Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lazio
    Messaggi
    134

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Grazie per queste foto, molto migliori delle mie. Me le salverò.
    Se poi riesci a scoprire qualcosa sulla storia della statua, sarebbe veramente il massimo!
    Saluti
    Andrea
    Andrea Paleologo Oriundi

  2. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Una bella statua, molto significativa.
    Un bel viso quello della tua cara nonna, che certamente anche su quel treno poco ambito ha dato come crocerossina il meglio di se stessa.
    Molto belle tutte le foto.
    luciano

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di Artmont
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Friuli
    Messaggi
    350

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Ieri ho comprato un libro:
    LE CROCEROSSINE NELLA GRANDE GUERRA di Paolo Scandaletti e Giuliana Variola, Gaspari editore.
    Sono citati moltissimi nomi di crocerossine!!!
    Se mi dici come si chiamava tua nonna, o mi mandi un mp se non vuoi mettere il suo nome qui, provo a cercare se ne parla.
    Il libro non costa tanto, 13,50 euro, ma essendo una edizione locale non so se lo trovi da te.
    Ciao

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Catania
    Messaggi
    677

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    è un cimitero che ho visitato recentemente.
    ho trovato queste info sul sito cimiterimil:
    Aquileia: il Cimitero degli Eroi

    foto e testo di Mario Sacca'

    Le notizie sull`impianto iniziale del Cimitero degli Eroi risalgono all` estate del 1915. Fu realizzato per accogliere le prime salme dei soldati caduti sul Carso ed acquisi` la forma attuale all`inizio degli anni 20, come si apprende dallo studio pubblicato nel n°8 / 2002 dei Quaderni Aquileiesi . Monsignor Celso Costantini nei suoi diari racconto` i primi tracciamenti del viale dietro la basilica e la piantagione delle siepi di bosso prelevate dalla casa canonica di Concordia Sagittaria. Il Comune di Firenze, sollecitato dallo scrittore Ugo Ojetti, invio` i cipressi ed i lauri. Mentre le salme giacenti negli 2650 cimiteri di guerra, disseminati lungo l`intero arco delle zone dove si era combattuto, furono recuperate per essere ricollocate nei grandi ossari quelle sepolte ad Aquileia non vennero trasferite per il fatto che " il Cimitero è grande per i ricordi e per eventi che ospito` i primi caduti nostri, uno dei quali ebbe l` onore di essere trasportato con le piu`elevate cerimonie nazionali nella cripta dell` Altare della Patria". ( art dell` arch. Gallimberti sulla rivista Padova, Dic. 1932). L` assetto definitivo del luogo sacro risaliva all`anno precedente, decennale dell` istituzione del Milite Ignoto ( 4 novembre 1921 ), e non aveva comportato interventi radicali ma solo il consolidamento dell` esistente attuato dall` impresa Flebus di Palmanova su progetto dell` architetto trevisano Pietro Del Fabro.L` immagine del cimitero è caratterizzata dalle croci in ferro, donate dalla societa` Dante Alighieri in occasione della celebrazione dei defunti del 2 Novembre 1917, che nella targa circolare contengono la scritta " Dulce et decorum est pro Patria mori" ed all`interno il nome e l`appartenenza militare del caduto. Il perimetro del recinto cimiteriale è percorso da spalliere di lauro e da cipressi e vi si accede dalla cancellata in ferro battuto disegnata da Guido Cirilli e realizzata da Alberto Calligaris ( v. quaderni Aquleiesi). All` interno emergono tre elementi scultorei :

    1. L'arcosolio in pietra che sovrasta il sarcofago dei 10 militi ignoti ivi tumulati il 4 Novembre 1921 contemporaneamente all` 11° che si trova a Roma nell` Altare della Patria. L` opera è dovuta al disegno di Cirilli, all` epoca conservatore delle antichita` di Aquleia ed è in asse con la basilica concludendo un percorso ideale fra l`antichita` romana e la Grande Guerra. Sulla fronte del monumento è stata affissa la lapide che contiene le parole pronunciate dal Duca d`Aosta nella cerimonia del 2 Novembre 1919. La lampada in ferro batturo è di Alberto Calligaris e sulla cornice dell` arco vi è inscritta la frase " OMNES ISTI IN GENERATIONIBUS GLORIAM ADEPTI SUNT". Ai piedi del monumento venne sepolta Maria Bergamas, deceduta a Trieste nel 1952, la madre triestina che scelse la salma dell`11° caduto poi racchiusa nel sacello del Milite Ignoto dell`Altare della Patria in Roma. La sua salma venne tumulata il 4 Novembre 1954 a cura dell` Associazione Nazionale del Fante ed alla presenza del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi. Sulla pietra tombale è scritto: "Maria Bergamas per tutte le madri IV Novembre MCMLIV"

    2. Collocato nel tratto del muro di cinta rivolto verso il Carso vi è la scultura del Cristo morente realizzata da Edmondo Furlan, "che stacca il braccio destro dal legno per confortare i due fanti morenti ai suoi piedi". Secondo Gorge L.Mosse l` immagine " trasferisce la credenza tradizionale nel martirio e nella resurrezione alla nazione, facendone un` omnicomprensiva religione civica".

    3. L`Angelo della Carita`, scultura di Ettore Ximenes, è sullo stesso lato del Cristo e rappresenta il soldato morente " che allargando le braccia sembra tracciare il segno della croce ed è sostenuto da una figura femminile ( crocerossina, madre, sorella, angelo, Patria).

    Poco piu` distante è visibile la sepoltura del Maggiore dei Lupi di Toscana ( 77° R.F.) Giovanni Randaccio, amico e compagno di Gabriele D`Annunzio, caduto sul Timavo. Per altri caduti sono stati eretti dei cippi, in alcuni casi voluti dai compagni d` arme:

    - Il gen.le Alessandro Ricordi di Milano, comandante della Brigata Murge e il cap. Riccardo della Torre di Cividale, uccisi dalla stessa granata sulla falde dell`Hermada( confr, Lorenzo Cadeddu, La Leggenda del Soldato ignoto, Gaspari, UD 2001);
    - il Ten. Luigi Lauricella del 50° R.F. Brigata Parma;
    - Capitano Severino Ubertis, medaglia d`oro, 3° Regg. Bersaglieri;
    - Ten Col. Paride Razzini 3° Regg. Bersaglieri;
    - I 3 fratelli Costa di Cagliari;
    - Il Ten. Fedeli Leone del 141° R.F. ( Brigata Catanzaro);
    - I 3 Tenenti Celentano, Castagnaro ed Ercolini del 34° Art. da campagna;
    - Il Ten Ernesto Monteverde del 5° Genio minatori;
    - il Sott. Guido Pellegrini di Arezzo 77.a comp. mitraglieri;
    - il marinaio Umberto Berna;
    -l`aspirante Corradino Lanza di Aieta del 1° Regg. Granatieri;
    - il magg Bruno Torano del 32° Artiglieria.
    Su una struttura di bronzo, scolpita a mo di registro, sono elencati tutti i caduti sepolti nel Cimitero degli Eroi . Le fotografie che ho riprodotte mostrano solo una parte delle loro tombe che, pero`, sono idealmente presenti nelle immagini panoramiche. Ho inteso mostrare le croci riguardanti i caduti della Brigata Catanzaro per via delle ricerche nelle quali mi sono ulteriormente addentrato. Sul lato esterno dell`abside della basilica è stata affissa una lapide con l` epigrafe di D` Annunzio, pronunciata il 2 Novembre 1915 in occasione della celebrazione, nella basilica, della Festa dei morti : O Aquileia, donna di tristezza, sovrana di dolore, tu serbi le primizie della forza nei tumuli di zolle, all`ombra dei cipressi pensierosi. Custodisci nell`erba i morti primi: una verginita` di sangue sacro e quasi un rifiorire di martirio che rinnovella in te la melodia. La madre chiama e in te comincia il canto. Nel profondo di te comincia il canto. L`inno comincia degli imperituri quando il divino calice s` innalza.Trema a tutti i viventi il cuore in petto.Il sacrificio arde fra l`Alpe e il mare.
    NUMMERI
    di Trilussa 1944
    Conterò poco, è vero, diceva l'Uno ar Zero
    ma tu che vali?Gnente!
    Sia ne l'azzione come ner pensiero rimani un coso voto e inconcrudente.
    lo invece, se me metto a capofila de cinque zeri tale e quale a te,lo sai quanto divento? Centomila.
    È questione de nummeri.E' quello che succede ar dittatore che cresce de potenza e de valore
    più so' li zeri che je vanno appresso.

  5. #15
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Interessante integrazione Marcocougars.
    luciano

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lazio
    Messaggi
    134

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Tutto interessante, grazie ragazzi.
    Artmont, se dalle tue parti riesci a sapere qualcosa di più sul monumento, magari parlando col parroco, chissà* ..., te ne sarei grato.
    Quanto al nome di mia nonna, era Maria Angiola Porro (quarta delle cinque figlie del Generale Carlo Porro, vice di Cadorna). Lei e le sue tre sorelle più anziane furono tutte volontarie nella CRI, due di esse ebbero la medaglia di bronzo al VM. Mia nonna, all'epoca dell'arruolamento nella CRI nel 1915, era la più giovane crocerossina d'Italia (aveva 18 anni).
    Insieme a mia cugina sto pensando di scrivere un libro su queste quattro sorelle, e quindi ogni informazione mi potrebbe essere utile.
    Saluti
    A.
    Andrea Paleologo Oriundi

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di cipolletti vincenzo
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    1,862

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    al liceo artistico da giovane,ho disegnato decine di volte quel viso, detto dal profilo greco,
    al quale gli artisti dell'epoca si ispiravano ampiamente;la tua bella nonna ne aveva tutte le
    caratteristiche somatiche,eccezionale documento,grazie.

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di Artmont
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Friuli
    Messaggi
    350

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Citazione Originariamente Scritto da Sgamex
    Tutto interessante, grazie ragazzi.
    Artmont, se dalle tue parti riesci a sapere qualcosa di più sul monumento, magari parlando col parroco, chissà* ..., te ne sarei grato.
    Quanto al nome di mia nonna, era Maria Angiola Porro (quarta delle cinque figlie del Generale Carlo Porro, vice di Cadorna). Lei e le sue tre sorelle più anziane furono tutte volontarie nella CRI, due di esse ebbero la medaglia di bronzo al VM. Mia nonna, all'epoca dell'arruolamento nella CRI nel 1915, era la più giovane crocerossina d'Italia (aveva 18 anni).
    Insieme a mia cugina sto pensando di scrivere un libro su queste quattro sorelle, e quindi ogni informazione mi potrebbe essere utile.
    Saluti
    A.
    Uuuhhh, ma allora sei di famiglia "altolocata"!
    Comunque sul libro che ti dicevo non c'è Maria Angiola Porro, ma cita Teresa Porro Mucci (2 citazioni), Alessandra Porro (varie citazioni e 2 foto con treno ospedale n° 18 e il padre, e poi con Fulcieri Paolucci di Calboli, che doveva essere il fidanzato, e poi è stato ferito gravemente), poi una Gabria Porro e una Ambrosina Porro. Teresa e Ambrosina sono le 2 medaglie di bronzo, Alessandra è sicuramente figlia del generale, ... ma allora avanza una sorella...
    Probabilmente queste sono tutte notizie che hai già*, ma adesso sono io che mi incuriosisco: allora anche un'altra sorella era sul treno ospedale?
    Inoltre un amico mi ha prestato un libretto che parla di monumenti, sono più o meno le notizie messe da Marcocougars, ma farò comunque una scannerizzazione e la posterò.
    A presto.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lazio
    Messaggi
    134

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Ciao Artmont (ma, a proposito, come ti chiami?),
    per far la storia completa, il generale Porro aveva cinque figlie; in ordine di nascita Teresa (che sposò un certo Mucci nel 1919), medaglia di bronzo al VM; Gabriella che morì nel 1920 per la spagnola; Alessandra, anch'essa medaglia di bronzo al VM, dapprima fidanzata di Fulcieri Paulucci de` Calboli, splendida figura di combattente, morto nel 1919 in seguito alle ferite riportate durante il conflitto, poi volontaria fiumana con D'Annunzio e quindi sposa di un certo Toeplitz. Quindi nacque mia nonna, Maria Angiola. L'ultima delle sorelle fu Luigia Maria, che fu l'unica a non fare la crocerossina in quanto troppo giovane (era del '904).
    Questa Ambrosina che tu citi, quindi, non era della famiglia (del resto il cognome Porro era ed è abbastanza comune).
    Se le citazioni di cui parli non sono troppo lunghe. potresti mandarmele? Infatti, soprattutto delle sorelle di mia nonna so molto poco, anzi quel che ho scritto quassù sono quasi le uniche cose che per ora so. Se vuoi puoi anche scrivermi alla mia email: sgamex1@yahoo.it
    Ciao e grazie
    Andrea
    Andrea Paleologo Oriundi

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di Artmont
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Friuli
    Messaggi
    350

    Re: MONUMENTO AI CADUTI DI AQUILEIA DI XIMENES

    Come anticipato più su, un amico mi ha gentilmente prestato un libretto sui monumenti di Aquileia. Tale libretto è stato pubblicato nel nono centenario della basilica e nel decimo anniversario del Milite Ignoto...

    Provo a mettere alcune pagine , sperando si riescano a leggere.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato