ti comunico che la jugoslavia di Tito è stata per anni la nazione presidente dei paesi non allineati, intendendo con ciò i paesi non appartenenti nè alla nato nè al patto di varsavia. temo che troppi film di 007 ti abbiano confuso.... aggiungo solo una cosa: io ero e sono a conoscenza di tutte le installazioni degli alpini di arresto a partire dalle valli del natisone fino alla conca di tarvisio, ma probabilmente hai ragione tu, io l'mg installata l'ho vista in occasione di un'esercitazione e erroneamente ho pensato ad una installazione permanente. sai com'è, il mio mestiere 'poco operativo' da comandante di plotone e vicecomandante di compagnia alpini 'fucilieri', era quello, zaini in spalla, di andare a vigilare sui confini, colpo in canna, della nostra italia. purtroppo, come giustamente mi fai notare dall'alto della tua competenza operativa, in quasi 27 mesi di naja, non avevo capito che ero in valle d'aosta e non in friuli, cosa ancora più grave per un triestino. forse oer questa grave impreparazione mi hanno promosso capitano.

    un caro saluto.
    mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  2. #82
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,372

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Visto Alan cos'hai combinato comperando la tua MG34?
    E pensa se avessi preso la 42

    Plinio

  3. #83
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    206

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Citazione Originariamente Scritto da rommel61TS
    2. ....ma a 200 km da casa,in un reparto operativo, .... -> FANTERIA D'ARRESTO UN REPARTO OPERATIVO? CONSIDERA CHE I MIEI COMPAGNI DI AOSTA CHE SONO FINITI NEGLI ALPINI DI ARRESTO SI AUTODEFINIVANO 'IMBIANCHINI' PERCHE' IL LORO LAVORO ERA CONTROLLARE GLI ALPINI CHE 'RINFRESCAVANO' LE CASAMATTE E OLIAVANO LE FAMOSE MG
    .......
    Chiudo qui la discussione,tanto mi sono accorto,...come penso altri,con che genere di persona stiamo parlando...mi scuso con tutti per essere andato fuori O.T.,specie all'autore del post,e complimenti per il suo bellissimo acquisto ....

  4. #84
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    178

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    per la gioia di chi ha il pda comunico che da meta' anno sara' disponibile presso un importatore,armiere molto famoso
    un bel lotto di MG 34 SPARANTI!!!!! (in semiautomatico ma ripeto sparanti) Il prezzo che mi hanno comunicato e' quello di una disattivata .

  5. #85
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Citazione Originariamente Scritto da rommel61TS
    marcuzzo, come ho raccontato in un post precedente, sono stato il comandante del plotone che ha rappresentato la Julia a roma e non sapendo fino all'arrivo a cesano con quale arma avrei sparato, ho partecipato a tutte o quasi le sessioni di tiro del mio plotone con l'mg, anche perchè era una delle mie armi preferite... inoltre io sono stato al battaglione, istruttore di armi.

    mac, probabilmente tu nei sai più di me in campo militare, come fante di arresto e figlio di maresciallo armaiolo, ma temo che con la geografia comunque non ci siamo, perchè io ho parlato di carso triestino e friuli che con trentino e valle d'aosta non c'azzeccano, ma guarda un po' lo chiamano confine orientale e ironia della sorte confina per quasi 200 km con la slovenia che miracolo .... non fa più parte della federazione jugoslava. se poi alla geografia ci aggiungiamo pure la storia, ti comunico che la jugoslavia di Tito è stata per anni la nazione presidente dei paesi non allineati, intendendo con ciò i paesi non appartenenti nè alla nato nè al patto di varsavia. temo che troppi film di 007 ti abbiano confuso.... aggiungo solo una cosa: io ero e sono a conoscenza di tutte le installazioni degli alpini di arresto a partire dalle valli del natisone fino alla conca di tarvisio, ma probabilmente hai ragione tu, io l'mg installata l'ho vista in occasione di un'esercitazione e erroneamente ho pensato ad una installazione permanente. sai com'è, il mio mestiere 'poco operativo' da comandante di plotone e vicecomandante di compagnia alpini 'fucilieri', era quello, zaini in spalla, di andare a vigilare sui confini, colpo in canna, della nostra italia. purtroppo, come giustamente mi fai notare dall'alto della tua competenza operativa, in quasi 27 mesi di naja, non avevo capito che ero in valle d'aosta e non in friuli, cosa ancora più grave per un triestino. forse oer questa grave impreparazione mi hanno promosso capitano.

    un caro saluto.
    mario

    Carissimo i post precedenti li ho letti tutti.
    E' ti ribadisco i miei dubbi, dal basso del mio corso auc del Genio (specialità* pionieri), visto che ho avuto modo di comadare il plotone pionieri e poi di essere, pure io, vice-comandante di compagnia.
    Mi potresti spiegare cos'era l'istruttore alle armi del battaglione? Non ne ho trovato traccia NELL'ORDINAMENTO DELL'EPOCA (DI UNO SPECIFICO INCARICO DI UNO SPECIFICO UFFICIALE INTENDO).
    Pensa io ero in una caserma in cui la prontezza operativa era elevata (la Spaccamela) e mi è capitato di andare a tutte le sessioni di tiro di tutte le 15 compagnie che costituivano i 3 battaglioni dislocati in caserma (1° minatori Garda, 5° pionieri Bolsena e 3° guastatori Verbano) ma, di ufficiali che sparavano migliaia di colpi di mg per uno specifico incarico non ne ho visti (casomai era i soldati preposti a sparare con l'mg e, al limite, gli ufficiali finivano di sparare ciò che avanzava).
    magari puoi chiarirmi le idee

    ciao
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

  6. #86
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Citazione Originariamente Scritto da rommel61TS
    mac, probabilmente tu nei sai più di me in campo militare, come fante di arresto e figlio di maresciallo armaiolo, ma temo che con la geografia comunque non ci siamo, perchè io ho parlato di carso triestino e friuli che con trentino e valle d'aosta non c'azzeccano, ma guarda un po' lo chiamano confine orientale e ironia della sorte confina per quasi 200 km con la slovenia che miracolo .... non fa più parte della federazione jugoslava. se poi alla geografia ci aggiungiamo pure la storia, ti comunico che la jugoslavia di Tito è stata per anni la nazione presidente dei paesi non allineati, intendendo con ciò i paesi non appartenenti nè alla nato nè al patto di varsavia. temo che troppi film di 007 ti abbiano confuso.... aggiungo solo una cosa: io ero e sono a conoscenza di tutte le installazioni degli alpini di arresto a partire dalle valli del natisone fino alla conca di tarvisio, ma probabilmente hai ragione tu, io l'mg installata l'ho vista in occasione di un'esercitazione e erroneamente ho pensato ad una installazione permanente. sai com'è, il mio mestiere 'poco operativo' da comandante di plotone e vicecomandante di compagnia alpini 'fucilieri', era quello, zaini in spalla, di andare a vigilare sui confini, colpo in canna, della nostra italia. purtroppo, come giustamente mi fai notare dall'alto della tua competenza operativa, in quasi 27 mesi di naja, non avevo capito che ero in valle d'aosta e non in friuli, cosa ancora più grave per un triestino. forse oer questa grave impreparazione mi hanno promosso capitano.
    un caro saluto.
    mario
    Scusa se puntualizzo ancora....
    parli della promozione a capitano (sotto intendendo per merito o capacità*); per quello che mi è dato sapere possono (o potevano ) accedere al grado di capitano coloro (S.ten di prima nomina poi ten. in congedo) che avessero ottenuto una valutazione nello stato di servizio di "eccellente". Stanti questi prerequisiti era necessario fare un periodo di richiamo (che è variato negli anni da 45 a 90 gg mi sembra) e, poi dopo qualche anno arrivava la nomina.
    Quindi la promozione poteva essere ottenuta da tutti coloro i quali avevano questi requisiti. Certo se uno lavora in proprio magari era più diffcile poter effettuare i richiami.
    Quindi la preparazione c'entra relativamente.
    Una buona valutazione al termine della prima nomina e un lavoro (tipo un posto statale) che consenta di fare il richiamo "in serenità*" e tutti potrebbero diventare capitano........molto semplice se non banale.

    Ultima cosa sul "vigilare i confini colpo in canna". Scusa ma non ti credo.
    Negli annii '80 i militari che vigilavano al confine (intendo in punti visibili da militari Jugoslavi), non avevano armi per non creare motivo di tensione col "vicino" (tipico buonismo italiano), questo è un dato di fatto.
    Se poi tu ai tuoi soldati consentivi di girare col colpo in canna, sicuramente non in vicinanza del confine magari facevi qualcosa di espressamente vietato delle norme dell'epoca (a tuo rischio e pericolo).
    Tutto ciò non c'entra nulla con l'operatività*

    grazie per l'attenzione

    marcuzzo
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

  7. #87
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    sempre per rommel

    hai la possibilità* di postare qualche foto dell'attività* svolta a cesano?

    grazie e ciao
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

  8. #88
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Citazione Originariamente Scritto da rommel61TS
    Concordo di proseguire comunque nella massima tranquillità* e amicizia ....

    La mia osservazione quindi era semplicemente diretta al fatto che, mentre una foto di un militare di leva che imbraccia un MG può far bonariamente sorridere i più (qui spero che Mac abbia capito definitavamente che non mi riferivo a lui), una foto di una persona vestita da Carabiniere, che non si riconosce in viso, e imbraccia un Thompson con fare 'poco scherzoso', potrebbe solamente alimentare il pensiero di quella parte di persone che vorrebbero introdurre, paventando chissà* quale forma di pericolo per la collettività*, norme ancora più severe. Dimenticando, o facendo finta di non sapere, che un poco di buono può trovare (i telegiornali ne mostrano immagini quasi ogni giorno) qualsivoglia arma, ben più efficace e pericolosa dei miei ferrivecchi... Tutto qui ...
    Quindi chiedevo, pur riconoscendo che ognuno può divertirsi come preferisce, se non lede l'altrui libertà*, solamente una maggiore sobrietà* nella divulgazione delle foto con armi impugnate.

    Un caro saluto
    Mario
    Ci tengo a precisare, come credo di aver già* fatto, che quel tizio "vestito" da carabiniere ero io, che il carabinbiere l'ho fatto per due anni, mentre avevo la fortuna di utilizzare un thompson "vero" (si vedevano nella foto infatti vari bossoli in aria) in un poligono chiuso, il volto è coperto sia dall'arma sia da occhiali protettivi per ovvi motivi.
    Saluti

  9. #89
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Chiudo qui la discussione,tanto mi sono accorto,...come penso altri,con che genere di persona stiamo parlando...mi scuso con tutti per essere andato fuori O.T.,specie all'autore del post,e complimenti per il suo bellissimo acquisto .... Bravo Mac, concordo con te ..... anche le persone del forum che conosco direttamente si sono fatti una idea su di te ....

    Marcuzzo, cerco di sintetizzare le risposte al tuo 'interrogatorio'....

    1. NELL'ORDINAMENTO DELL'EPOCA (DI UNO SPECIFICO INCARICO DI UNO SPECIFICO UFFICIALE INTENDO). -> io non ho mai detto di aver ricoperto un incarico ufficiale di quel tipo nel Battaglione, ma per loro natura, molto pratica, i reparti alpini creano delle figure di comodo. Io (ma non ero l'unico) per il mio battaglione ricoprivo questo incarico che si svolgeva, compatibilmente con i miei impegni di compagnia, nell'accompaganare al poligono i plotoni interessati ai tiri, recarmi al CAR di Codroipo per alcune lezioni sulle nostre armi in dotazione, ecc.... A questo aggiungiamo la sempre molto ricca dotazione di munizioni per le nostre sessioni di tiro al poligono e la mia, già* più volte citata, partecipazione alle gare dell'84. In particolare, come già* sottolineato in precedenza è questa partecipazione che mi ha permesso di effettuare tutti quei tiri con l'MG, perchè nella normalità* è giusto quello che sottolinei tu, ossia che era l'alpino addetto alla MG che sparava più colpi degli altri. Aggiungo solo una nota: ogni alpino sparava ad ogni sessione di poligono 2x250 colpi di MG, senza essere il mitragliere ufficiale. Mi rendo conto della differenza con altre realtà* del periodo, perchè ad esempio un amico che ha svolto il servizio di leva a Trieste nel 1982 ha sparato in tutto 50 colpi con il Garand in 1 anno

    2. Scusa se puntualizzo ancora....
    parli della promozione a capitano (sotto intendendo per merito o capacità*); per quello che mi è dato sapere possono (o potevano ) accedere al grado di capitano coloro (S.ten di prima nomina poi ten. in congedo) che avessero ottenuto una valutazione nello stato di servizio di "eccellente". Stanti questi prerequisiti era necessario fare un periodo di richiamo (che è variato negli anni da 45 a 90 gg mi sembra) e, poi dopo qualche anno arrivava la nomina. ----> Esattamente così: io sono stato congedato con eccellente nello stato di servizio con 2 encomi (1 per essere stato il primo plotone delle truppe alpine alle menzionate gare, 6° plotone su 26), sono stato congedato con il grado di tenente, ho effettuato 1 richiamo (lavorando alla Telecom me lo sono potuto permettere) durante un campo estivo in Abruzzo (Fonte della Vetica).

    3. Ultima cosa sul "vigilare i confini colpo in canna". Scusa ma non ti credo. ----> licenza poetica ? Nessun alpino nel 1984 è andato a vigilare sui confini, anche perchè quelli di nostra competenza erano in mezzo ai monti (dalla Val Canale alla Val Resia, se hai voglia di guardare sulla carta geografica), ma ti posso assicurare che sia al corso AUC nel 1983, che in parte nel 1984, fino al rientro dell'allarme terrorismo, tutte le guardie armate erano effettuate con il colpo in canna, così come i campi d'arma (Fusine, gennaio 1984, distanza del campo dal confine 750 metri) in prossimità* del confine con la Jugoslavia, che ->'non creare motivo di tensione col "vicino" (tipico buonismo italiano)'<- hanno sorvolato con elicotteri il confine tutti i 4 giorni dell'esercitazione e hanno rinforzato il dispositivo di guardia. E questo e successo più volte in 2 anni....

    4. sempre per rommel hai la possibilità* di postare qualche foto dell'attività* svolta a cesano? ---> la possibilità* l'avrei senz'altro, perchè conservo un intero 'servizio fotografico' di quell'avvenimento, ma certamente, visto il livello di commenti e osservazioni sui miei interventi, non lo farò. Se lo gradisci posso mandarti qualche singola foto privatamente, magari anche quella in cui, come il 'najone medio' imbraccio una MG 42/59.


    Con ciò passo e chiudo definitivamente.

    P.S.: Garand, a te e solamente a te invio assolutamente le mie scuse se in qualche modo ti ho mancato di rispetto per la 'incriminata' foto

    Un caro saluto ... ma non a tutti
    Mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  10. #90
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: MG34 "dot 1945" disattivata

    Signori per cortesia vi pregherei di mantenere i toni della discussione nell'ambito della cortesia
    e del bon ton ( passatemi il francesismo).
    Vorrei ricordate a tutti che il post riguardava l'MG e che con tutti questi discorsi si è andati abbondantemente OT.
    Pregherei tutti di " rientrare nei binari della discussione" e di abbandonare toni polemici.
    Grazie
    il moderatore

Pagina 9 di 11 PrimaPrima ... 7891011 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato