Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Miti e misteri del Nazismo

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    148

    Miti e misteri del Nazismo

    per chi si interessa anche del pensiero e dei miti nazisti

    Immagine:

    34,05*KB


    recensione

    Tutti, più o meno, sappiamo che cos`è il nazismo, un movimento politico razzista responsabile di orrendi crimini contro l`umanità*.
    Il nazismo, contrazione del termine Nazionalsocialismo, è una forma mista appunto di nazionalismo e di socialismo totalitario.
    Il testo base di questo movimento è il Mein Kampf scritto da Adolf Hitler, partendo dall`osservazione della disgregazione dell`impero austro-ungarico, attribuibile, secondo l`autore, alle diversità* etniche e linguistiche. Ecco quindi la necessità* di preservare la purezza e la cultura germanica e da qui il considerare la razza ariana, propria dei tedeschi secondo un concetto antropologicamente folle, quella superiore su tutte le altre.
    Anzi, per evitare pericolose contaminazioni, i non ariani, trattati alla stregua di sub uomini, devono essere emarginati o al più servire come schiavi del grande Reich.
    Alla base, però, di questa assurda ideologia c`è anche un misticismo che trae origini da diverse fonti, non poche antecedenti al nazismo, una sorta di sette segrete in cui l`elemento esoterico assume connotazioni spesso di malsana fantasia.
    Marco Castelli, con questo bel saggio, ci svela l`aspetto nascosto del nazismo, le sue superstizioni miranti a trovare le giustificazioni plausibili di una dottrina per certi versi semplice, rozza, egoistica e violenta.
    Così, senza approfondimenti particolari, ma comunque in modo esauriente, leggiamo dell`origine della svastica, delle motivazioni di fondo che animarono Dietrick Eckart nel creare il nazionalsocialismo, dei protocolli dei savi di Sion, della società* di Thule e di tutta una serie di sette e di teorie sull`universo e sull`uomo che lasciano sbalorditi per le loro evidentissime incongruenze, ma che i potenti del terzo Reich considerarono attendibilissime.
    Ci si muove in una sorta di terza dimensione dove l`illogicità* manifesta viene a essere considerata del tutto verità*, come per la teoria della terra cava o della formazione dell`universo per l`antitesi fra il calore e il ghiaccio, niente di più che opinioni di individui tarati mentalmente e non certo rappresentanti di una razza superiore.
    Giustamente, l`autore sintetizza in modo perfetto queste basi occulte, scrivendo " La magia, l`intuizione, il mito sono elementi che acquisiscono nel nazionalsocialismo una particolare rilevanza e sono posti sullo stesso piano della ricerca scientifica e della razionalità*."
    E` un libro che è quanto mai opportuno leggere, perché riesce a renderci l`idea di come tanta aberrazione sia stata possibile, di come l`uomo abbia potuto far emergere in modo così violento il peggio di se stesso.
    Marco

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    148
    <font color="red">MESSAGGIO CANCELLATO DAL MODERATORE DI SEZIONE</font id="red">
    Marco

  3. #3
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Grazie per la segnalazione.. Viper 4
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022
    Interessante, grazie della segnalazione [ciao2]

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •