Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: motorista d'aviazione

  1. #1
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    motorista d'aviazione

    Tra le specialità della nascente Aviazione Militare Italiana, una delle fondamentali fu quella che inquadrava il personale addetto ai propulsori dei velivoli, i Motoristi.
    Poichè all'inizio della Grande Guerra si era agli esordi della macchina volante, che aveva librato il primo volo da poco più di 10 anni nel dicembre 1903 con il "più pesante dell'aria", il Flyer dei fratelli Wright, molti di tali Specialisti furono attinti dal Battaglione Aviatori tra il (poco) personale delle varie Armi che nella vita civile aveva nozioni tecniche con i motori a scoppio delle automobili, veicoli che avevano esordito sulla scena pochi anni prima dell'aeroplano.
    Con l'evolversi del conflitto, fu sempre più evidente che il ruolo dei meccanici/motoristi d'aviazione era tanto imprescindibile quanto il personale insufficiente;
    pertanto la maggior parte dei militari che furono scelti per essere destinati in tale mansione vennero inviati in scuole private, riconosciute dal Ministero della Guerra e dalle autorità militari e civili aeronautiche, per essere formati e diplomarsi Motoristi d'Aviazione, venendo poi definitivamente inquadrati nel Battaglione Aviatori del Corpo Aeronautico Militare che, come sappiamo, all'epoca era dipendente per il Regio Esercito dall'Arma del Genio, Battaglione Specialisti.

    DSCN8318.JPG
    diploma rilasciato dalla Scuola Motoristi dalle Officine Automobili "Bay" di Milano nell'Agosto del 1917, documento che attestava che il diplomato aveva acquisito perfetta conoscenza teorica e pratica e di manutenzione dei motori a scoppio aeronautici, tanto rotativi che fissi.

    DSCN8321.JPG
    ottenuto il diploma e rientrati al Battaglione Aviatori, dopo un breve periodo di tirocinio, veniva rilasciato al militare la tessera verde dell'Aero Club d'Italia di Brevetto Superiore di Motorista d'Aviazione, riconosciuto dall'Autorità Militare;
    a questo seguiva la tessera di Motorista d'Aviazione, rilasciata dal Regio Esercito che lo confermava definitivamente nel ruolo di specialista d'aviazione militare.

    DSCN8319.JPG

    e finalmente il bravo Motorista poteva fregiarsi, al braccio sinistro dell'uniforme tanto in panno che da fatica, del sudato fregio consistente, da regolamento, in sagoma di motore rotativo in canuttiglia su fondo di panno grigioverde;
    questo splendido esemplare è stato arricchito da chi lo confezionò, come era assai consuetudine, con due ali spiegate in lana grigioverde, a similitudine del brevetto da Pilota per sottufficiali e truppa, o di quello per Motorista di Dirigibile, che al centro delle ali recava un'elica (molto simile a quello per piloti d'aviazione sottuff. e truppa).

    DSCN8328.JPGRSCN8336.JPGDSCN8333.JPG
    fotografie del Motorista titolare della tessera su illustrata; si vede nelle foto dettagliate il distintivo con motore centrale ed ali spiegate.

    DSCN8329.JPGDSCN8331.JPG DSCN8330.JPGDSCN8332.JPG
    prove di efficienza di motore rotativo su simulacro d'aeroplano, 1916.

    DSCN8322.JPG DSCN8323.JPG
    libretto personale di un militare effettivo al Deposito Aviatori II Battaglione Specialisti e retro del fregio da manica, da cui si può comprendere l'abilità di chi confezionò tale trofeo...

    DSCN8325.JPG
    Libretti d'uso e manutenzione di alcuni tra i più diffusi motori d'aviazione che montavano i velivoli italiani (Caproni Ca., SIA 7b-8b-9b-14b, Farman/Fiat b5, Macchi idro, ecce, ecc..) e placca da motore di un Caproni Ca.3, velivolo poi tragicamente caduto in Libia nei primi anni '20.

    DSCN8327.JPG
    Interessantissima foto di un Motorista d'Aviazione che regge un'elica per alternatore elettrico ausiliario, con il suo meccanismo, del tutto simile a quella posata sopra la foto.
    Il militare doveva essere un vero talento in materia di motori aeronautici essendo stato il meccanico del Comandante del Raggruppamento Massa da Bombardamento infatti ha scritto sulla foto: "Al mio caro Maggiore Cav. Ernesto La Polla, in segno di ricordo dal suo vecchio motorista, R.T. - Campoformido, giugno 1917"


  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    585
    ciao Massimiliano,
    oggetti molto interessanti e conoscendo la tua passione per questa tematica,(non molto conosciuta,almeno per me),non posso che complimentarmi per il bel lotto che hai in collezione,sicuramente di non facile reperibilità,
    il fregio da motorista è una chicca,molto bello da vedere, sono certo che è il pezzo più raro tra quello che ci hai mostrato,
    un saluto,enrico

  3. #3
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Grazie Enrico,
    in effetti sono oggetti piuttosto rari.
    Probabilmente però non riscuotono molto interesse dato che è un argomento assai meno conosciuto rispetto alle tematiche più consuete.

    Ad ogni modo, il mio intento è quello di contribuire, nel mio piccolo, ad accrescere la documentazione fruibile dai frequentatori del Forum;
    forum che è una grande opportunità di conoscenza e di apprendimento in generale sulla tematica storico/militare/uniformologica.

    Una risorsa che chi colleziona da tanti anni (quando non esistevano neppure riviste tematiche) sa quanto possa essere d'aiuto nel classificare correttamente oggetti che possiamo aver la fortuna di reperire e magari rischiare sottovalutare, ignorandone la storia e come mi è successo più di una volta da ragazzo, finire con lo scambiarli con oggetti comuni se non addirittura banali.

    Un caro Saluto,
    Max.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    ciao
    Bellissimo insieme, posso solo aggiungere un altro tipo di fregio FO (o forse regolato successivamente?) e quello regolamentare del 14
    Copia di DSCN8484.jpg

  5. #5
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Splendidi!!!
    Potresti indicare le dimensioni dei due trofei?
    Grazie!

  6. #6
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648
    Bellissimo lotto di materiale raro e pregiato.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  7. #7
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549
    Sergente Motorista d'Aviazione con motore radiale Le Rhone, lo stesso che simboleggia il fregio di specialità.
    Cus10010.JPG

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111
    Che pezzi e che foto! Bravi e complimenti ! Pezzi e foto davvero davvero belli!
    kappa

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    Citazione Originariamente Scritto da icarus68 Visualizza Messaggio
    Splendidi!!!
    Potresti indicare le dimensioni dei due trofei?
    ciao
    motore diametro 65mm l'altro lunghezza 110 mm

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    98
    Ciao complimentoni per i bei pezzi! oserei dire unici nel suo genere, posso solo aggiungere il libretto per i motoristi lo SPA 6A istallato sui Caproni CA 3. in uso nella Prima Guerra.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato