Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 57

Discussione: Museo Storico della Guerra di Rovereto (Tn)

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di Marco W
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    333
    Bel servizio!!!
    M.W.

  2. #22
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    Bel servizio davvero complimenti, ho visto cose che mi fanno impazzire e altri oggetti simpatici, come la tazza di Cecco Beppe......

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  3. #23
    Banned
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Verona
    Messaggi
    276
    Citazione Originariamente Scritto da Nitro90 Visualizza Messaggio
    C'ero andato parecchi anni fa con la mia scuola alle superiori primo o secondo anno non ricordo.
    Mai fatto gita più bella.
    Citazione Originariamente Scritto da Hans 98 Visualizza Messaggio
    Beato te che facevi gite così........
    Citazione Originariamente Scritto da tonle Visualizza Messaggio
    confermo la simpatia e partecipazione del personale addetto alla sezione artiglierie ... se poi penso che in quei locali bui e umidi stava mia madre durante i bombardamenti di Rovereto ... lei raccontava che ci stava interi pomeriggi ... con le compagne di scuola ... e per pranzo si portava una mela cotogna e un panino ... altri tempi. Vabbeh la smetto ... sto diventando troppo sentimentale. Ciao a tutti. Tonle
    Nella stesura dell'introduzione volevo aggiungere quello che mi era capitato di vedere nella precedente visita al museo, ossia un fatto terrificante che aveva urtato profondamente la mia sensibilità, non volevo raccontarlo per non portare una nota negativa in questo articolo che vuole essere una piacevole condivisione di un luogo e di un pezzo di storia che i molti visitatori di questo forum sanno apprezzare nella sua corretta dimensione. Colgo l'occasione per esporvelo brevemente perché gli interventi che ho citato mi rincuorano nel vedere che ci sono ancora UOMINI che hanno rispetto e sensibilità verso oggetti e luoghi che incarnano il sacrificio di molti per ideali eterni ed elevatissimi, come l'ONORE e il senso del SACRIFICIO che va oltre ogni concetto mondano e materialista dei tempi moderni. Ebbene, in quell'occasione, mi accingevo ad entrare nella zona dedicata all'artiglieria, quando all'ingresso vedo una scolaresca composta da una quarantina di ragazzini sui 12-14 anni, tutti ammassati all'ingresso, gentilmente le maestre-professoresse ci fanno passare. Appena entrati sentivo i ragazzini chiacchierare animatamente, pur non disturbando eccessivamente la nostra visita, per una questione di educazione le maestre cercavano di richiamare i ragazzini al silenzio. Il vociferare si faceva più insistente e chiassoso nel progredire il cammino all'interno della caverna, finché, incuriosito da tanto baccano mi sono voltato ad osservarli. Rimarrà una delle scene più tristi alle quali io abbia mai assistito, quella massa di ragazzini, tutti, nessuno escluso, tenevano in mano il proprio cellulare, guardandolo fisso con facce desolate si lamentavano del fatto che in quel luogo non ci fosse campo!!!!!!!!!!! Senza mai alzare lo sguardo un solo attimo verso quello che li circondava, hanno percorso tutta la visita fino a che in prossimità dell'uscita, all'unisono si è alzato un grido ADESSO IL TELEFONO PRENDE!!!! e sulle tristi facce ricompariva il sorriso! Mi veniva da piangere, ero preso da una sorta di rabbia mista a desolazione, in loro ho visto il frutto della logica devastatrice dei tempi moderni, ossia l'omologazione totale ad un modello antiumano, l'annullamento di ogni interesse, l'indifferenza della propria esistenza, del proprio passato, della propria cultura, della propria storia, del proprio futuro, una massa biologica svotata della propria personalità che si muove su un binario imposto dalle logiche materialiste annientatrici. Sono cresciuti e stanno crescendo con un atteggiamento antimilitarista non rendendosi conto che la peggiore delle guerre è quella psicologica che plagia le loro menti, che vivere nel nulla, fosse anche per cent'anni, è infinitamente più insignificante di chi a vent'anni si è sacrificato per dei valori che l'hanno elevato all'ETERNO! Per loro le armi sono simbolo di morte, ed è vero nella misura in cui chi le imbraccia e chi se le trova di fronte è cosciente del proprio destino, non si rendono conto che quello che hanno tra le mani nella sua innocenza ha rapito loro le menti, la volontà. Vorrei pensare che come attenuante ci sia il fatto dell'età, ma so già che da ragazzini senza valori non nasceranno uomini, famiglie, ossia una società di uomini, ma purtroppo in loro vedo la fine di questo glorioso, millenario Paese e purtroppo continente. Scusate, lo so, sono andato nettamente OT anche questa volta, prima o poi verrò bannato, ma non riuscirei più a guardarmi allo specchio sapendo di aver taciuto una verità.

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    1,391
    Ciò che ci hai raccontato è la realtà di tutti i giorni. Ormai i miei coetanei pensano solo al cellulare all'ultimo grido, a passare le giornate su FB e altri siti così. Pensa che quando ho detto ad un mio compagno che ero appassionato di storia lui mi ha risposto."cosa la studi a fare, tanto non serve a niente". Con questa frase abbiamo proprio toccato il fondo..........
    Sono anche su Facebook: German militaria collezionismo

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Rinco..ionimento dovuto a venti anni di televisione spazzatura e tanti esempi "edificanti" dati quotidianamente da chi dovrebbe essere il modello...
    quanti anni ci vorranno per ritornare un paese normale?
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497
    Ciao a tutti.
    Strafexpedition un grande servizio, foto davvero belle e cariche di storia...il resto è un dettaglio.
    Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,178
    come non quotare al 100% l'intervento di Strafexpedition ... hai scritto quello che purtroppo non sta avvenendo ... è già avvenuto ... la totale omologazione di una gioventù che si lascia abbindolare da maestranti ormai datati. Pensano di essere alternativi ma dicono, pensano, si vestono, mangiano e consumano tutti alla stessa maniera. In questi ultimi decenni scuola e televisione hanno fatto a gara per fare tabula rasa delle giovani menti. Venerdì il centro di Milano è stato deturpato da una massa di studenti che, mentre lamentava uno scarso interesse di chi è preposto ad amministrare la cultura e la formazione ... lasciava che alcuni facinorosi imbrattassero ignobilmente i muri di antichi palazzi ... manifestano per la cultura e intanto la distruggono ... disprezzano il consumismo e ne sono le prime vittime consapevoli ... che tristezza ... Tonle
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  8. #28
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    80
    Non direi..

    Se e' giusta l'eta' dei bambini che riferivi, troverei maggiormente strano chi guardasse gli Obici.

    Ma abbiamo, in mente, cosa si pensava, a quell'eta'?.

    Piuttosto, meglio dire: la visita, non e' istruttiva, per Bambini di quell'eta'........

    Consapevolezza di cosa?

    La "deturpazione asserita", non e' cosi' diffusa,

    secondo me, non e' cosi'....

    Pensasse, chi ha l'eta' per il voto, a dar bene il voto..... ( che forse, prendera' pure la Pensione.....).

    Non cosi' il resto ed, il resto, che non l'avra', se ha quell'eta', sarei preoccupato se si occupasse di Obici...

    O

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    442
    Pienamente d'accordo con Oslavia, c'e' un' eta' per ogni cosa, la spensieratezza di quando si e' giovincelli e la maturita' quando si comincia a capire la vita, sarebbe triste se gia' da fanciulli i nostri figli pensassero alle brutture della guerra, cannoni armi etc. Per ogni cosa c'e' il suo tempo.

  10. #30
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,178
    scusate ma cosa c'entra la spensieratezza della gioventù con un sano interesse verso la storia (penso che tempo per cazzeg...re ne abbiano a iosa). Allora apriamo i musei solo ai quarantenni ... che discorsi sono ... Strafexpedition faceva giustamente notare che in mezzo alla scolaresca non c'era nemmeno un ragazzo minimamente interessato all'argomento e il mio parere è che la stessa scena si sarebbe potuta svolgere in una galleria d'arte o in un museo qualsiasi ... si può anche discutere sul fatto di ritenere che un ragazzo di 14 anni sia ancora considerato un "bambino" .... La realtà è molto più triste ... il ragazzo che oggi pensa solo al cellulare e ai giochini elettronici si perde una parte importante della vita che è quella dedicata alla scoperta. Oggi bruciano tutto velocemente ... hanno perso il gusto della vita.
    Brutture della guerra? Ma va? ... ma non mi dire? I poveri ragazzi potrebbero restare traumatizzati ... ma per piacere ... avete mai provato a vedere la violenza di un qualsiasi film in programmazione in questi ultimi anni? ....
    P.S. mi interesso di storia militare (imparata giocando a soldatini e "facendo la guerra" con pistole, mitragliatrici, fucili ed elmetti di plastica) da quando avevo 10 anni (e forse prima) ... e alla bruttura della guerra non pensavo assolutamente ... mi attiravano le armi, le divise, i mezzi corazzati ... tutte robe sane per bambini sani ... diffidate (lo scriveva anche Umberto Eco) dei bambini che non giocano alla guerra ... saranno probabilmente adulti disturbati. Le ultime righe dell'ultimo intervento sinceramente non le ho capite ... sarà una mia mancanza. Ciao a tutti Tonle

    - - - Aggiornato - - -

    scusate ... mi riferivo alle ultime righe del discorso di Oslavia .... chiaramente
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato