Pagina 1 di 24 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 233

Discussione: Mod.33 senza fori e a 4 fori o piu'

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Exclamation Mod.33 senza fori e a 4 fori o piu'

    italrest.gif

    Salve,
    ho sempre sentito parlare di utilizzo dei 33 con foro centrale, in quanto balisticamente non sicuri, in ambito civile o per servizi non operativamente attivi.
    Da tempo possiedo questo 33 con colorazione primo tipo e con resto di fregio, che sembrerebbe essere stato dato in uso alle forze armate. Qualcuno ha informazioni in merito?

    Immagine:

    53,32 KB

    Immagine:

    54,4 KB

    Immagine:

    53,48 KB

    Ultima informazione: l'elmo proviene da un magazzino di Pola il cui materiale in giacènza, nel 1946, fu trasferito in Sardegna!

    Ciao a tutti
    Dimonios

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Bel Pezzetto ruspante! Simpatico il foro centrale chiuso con il rivetto, si tali elmi come specifica Dimonios appartenevano alla protezione civile o ai servizi militarizzati, io ne ho 2 senza rivetto, uno con la stella dei trasporti a traino animale e uno con il logo CRDA (Cantieri Riuniti dell' Adriatico tale società* aveva uno stabilimento nel mio paese).
    Se viene da Pola potrebbe essere stato utilizzato dalla protezione antiaerea del silurificio li presente quindi se ne spiegherebbe anche l' ancora gialla, in alternativa potrebbe trattarsi di materiale in uso presso la capitaneria di porto, i pompieri ecc ecc ossia di tutti quei servizi portuali che potevano essere soggetti ad azioni di bombardamento, Pola infatti a più riprese venne ripetutamente attaccata da formazioni aeree Alleate.
    Scoprire chi effettivamente lo utilizzasse sarà* una bella impresa!!
    P.S. il fatto che il fregio sia senza corona secondo non è da attribuirsi più di tanto al fatto che sia stato utilizzato in periodo RSI ( che però potrebbe anche essere) quanto che tale elmo non facesse parte delle dotazioni della Regia Marina.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991
    Ciao Lafitte,
    stessa provenienza:

    Immagine:

    42,43*KB

    Immagine:

    41,3*KB

    Immagine:

    64,49*KB

    Immagine:

    45,29*KB

    Pareri?
    Ciao
    Dimonios

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    Bei pezzi (sicuramente affascinanti), scaturiti da uno degli incomprensibili "giri" (Pola-Sardegna![8D] ) della nostra logistica. Peccato che forse non sono stati conservati nel migliore dei modi.[!]
    Le imbottiture che caratteristiche hanno?
    Nei territori più periferici del nostro "impero" (poi tornato regno, poi ridotto a repubblica sociale)accadde di tutto...soprattutto nella RSI.
    A proposito di elmi non convenzionali utilizzati dalle nostre FF.AA., sarebbe bello aprire un topic dedicato...no?
    Un cordiale saluto!
    Vediamoci anche in Facebook, nel gruppo "Sardegna - Bunker Archeologia - Memoria e futuro."

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao Dimonios, che timbri recano sul retro tali elmi? Eventuale numero di lotto? Le imbottiture come sono? Normali in pelle, in pelle cucite in 2 pezzi o tela cerata?
    A guardali così gli ultimi 2 sembrano dei Marina post proclamazione Repubblica cioè dal 46 in po quando vennero tolte le corone dai fregi.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991
    Salve,
    gli interni mancano in tutti e tre i modelli, quindi solo gusci. Per i codici, dopo verifica effettuata:

    -nel primo modello postato (quello a 4 fori) la sigla è: P 259
    -nel secondo (primo del secondo post): M RM
    -nel terzo(secondo del secondo post): BB 45

    E quindi?

    Ciao a tutti
    Dimonios

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991
    Qualcuno è in grado di spiegarmi il significato di questi codici?
    Per quello RM suppongo si tratti di Regia Marina, ma la M che precede? E gli altri?
    Ciao
    Dimonios

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eccoci qui, allora sicuramente tutta la partita P 259 è stata demilitarizzata per problemi balistici ( è logico pensare che poi le partite abbiano proseguito con le cifre alfanumeriche fino alla Z 999 per poi ricominciare con la la doppia lettera AA)
    Il MRM (che tra parentesi è quello più accattivante dal punto di vista estetico del fregio) è giusto per la Regia Marina. La M sta per Modello.
    L'ultimo non si tratta di un modello dato in prima fornitura alla marina, ma di un normale 33 riutilizzato e/o recuperato in un deposito e poi utilizzato in epoca successiva.
    Le colorazioni sembrano tutte di I tipo per cui gli elmi sono stati prodotti tutti prima del 1940, in un periodo temporale che potrebbe andare dal 36 al 40 appunto, i rivetti con scalino e 8 linguette sostituirono dopo la guerra in AOI i rivetti I tipo con 2 linguelle perchè proprio in quella campagna diedero prova di poca robustezza, costringendo i militi a riparazioni di emergenza con materiali di ripiego. A rigor di logica il foro frontale dovrebbe aver avuto un interno in cerata, l'MRM l'interno con la pelle in 2 pezzi e il terzo il classico interno in un pezzo solo.
    Questo si può dire ad un analisi visiva. Quanto all' epoca della realizzazione dei fregi frontali nulla si può dire gli unici 2 tipi conosciuti e sicuramente originali utilizzati in periodo regio sono il tipo a decal e il tipo a vernice gialla con coroncina piccola e piuttosto spigolosa. Sugli elmi postati non compare alcun tipo di corona, per cui l'attibuzione al periodo RSI o repubblicano pare quanto mai arduo.
    A rigor di logica i Marina Repubblicana oltre alla vernice bellica dovrebbero portare un grosso scudetto tricolore sulla destra dell' elmo, le altre unità* legate alla marina stessa (X Mas, Np ecc) dovrebbero presentare delle vernici belliche ed essere fregiati con grosse ancore in giallo scuro (più o meno la stessa tonalità* di giallo utilizzato per i fregi milizia per intenderci, simile al II° postato). Dopo il 45 con la ricostituzione della Marina Militare, tutto è stato riutilizzato indistintamente secondo le disponibilità* dei magazzini, anche i fregi frontali non seguirono disposizioni precise.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991
    Salve,
    innanzi tutto ringrazio lafitte per le interessantissime informazioni[] e poi (se permettete) vorrei fargli i miei personali complimenti per la preparazione a tutto campo che dimostra sempre di possedere in ogni settore della militaria. [][]
    Saluti
    dimonios

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Grazie Dimonios, anche io comunque posso prendere dei granchi e a volte succede! In riferimento ai numeri stampigliati sul retro questi erano il numero di lotto fabbricato, di ogni lotto venivano presi degli esemplari e sottoposti a prova balistica se non la superavano tutto il lotto veniva ritirato e demilitarizzato con il foro frontale o cupolare appunto che poteva essere o meno guarnito di rivetto, Questo è appurato, quanto invece alle sigle non si sa nulla di certo, in quanto manca tutta la documentazione in merito, probabilmente persa o distrutta, sicuramente dei registri ci dovrebbero essere stati quantomeno per conoscere il numero dei lotti che non avevano superato le prove balistiche.
    Comunque sia nessuno sa a quale sigla si era arrivati l'8 settembre del 43 o il 25 aprile del 45 non si sa con certezza neppure se in periodo RSI la produzione sia continuata o meno. Sicuramente le richieste fecero si che parecchi gusci in fase di allestimento furono stoccati in magazzini, sicuramente il numero di elmi prodotti fu elevato, nell' ordine dei milioni di esemplari, cifra che soddisfò le necessita dell' E.I. anche nel dopoguerra. Certo è che la produzione fu ripresa anche nel dopoguerra ma con certezza non se ne conosce l'anno certo.
    Eseminando parecchie centinaia di esemplari si potrebbe trarne dei dati certi e ricostruire un minimo di cronologia. sicuramente la prima produzione aveva una sola lettera e 1 cifra numerica (es: A 1) poi con il proseguire dei pezzi prodotti si aggiunse una lettera, ovviamente i 33 che presentano caratteristiche come il colore I tipo e i rivetti a 2 alette appartengono alle prime serie prodotte e a rigor di logica dovrebbero avere cifre basse, certo è un campo di non facile comprensione e comunque il periodo temporale di fabbricazione si può attribuire solo con molta approssimazione purtroppo!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

Pagina 1 di 24 12311 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato