Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: mi dispiace..vi tempesto di domande..

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236

    mi dispiace..vi tempesto di domande..

    e' un elmetto russo? non me ne intendo tanto..ma mi sembra di si..

    quello successivo invece e' americano e come ben sapete nel dopoguerra venivano spesso riciclati nell'edilizia per vari scopi. Come cavolo potrei togliere quel tubo al quale e' saldato senza rovinarlo?

    ultimo..quello che resta di un elemetto tedesco della prima..lo posto perche' e' il mio primo ritrovamento...a 7 anni nel bosco..:-)

    ciao a tutti e grazie per gli eventuali consigli/aiuti

    Immagine:

    72,22*KB
    rob

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    Immagine:

    103,36*KB
    rob

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    Immagine:

    85,21*KB
    rob

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    Immagine:

    92,32*KB
    rob

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111
    Ciao Rob, si il primo è russo, e dagli attacchi, dal colore e da quel che rimane dell'interno direi che si tratta di un ssh40 adoperato nel secondo conflitto mondiale,per quanto riguarda il guscio americano, è un vero peccato che l'abbino ridotto a quel modo, ma la parte aggiuntiva è saldata oppure è incollata?

    Ps: Complimenti per il tedesco ww1, sbaglio o sembra sparato?
    kappa

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    purtroppo e' saldata. Io avevo deciso di tenerlo cosi'..in fondo e' storia anche quella...pero' devo dire che proprio non mi piace e volevo metterlo a posto..

    quello tedesco e' sparato piu' volte almeno cosi' sembra e non saprei spiegarmi altrimenti quei fori..ma non voglio neanche pensarci..

    ciao
    rob

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    purtroppo e' saldata. Io avevo deciso di tenerlo cosi'..in fondo e' storia anche quella...pero' devo dire che proprio non mi piace e volevo metterlo a posto..

    quello tedesco e' sparato piu' volte almeno cosi' sembra e non saprei spiegarmi altrimenti quei fori..ma non voglio neanche pensarci..

    ciao
    rob

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Il primo in effetti è un Ssh40 russo postbellico, ricondizionato anni 60.
    Uno degli attacchi del soggolo doppio è stato messo in maniera posticcia sul lato destro, ma dovrebbe stare nella posizione indicata, e quello posto sul retro, nell'altra posizione.
    Infatti il sottogola in questa versione era in due pezzi con due attacchi ciascuno.
    Immagine:

    99,7*KB


    Immagine:

    183,63*KB

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    236
    grazie..soprendente la vostra conoscenza della materia...

    buona giornata
    rob

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Partiamo da un patto, io ti dico come togliere l'accrocchio se tu mi dici cosa serviva. Comincio io, ho ingrandito la foto ed i punti sembrano elettrici e spero che nel raffeddamento non abbiano crepato l'elmetto. Comunque con l'ausilio di un trapano ad alta velocità* tipo dremel e dischi da taglio comincia ad attaccare le saldature lavorando almeno 1/1,5 mm sopra la medesima. Lo scopo è liberare la saldatura dall'accrocchio ma non dall'elmetto. Lavora delicatamente perchè i dischi sono fragili ed è un lavoro certosino. Facendo in questo modo dovrai ottenere l'elmetto libero ma con la saldatura ancora attaccata. Non tirare la sbarra quando è ancora attaccata all'elmetto, magari solo in un punto, perchè sicuramente la saldatura ha stemperato il metallo e potresti trovarti con pezzi di elmetto strappati. Una volta libero potrai attaccare le saldature con le apposite molette tenendo sempre presente che lo scopo è eliminare la saldatura senza intaccare l'acciaio sottostante. attento agli angoli di lavoro e tieni sempre presente che se hai fretta farai sicuramente qualche danno. Usa occhiali protettivi perchè i dischi si rompono facilmente.
    Buon divertimento.
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato