Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Morte in faccia al nemico...per i primi caduti erano fiori di campo.

  1. #1
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Morte in faccia al nemico...per i primi caduti erano fiori di campo.

    Un interessante documento;

    Osteria del Termine, 27 luglio 1915, il Maggior Generale Murari Brā, comandante la Brigata "Ivrea" della Milizia Mobile, scrive al sindaco di Torino pregandolo di notiziare la famiglia del caduto circa il destino del loro caro, S.Ten. di complemento effettivo presso la brigata Vernetti-Blina Avv. Vittorio "morto in faccia al nemico" il 25 luglio 1915 per scheggia di granata.
    Il massacro era all'inizio, si ebbe il tempo per la tumulazione "poco lontano dal luogo dove cadde" e per le "parole fiere e commoventi" e per i "fiori campestri coi quali si coperse la sua tomba, raccolti nei prati bagnati dal suo sangue".

    L'immane strage era solo all'inizio...

    20150219_115956.jpg 20150219_120015.jpg

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    Potrebbe essere statato tumulato qui:

    Ricerca cimitero guerra 15/18

    Saluti

    fm
    E' la somma che fa il totale.

  3. #3
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Il diploma e la medaglia dati alla madre del Caduto.
    20150219_183934.jpg

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •